Vuoi sentirti di nuovo come un bambino?

Una delle cose che preferisco di avere figli è vedere il mondo attraverso i loro occhi. Il mio bambino di quattro anni si trova in quel palcoscenico senza interruzioni, curioso del mondo che può essere così accattivante. L'altro giorno, dopo aver interrogato su come i bambini nel grembo materno ricevono nutrimento, ha ricapitolato: "Fammi capire bene. Hai mangiato del cibo, è entrato nella tua pancia, poi nel mio ombelico attraverso la tua prolunga ? "

Mi fermai un attimo mentre il mio amore per lui diventava incredibilmente più grande. Non avevo il coraggio di correggere quella scelta di parole perfettamente sbagliata. "Prolunga. Esattamente, "risposi," E da allora c'è stata una prolunga invisibile che collega i nostri cuori. "

Immagino che in futuro il povero ragazzo fallirà quella parte del test di anatomia, ma per ora non ho potuto fare a meno di assaporare la terminologia ingarbugliata in modo innocente. (E, seriamente, non pensi che la prolunga sia una descrizione più appropriata di quella dell'ombelicale? Latino, schmatin.)

Shonda Moralis
Fonte: Shonda Moralis

I buddisti zen si riferiscono a questa nuova prospettiva-presa come mente principiante, molto simile alla visione del mondo attraverso gli occhi di un bambino – con curiosità e senso di meraviglia. Con l'aiuto del mio piccolo ragazzo, avevo ora spostato la mia prospettiva dal dare per scontato il mondo alla mente dei principianti. Che bello e sorprendente.

Noi (ehm) le persone più anziane possono coltivare questo senso infantile di meraviglia e curiosità nelle nostre vite ogni giorno e fortunatamente non sempre abbiamo bisogno di un piccolo in giro per aiutare. Ad esempio, recentemente ho imparato a slackline nel nostro cortile. (Nel caso non ti sia familiare, una slackline è una tessitura di nylon legata tra due alberi a circa due piedi da terra: una si estende per tutta la lunghezza e si equilibra in modo simile a un walker.) Più impegnativo di quanto sembri, lo slackline richiede concentrazione focus, un tocco leggero e un atteggiamento giocoso – alcune delle stesse componenti necessarie per coltivare la consapevolezza e la mente dei principianti.

I miei sensi sono automaticamente in allerta, in sintonia con le mie immediate vicinanze e le sensazioni del corpo. Cammino, sì, ma poiché sono bilanciato a due metri da terra, sono ipercritico su ogni movimento sottile. Arroccato sulla linea, la mia prospettiva ordinaria di camminare si è spostata in un nuovo, nuovo territorio e mi sento di nuovo un bambino.

La sfida è quella di portare con noi questo senso di esperienza dei principianti durante i nostri giorni perché la noia, l'autocompiacimento e il disprezzo non possono coesistere di fronte a un genuino interesse e senso di meraviglia. Possiamo scegliere timore, apprezzamento e consapevolezza. Non solo ci fa sentire più giovani, ma rallenta letteralmente anche il processo di invecchiamento.

Passando attraverso i nostri giorni incontrando intenzionalmente il nostro mondo come se per la prima volta venissimo a conoscenza di ciò che è spesso dato per scontato. La mente dei principianti viene anche coltivata tirando fuori da abitudini automatiche e condizionando attraverso la calma – con cinque minuti di meditazione o semplicemente sedendo in silenzio per un incantesimo. Uscire deliberatamente dalle nostre zone di comfort e sfidare noi stessi per imparare qualcosa di nuovo è un altro modo sicuro per rivisitare la meraviglia dell'infanzia. Quindi, vai avanti e dai prova ai principianti. Incoraggia il tuo bambino interiore a uscire e giocare.

Solutions Collecting From Web of "Vuoi sentirti di nuovo come un bambino?"