Your Small Business Brain and Decision Fatica

La scorsa settimana ho letto un articolo sulla rivista The New York Times intitolato: soffri di fatiche decisionali ? La mia reazione immediata fu: "Non tutti?". Non conosco un piccolo imprenditore che non sia gravato da una moltitudine di scelte – ogni ora.

In realtà si potrebbe obiettare che i proprietari di piccole imprese subiscono il peso di questa situazione più dei loro compatrioti aziendali, dato che la maggior parte delle scelte di piccola impresa ricade sul proprietario come "capo cuoco e lavapentole".

Basata in parte sul lavoro di Roy Baumeister e EJ Masicampo, la fatica decisionale è un esaurimento della resistenza mentale del cervello come risultato di troppe decisioni. Quando ciò accade, finiamo per fare scelte sbagliate o decisioni avventate o rinunciamo a decidere.

"Ogni decisione che facciamo implica una possibile perdita, e siamo essenzialmente animali avversi alla perdita", afferma Margaret J. King, Ph.D., direttore di. "'Decidere' significa 'tagliare', e ci concentriamo su ciò che stiamo perdendo, non guadagnando. Questa è la questione del cervello dietro la maggior parte delle decisioni ", dice.

Ma di fronte al compito quotidiano di decidere tutto, da quali pulsanti dei social media dovrebbero essere sopra le pieghe della nostra pagina web di casa a chi dovremmo invitare all'incontro del venerdì, ci sono alcuni modi in cui possiamo massimizzare il nostro potere di scegliere – proteggendo nel contempo il nostro cervello mojo tanto necessario.

Layne Kertamus, presidente di NegotiGator.com, afferma che i top performer comprendono la natura del processo decisionale e lo rispettano, tra cui:

  1. Non prendere decisioni che vanno al di là delle tue competenze.
  2. Riconoscere che la decisione di prendere un calcio è in realtà una decisione e può avere dei costi.
  3. Capire che la maggior parte delle decisioni non sono né buone né cattive, ma portano con sé dei compromessi.

Nihar Chhaya, fondatore di MBA Balance, fa un passo avanti e afferma che i proprietari di piccole imprese devono imparare a delegare le decisioni per prevenire il burnout del cervello.

"I proprietari di piccole imprese devono definire tutte le decisioni che devono prendere in modo coerente nelle aree marketing, finanziario, operativo e personale ed essere onesti con se stessi su dove si trova la loro esperienza", dice Chhaya. "Poi hanno bisogno di delegare quelle decisioni a persone che hanno sia l'abilità che la motivazione per fare le scelte migliori in quelle aree".

Chhaya dice che, invece di usare tutte le loro capacità intellettuali per prendere le decisioni da soli, i proprietari di piccole imprese dovrebbero invece dedicare del tempo a fidarsi dei membri del team di fiducia (virtuali o in loco) e degli appaltatori esterni a cogliere l'occasione per scegliere e monitorare i loro progressi.

Utilizzando le strategie di cui sopra, il cervello del piccolo imprenditore sarà un po 'meno stanco e più capace di concentrarsi sulla costruzione del business.

Pensieri da Pensare

"Abbiamo accesso a più informazioni che mai, ma l'ironia è che ci sentiamo meno informati e più sopraffatti", afferma Paul Magnone, coautore di Bere dal manichetta antincendio: prendere decisioni più intelligenti senza affogare nelle informazioni . "Non c'è da meravigliarsi che abbiamo un senso di fatica decisionale. È impossibile gestire efficacemente tutto ciò che accade sulla nostra strada, specialmente per i proprietari di piccole imprese che si occupano di risorse, fondi e personale limitati ".

Per alleggerire il carico, Magnone suggerisce di considerare quanto segue quando prende le decisioni:

  • Qual è la domanda aziendale essenziale? Determina in che modo questa decisione avrà un impatto sulla strategia generale.
  • Dov'è la stella polare del tuo cliente? Tieni presente che prima di tutto, il cliente (e le sue esigenze, esigenze, ecc.) Viene prima di tutto.
  • Dovresti credere alla linea ondulata? Assicurati di non agire troppo rapidamente o di prendere decisioni severe basate su dati a breve termine.
  • Cosa ti ha sorpreso? Assicurati di non ignorare certi aspetti della situazione o i dati che hai davanti potrebbero essere fuori dall'ordinario.
  • Cosa rivela il Faro? Considera le conseguenze della tua decisione e qualsiasi pericolo che potrebbe esserci.
  • Chi sono i tuoi elettori swing? Fai attenzione ai tuoi "elettori" durante tutto il processo – il gruppo che è neutrale riguardo al tuo prodotto, ma può essere influenzato.
  • Ora cosa? Metti tutto nel contesto

Se sei a conoscenza di come evitare il sovraccarico cerebrale in una piccola azienda, saremmo lieti di ascoltarli.

Karen Leland è giornalista freelance, autrice di best-seller e presidente di Sterling Marketing Group, dove aiuta le aziende a creare contenuti killer e negoziare il mondo cablato del panorama dei media di oggi, attraverso moderne pratiche di marketing, sviluppo aziendale, pubbliche relazioni e social media. Scrive una rubrica settimanale sulle piccole imprese perXero.com, software di contabilità online per le piccole imprese. Per domande o commenti, si prega di contattare lei a kleland@scgtraining.com.

Solutions Collecting From Web of "Your Small Business Brain and Decision Fatica"