Vita da sesso scioccante

Nel 1999, ho pubblicato il mio primo articolo su comportamenti sessualmente parafilici nella rivista Bizarre . Era un articolo sulle morti auroerotiche e conteneva i casi di dieci persone che erano morte in strane circostanze sessuali. Uno dei casi che ho descritto è stato originariamente pubblicato in un numero del 1981 di Medicina, Scienza e Legge (dal Dr. S. Sivaloganathan).

Il caso riguardava un maschio gay di 36 anni che era un ex-ingegnere televisivo. L'uomo in questione è stato trovato morto con una culla metallica applicata al suo scroto con un altro cappio di filo (con la fine ripiegata) inserito nell'ano. [Alcuni ricercatori che scrivono su questo argomento hanno notato che l'applicazione rettale di elettricità è una pratica comune per ottenere lo sperma dai tori e può essere la base dietro questo metodo non comune di masturbazione]. I fili erano collegati ai due terminali che fornivano l'altoparlante all'interno del televisore. All'accensione, questi fili trasportavano una corrente di 0,6 amp a 2,2 volt (un quarto della corrente necessaria per accendere una piccola torcia). Il morto è stato trovato con due lesioni significative. Il primo era sul lato destro della sua faccia (segno di ingresso della corrente), e il secondo era sul lato sinistro del suo scroto (dove era stato fatto il cappio del filo). Mentre si masturbava, uno dei fili si era rotto causando una cessazione dell'attività stimolante. L'uomo ha guardato dentro il retro del televisore aperto e la sua faccia è entrata in contatto con un cappuccio di metallo esposto che ha fatto saltare 2500 volt attraverso di lui (il cappuccio di metallo era l'unica parte viva del televisore ed è stato questo a ucciderlo). Un caso simile è stato riportato in un numero del 1998 dell'American Journal of Forensic Medicine and Pathology . Gli autori (guidati dal Dr. M. Klintschar) hanno osservato che:

"Una ricostruzione plausibile dell'incidente comporta l'attacco di un elettrodo all'ano e il contatto accidentale dell'altro elettrodo con la mano e il torace quando si tenta di attaccarlo al pene. La morte è stata causata dalla fibrillazione miocardica. Sia la letteratura via cavo che quella pornografica erano ovviamente nascoste dai genitori del defunto per nascondere la vera causa della morte … "

Un altro caso in un numero del 2003 dell'American Journal of Forensic Medicine and Pathology (del Dr. JC Schott e colleghi) ha riportato una elettrocuzione accidentale durante l'autoerotismo. Questo caso ha coinvolto un uomo di 18 anni che è stato trovato morto da suo fratello nella sua camera da letto con indosso due reggiseni. Gli autori hanno riferito che:

"Due coperte di spugna verde bagnate erano sotto le coppe del reggiseno, collegate alla corrente della casa tramite due rondelle metalliche e un cavo elettrico bifido. La letteratura raffigurante donne nude è stata trovata vicino alla vittima. L'autopsia rivelò ustioni di secondo grado e di terzo grado delle regioni mammarie. La morte è stata attribuita ad accidentale auto-elettrocuzione ".

Menziono questi tre casi introducendo l'elettrofilia. Sia il Dott. Anil Aggrawal (nel suo libro Aspetti legali e criminali di reati sessuali e pratiche sessuali insolite ) che la dott.ssa Brenda Love (nella sua Enciclopedia di pratiche sessuali insolite ) definiscono l'elettrofilia come piacere sessuale e eccitazione dall'elettricità (o stimolo elettrico ). La voce dell'enciclopedia della dottoressa Brenda Love ha anche rilevato che l'elettrofilia può avere un ruolo nel sadismo sessuale e nel masochismo sessuale. Più specificamente:

"Lo shock elettrico è usato come una forma di titillazione o di tortura leggera a seconda della quantità di voltaggio scelta dal destinatario Shock come una forma di gioco sessuale è una versione modificata e sicura dei tipi di funzionari governativi dello shock elettrico usati in diversi paesi per interrogare prigionieri politici e guardie carcerarie americane per controllare i loro prigionieri. La maggior parte dei dispositivi utilizzati nel gioco sessuale non ha nulla a confronto ".

Il Dr. Love ha trascorso la maggior parte della sua voce parlando dell'uso dell'energia sadomasochista dell'elettricità, ma ha detto che:

"I giapponesi usano uno speciale dispositivo a batteria per indurre l'orgasmo negli uomini. Questa scatola ha due fili con elettrodi, uno è attaccato all'estremità del pene e l'altro è inserito nel retto. L'uomo regola quindi la corrente con un reostato fino all'orgasmo. Questa idea è utilizzata dai medici per espellere lo sperma da uomini impotenti da utilizzare per l'inseminazione artificiale e allo stesso modo dai veterinari per l'allevamento del bestiame … "

Gli studi di casi che ho citato sopra non sono affatto isolati. Una revisione della letteratura del 2006 del Dr. A. Sauvageau e del Dr. S. Racette pubblicata sul Journal of Forensic Sciences ha esaminato tutti i casi di morte autoerotica in letteratura tra il 1954 e il 2004. Hanno localizzato 408 casi di morte autoerotica in 57 articoli pubblicati, la maggior parte di chi erano i maschi bianchi. Quasi il 90% dei decessi sono stati casi di asfissia (impiccagione, sacchetti di plastica, legature e / o sostanze chimiche come il nitrato di amile). La morte sessuale per elettrocuzione ha rappresentato il 3,7% di tutte le morti autoerotiche – gli altri sono overdressing / body wrapping (1,5%), inserimento di corpi estranei (1,2%), metodo di asfissia atipica (2,9%) e miscellaneo (1,0%). Il Dr. George Pranzarone nel suo Dizionario di sessuologia del 2000 fa riferimento a "elettrocutofilia", che con la definizione fornita sembra essere "elettrofilia" ma con un nome leggermente diverso. Lui dice che:

"Elettrocutofilia [è una] parafilia dello stratagemma sacrificale ed espiatorio in cui l'eccitazione e l'orgasmo sessuarotico dipendono dall'uso della stimolazione elettrica del corpo per includere eventualmente i capezzoli, l'uretra, il pene / scroto, la vulva / clitoride / la vagina e l'anale / tessuti rettali. Questa parafilia è stata osservata più frequentemente tra le donne che negli uomini e ha anche provocato la morte accidentale. Le attività di elettrocutofilia possono essere giochi sessuali esplorativi o varietali e non una parafilia. Può anche essere parte di un repertorio sadomasochista. I dispositivi per l'elettrostimolazione sexuoerotica "sicura" sono ora disponibili in commercio. "

Una delle cose più interessanti di questo frammento è l'affermazione della dott.ssa Pranzarone che la parafilia è più comune tra le donne. Non conosco letteratura accademica o clinica a sostegno di tale affermazione e la maggior parte delle parafilie sessuali sono prevalentemente di origine maschile (sebbene alcuni come l'ibridofilia – l'eccitazione sessuale e il piacere di avere un partner sessuale che è noto per aver commesso un oltraggio o un crimine, come lo stupro, l'omicidio o la rapina a mano armata – sono noti per essere più comuni tra le donne). Detto questo, l'elettrofilia tra le donne non è sconosciuta. L'anno scorso, un articolo online di Sam Greenspan ha brevemente esaminato la morte (nel 2008) di Kirsten Taylor che è morto a causa del gioco elettrofilico del sesso (morte da pinze elettriche per capezzoli). Come riportato da Greenspan:

"Quando la ventinovenne Kirsten Taylor di Craley, in Pennsylvania, è morta per folgorazione, suo marito Toby inizialmente ha raccontato alla polizia che era stata scioccata dal suo asciugacapelli. Questo non era vero. In seguito avrebbe ammesso di avere degli strani comportamenti sessuali ". La notte in cui morì, le avevano messo le pinze elettriche sui capezzoli e Toby le stava somministrando scosse accendendo e spegnendo una ciabatta … Qualcosa è andato storto e uno degli shock l'ha uccisa. Il che è stato una sorpresa dal momento che ha detto che sarebbero stati coinvolti nel sesso dello shock elettrico per circa due anni. "

Il marito, Toby Taylor, è stato accusato di omicidio colposo. Infine, scrivendo in un numero del 2011 degli Archives of Sexual Behavior, il dott. Stephen Hucker ha confrontato l'elettrofilia sia con l'ipossifilia (eccitazione sessuale e piacere della privazione di ossigeno) che con l'anestesofilia (eccitazione sessuale e piacere da sostanze volatili quali cloroformio, etere, butano, eccetera.). Tutti questi comportamenti hanno il potenziale "di provocare una modalità ben nota di morte accidentale" e di venire "sotto la rubrica generale del masochismo sessuale". La maggior parte di ciò che si sa sull'elettrofilia si basa su studi di casi pubblicati nella letteratura sulla patologia forense e si basa tipicamente su quelli che sono morti a causa della pratica. Si sa poco sulla prevalenza del comportamento sia come aiuto masturbatorio autonomo che come parte del gioco sessuale sadomasochistico.

Riferimenti e ulteriore lettura

Aggrawal A. (2009). Aspetti forensi e medico-legali dei crimini sessuali e delle pratiche sessuali insolite. Boca Raton: CRC Press.

Cairns, FJ & Rainer, SP (1981). Morte da elettrocuzione durante procedure autoerotiche. New Zealand Medical Journal, 94, 259-260.

Greenspan, S. (2011). 11 Morti incredibilmente insane durante il sesso. 11 punti, 8 novembre. Si trova all'indirizzo: http://www.11points.com/Dating-Sex/11_Unbelievably_Insane_Deaths_During_Sex

Griffiths, MD (1999). Morire per questo: morti autoerotiche Bizarre, 24, 62-65.

Hazelwood, RR (1983). Fatalità autoerotiche . Lexington, MA: Lexington Books.

Hucker, S. (2011). Hypoxyphilia. Archivi di comportamento sessuale, 40, 1323-1326.

Klintschar, M. & Grabuschnigg, P. & Beham, A. (1998). Morte da elettrocuzione durante la pratica autoerotica: caso clinico e revisione della letteratura. American Journal of Forensic Medicine and Pathology, 19, 190-193.

Love, B. (2001). Enciclopedia delle pratiche sessuali insolite. Londra: Greenwich Editions.

Pranzarone, GF (2000). Il dizionario di sessuologia. Situato all'indirizzo: http://ebookee.org/Dictionary-of-Sexology-EN_997360.html

Rogers, DJ (2004). Reati sessuali adulti. In McLay, WDS (Ed.). Medicina legale forense (pp. 137-154). Cambridge: Cambridge University Press.

Sauvageau, A. & Racette, S. (2006). Morti autoerotiche in letteratura dal 1954 al 2004: una recensione. Journal of Forensic Sciences, 51, 140-146.

Schott, JC, Davis, GJ e Hunsaker, JC (2003). Elettrocuzione accidentale durante l'autoerotismo: un caso scioccante. American Journal of Forensic Medicine and Pathology, 24, 92-95.

Seidl, S. (2004). Morte accidentale autoerotica: una revisione della sindrome letale parafiliaca. In M. Tsokos (a cura di), Forensic Pathology Reviews (Vol. 1) , (pp. 235-262). Totowa, NJ: Humana Press.

Sivaloganathan, S. (1981). Curiosum eroticum – Un caso di elettrocuzione fatale durante la pratica autoerotica. Medicina, scienza e diritto , 21, 47-50.

Smoking Gun (2008). Sesso vizioso, morte sconvolgente, 25 gennaio. Http://www.thesmokinggun.com/documents/crime/kinky-sex-shocking-death

Tan, CTT e Chao, TC (1983). Un caso di elettrocuzione fatale durante un'insolita pratica autoerotica. Medicina, scienza e diritto, 23, 92-95.

Solutions Collecting From Web of "Vita da sesso scioccante"