Vergognatevi! Usi la vergogna per controllare gli altri?

Ho appena iniziato a leggere il libro di Brene Brown I Thought It Was Just Me (ma non lo è): Raccontare la verità su perfezionismo, inadeguatezza e potere . Brene è un "ricercatore della vergogna" e il libro parla di come le persone – in particolare le donne – provano vergogna. In due pagine ho iniziato a ricordare episodi di vergogna accaduti quando ero bambino. Questo post non intende incolpare papà e mamma, ma sottolineare come la maggior parte di noi usa la vergogna in qualche misura come tentativo di controllare le altre persone.

Un incidente che è molto mite ma per qualche motivo mi ha sempre colpito è stato questo: avevo circa 12 o 13 anni e stavo seduto al tavolo della nostra cucina con mio padre, mangiando una fetta di torta di mele che mia madre aveva preparato. Fa una torta di mele davvero buona e, prima che me ne accorgessi, l'avevo inalato, lambito, sbottonato. Era come se non ci fosse mai stata una torta lì. Mio padre, continuando a mangiare il suo pezzo, ha detto qualcosa che mi faceva vergognare di quanto velocemente avevo mangiato la torta. Non riesco a ricordare quello che ha detto, esattamente, ma ricordo di aver provato un'ondata di vergogna attraverso me, che sento ancora quando ci ripenso. Anche ora, quando mangio con gli altri, dedico il mio consumo alle persone intorno a me, in modo da non finire più velocemente di loro. Quando pulisco il mio piatto più velocemente, mi vergogno di nuovo di nuovo. E quando vedo altre persone mangiare velocemente, o prendere l'ultimo pezzo di un piatto condiviso di cibo, a volte mi sento arrogante nei loro confronti, come se dovessero vergognarsi di loro stessi. Di solito non dico nulla, ma lo sento ancora. Quell'incidente con mio padre mi ha insegnato che le persone che mangiano troppo in fretta sono maiali e sono vergognose.

Racconto solo questa scena per mostrare quanto possa essere vergognosa l'esperienza nell'insegnare agli altri le lezioni che pensiamo dovrebbero imparare. Opere di vergogna A meno che la persona a cui stiamo cercando di vergognarsi davvero non si preoccupi di quello che pensiamo di lei, quasi tutti risponderanno a vergognarsi in qualche modo, anche se non sarà quasi mai in grado di nutrire la relazione tra lo shader e lo shamee. La vergogna ci fa sentire terribili, come se fossimo persone orribili, rotte, inutili e disgustose. E quando qualcuno ci svergogna, perdiamo rispetto per quella persona. La vergogna, come il sarcasmo, è facile ma dannosa.

Brown definisce la vergogna come "il sentimento o l'esperienza dolorosa intensa di credere che siamo imperfetti e quindi indegni di accettazione e appartenenza". Siamo probabilmente portati a provare vergogna perché ci mantiene in linea con le regole della nostra società. Quando rompiamo o sfoggiamo le regole, potremmo essere ostracizzati, il che potrebbe significare la morte o, per lo meno, la disconnessione, che può sentirsi peggio della morte. Quindi la ragione per cui la vergogna funziona così bene è perché siamo collegati per connetterci e cercare l'accettazione da parte degli altri, e la vergogna ritira in modo efficace tale accettazione e connessione. Ma, come ci mostra l'episodio della torta di mele, la vergogna può incorporarsi profondamente a noi. Le parole vergognose non possono mai essere dimenticate, e svergognare gli altri, anche se può essere efficace per il cambio di comportamento, li danneggia e ci riduce nella loro stima. Chi vuole stare vicino a qualcuno che cerca di farli vergognare?

Ho iniziato a pensare a come la vergogna ha funzionato nella mia vita, incidenti in cui mi sono sentito vergognoso e in cui ho tentato di vergognarmi. Ricordo ancora che provavo a vergognare un vecchio fidanzato a indossare pantaloni piuttosto che jeans per il matrimonio di un amico. Ricordo come un altro vecchio fidanzato, durante uno scambio di e-mail in cui era arrabbiato con me, finì una e-mail con un PS fuori contesto che diceva "Oh, a proposito, dovresti considerare di lavarti i denti di più spesso. Il tuo alito puzza. "Anche se sapevo che aveva intenzione di farmi vergognare, e ho controllato con amici che dicevano di non aver notato che avevo costantemente l'alitosi, sono ancora iperconscio del mio respiro fino ad oggi e ho notato che a volte mi copro la bocca o gira la testa quando parlo con gli altri. Il vergogna ha funzionato.

Ci sono molti modi in cui vergogniamo gli altri: il sarcasmo, il soprannome, l'espressione del disgusto e il rullare degli occhi sono tutti modi in cui comunichiamo che qualcun altro non è degno del nostro rispetto. I comportamenti di vergogna ci fanno sentire superiori a quell'altra persona, e comunicano a loro che vorremmo fossero o agissero in modo diverso, senza che noi dovessimo effettivamente parlare con loro in un modo adulto e assumerci la responsabilità dei nostri stessi sentimenti. Allo stesso modo, la presa in giro è così spesso radicata nell'ostilità, la vergogna trae energia dal giudizio e dall'auto-giustizia. La vergogna, in qualsiasi forma, è un modo per controllare l'altra persona usando il loro bisogno profondamente radicato di connessione per minacciarli con la disconnessione. È geniale. E nefasto.

L'arma migliore contro la vergogna è l'empatia. Se ci sintonizziamo sulla nostra empatia, sulla nostra capacità di capire come potrebbe sentirsi nei panni di qualcun altro, possiamo capire quanto sia doloroso ascoltare parole vergognose. Se abbiamo deciso di non causare danni agli altri, possiamo usare questa empatia come un modo per spegnere l'istinto di vergognare gli altri, e come promemoria per scegliere le parole più gentili quando abbiamo bisogno di comunicare. Possiamo praticare l'arte di controllare le nostre parole prima di parlarle, specialmente quando proviamo disgusto, rabbia o dolore. Le parole che stiamo per dire sono necessarie, utili e veritiere? Se no, allora, con la pratica, possiamo scegliere di non dirlo, e invece consideriamo che cosa vogliamo veramente comunicare.

E tu? Puoi ricordare le volte in cui qualcun altro ha usato comportamenti di vergogna per dimostrarti che non eri a posto come eri? E puoi ricordare le volte in cui l'hai fatto agli altri?

Solutions Collecting From Web of "Vergognatevi! Usi la vergogna per controllare gli altri?"