Voglio essere un atleta olimpico

Adoro guardare le Olimpiadi. Maestosa musica a tema? Sto ascoltando. Pezzi di sapore locale kitsch su orsi polari e cani da slitta cieca? Sto guardando. I commenti snervanti di Bob Costas e le battute spiritose con Chris Collinsworth? Sto ridendo scioccamente. Storie di interesse umano strazianti per gli ostacoli devastanti delle persone e per le sfide contro le disparità? Sono commosso. Spettacoli impressionanti di abilità umane, performance emotive, perdenti, favoriti dei paesi di origine, bizzarri colpi di scena del destino e battito di ciglia delle differenze tra le vittorie celebrative e le sconfitte devastanti? Lo adoro. Lo adoro. Lo adoro.

Biathalon E grazie alla tecnologia DVR whiz-bang, riesco a coglierne ogni piccola parte. Ho appeso la mia testa quando la squadra statunitense di curling non è riuscita a far cadere il colpo alla fine dell'undicesimo posto, non una, ma due volte. Ho sghignazzato quando la NBC ha presentato a Colbert l'alce. Mi sono alzato in piedi per sollecitare Billy Demong per il tratto finale della staffetta nordica maschile. Ho esultato quando Bode Miller si è piazzato in discesa, e anche quando Aksel Svindal della Norvegia ha vinto con suo padre tifando. La mia mascella è scesa quando il velocista olandese Sven Kramer è stato squalificato dopo aver pattinato oltre sei miglia a causa di un bizzarro interruttore della corsia bizzarra dal suo allenatore nel bel mezzo di una gara di 25 giri. Sono rimasto impressionato dall'elegante danza del ghiaccio di Tessa Virtue e Scott Moir e mi sono commosso dallo skate emotivo di Joannie Rochette completato sulla scia della prematura scomparsa di sua madre.

Quindi ho deciso di diventare un olimpionico invernale. Certo non posso sciare, pattinare, sparare, slittare o far scorrere una pietra, ma posso sbadigliare con il meglio di loro.

Ok, quindi la vista di me in una tuta di lycra potrebbe essere più spaventosa dell'esperienza di tuffarsi a testa in giù su uno scivolo gigante di ghiaccio a 90 mph. Anche se riesco a correre abbastanza bene, un atleta olimpionico sugli sci di fondo potrebbe probabilmente oltrepassarmi con le scarpe da ginnastica e mi sto avvicinando a un'età in cui alcuni olimpionici sembrano prendere seriamente in considerazione la pensione. Ma la mia ambizione, come la torcia olimpica o un pattinatore troppo colorato, è accesa.

E secondo Daniel Coyle, autore di The Talent Code (un libro che di recente ho attraversato a un ritmo sprint in stile olimpico), questo è il primo passo verso la grandezza. Coyle scrive che combinando quella scintilla di determinazione con un coaching efficace e almeno 10.000 ore di qualcosa che definisce "pratica profonda", chiunque può raggiungere l'eccellenza.

Secondo i miei calcoli, a circa 8 ore al giorno, sarò pronto per andare a Sochi nel 2014. Meglio rispolverare il cronometro e iniziare il prima possibile … dopo le cerimonie di chiusura.

———
Jared DeFife, Ph.D.
www.psychsystems.net

Solutions Collecting From Web of "Voglio essere un atleta olimpico"