Vedere passato Attrazione iniziale

Di Joanne Davila e Kaycee Lashman

Quindi hai incontrato un nuovo ragazzo o ragazza. Sei super attratto e sei stato "in giro" per un po ', ma non sai come chiamare la tua relazione. Sei in quello "spazio casuale" e ti senti come se fosse il momento di decidere se andare avanti.

Come decidi?

A questo punto, molte persone potrebbero basare la loro decisione semplicemente sul loro senso di attrazione e su quel crescente senso di essere "innamorati", dove c'è passione ed eccitazione e la sensazione che tutto di questa persona sia grande.

E perchè no? Certamente non vorresti andare avanti se non sentissi quelle cose. E perché terminare una relazione che ti fa sentire così bene?

Siamo d'accordo. MA…

C'è altro da decidere se andare avanti rispetto all'attrazione e quei primi sentimenti d'amore. Devi davvero conoscere qualcuno – il buono e il non buono – in modo che tu possa decidere se ti piacerà ancora la persona una volta che la luna di miele sarà finita. E devi capire se voi due potete soddisfare i bisogni dell'altro.

Ecco alcuni modi per farlo:

1. Passare dall'essere focalizzati sui risultati a bisogni focalizzati.

Quando si prendono decisioni relazionali, molte persone si concentrano sul risultato che vogliono. Il loro obiettivo è quello di ottenere un ragazzo / ragazza, o sposarsi, avere un certo tipo di relazione, ecc. Hanno degli obiettivi relazionali (google #relationshipgoals per alcuni esempi), ma queste sono solo visioni di un risultato idealizzato.

Per prendere veramente una buona decisione relazionale, devi smettere di essere concentrato unicamente sul raggiungimento del risultato che desideri e iniziare a concentrarti sul fatto che tu e il tuo partner siate in grado di soddisfare le esigenze degli altri, proprio ora, proprio come voi. Se sei guidato dalla pressione per arrivare da qualche parte (il risultato), puoi perdere di vista l'importanza di valutare con precisione se il tuo partner è davvero la persona giusta con cui arrivare.

Immagina una persona il cui obiettivo è sposarsi e avere figli. Possono trovare un partner che vuole lo stesso risultato, ma se quel partner non soddisfa le tue esigenze o ti tratta come vuoi e merita di essere trattato, allora quel partner non è giusto per te.

2. Determina quali sono i tuoi bisogni e se sono soddisfatti.

Se vuoi essere focalizzato sui bisogni piuttosto che focalizzato sui risultati, devi sapere quali sono le tue esigenze. Diane Rehm ha avuto diversi ospiti nel suo spettacolo "How We Choose Our Spouses." Uno era Helen Fisher, che ha detto:

"… Ho dati su 30.000 persone … chiedo su Match.com che cosa stai cercando, e la cosa più importante che le persone stanno cercando in America oggi, il 98 percento, dice che vogliono qualcuno che li rispetti, qualcuno di cui possano fidarsi e confida, qualcuno che li faccia ridere, qualcuno che dia loro abbastanza tempo e qualcuno che sia fisicamente attraente. Quindi, penso che stiamo iniziando a scegliere persone, partner, per ragioni molto solide. "[1]

Helen Fisher sta parlando dei bisogni, e non potremmo essere più d'accordo sul fatto che soddisfare i nostri bisogni in una relazione sia fondamentale. Abbiamo compilato un elenco di esigenze di relazione chiave che riflettono ciò che la scienza delle relazioni ci dice su ciò che è importante per una relazione sana. Puoi leggere su di loro in un'intervista che abbiamo fatto con Gabrielle Savoie, intitolata "9 domande a cui ogni coppia può rispondere – puoi?" Usa questa lista mentre pensi a ciò che vuoi e se la tua relazione ha o meno, e vedi se puoi fornisci alcuni esempi di quando senti che hai bisogno di essere raggiunto o meno.

3. Conosci i tuoi limiti e rompi le cose.

Mentre stai cercando di capire se hai soddisfatto i tuoi bisogni, devi essere chiaro sulle cose che sono dei limiti difficili o dei rompicapo per te. Ci possono essere molte cose su cui sei disposto a scendere a compromessi in una relazione – cose in cui tu e il tuo partner siete diversi, ma quelle differenze non sono fonti di conflitto significativo o non hanno il potenziale di ferirvi a vicenda. Ci saranno anche cose in cui non puoi e non dovresti scendere a compromessi – qualsiasi cosa che ti porta a sentirti insicuro (emotivamente o fisicamente) è un rompicapo.

Avrai anche i tuoi unici rompi-affari. Forse sai che non puoi vivere con qualcuno che non ha il proprio gruppo di amici e interessi, o che a loro piace prendertela con le cose o chi non si prende cura della loro salute fisica. Qualunque cosa sia, è importante che tu sia consapevole dei tuoi limiti e tenerli in considerazione quando prendi decisioni. Non accontentarti Non aspettarti che un partner cambi per te. Non pensare che le farai cambiare un giorno. Se è un rompicapo all'inizio, sarà più tardi un rompicapo.

4. Continuate a valutare le vostre esigenze e se verranno soddisfatte nel tempo.

Ci vuole tempo per conoscere veramente qualcuno e ci vuole tempo per sapere se è possibile soddisfare le esigenze degli altri. Possiamo solo giudicare se una relazione è giusta per noi come vediamo come ci trattiamo l'un l'altro nel tempo e in diverse situazioni. Questo è il motivo per cui è così importante che non prendiamo decisioni di relazione impulsive. Più tempo condividi e più parli e ti comunichi l'un l'altro, più sarai in grado di dire se la relazione è giusta.

5. Assicurati di avere il "definire la relazione parlare" e di essere consapevole che potrebbe non essere una cosa di una volta.

Questo è legato ai nostri punti sopra. È importante discutere apertamente quale tipo di relazione cerchi e quali sono i tuoi bisogni e limiti fondamentali per evitare di andare avanti su presupposti e aspettative imprecisi. Ad esempio, se si desidera una relazione monogama, condividere le proprie opinioni in anticipo e negoziare un accordo in base al quale se uno di voi si sente in futuro non può essere monogamo ne parlerebbe (cioè, prima che uno di voi imbrogli). Se diventa chiaro, all'inizio, che non vuoi le stesse cose, allora saprai che è ora di concludere la relazione.

Inoltre, se stai valutando continuamente se i bisogni sono soddisfatti, potrebbe essere necessario avere la DTR più di una volta perché quando si verifica un problema, vorrai sapere se tu e il tuo partner siete sulla stessa pagina. Le esigenze delle persone possono cambiare nel tempo ed è importante essere aperti con il partner in modo che entrambi possano determinare se è possibile continuare a soddisfare le esigenze degli altri.

6. Verifica se tu e il tuo partner potete affrontare con successo situazioni in cui le vostre esigenze sono in conflitto.

La chiave per farlo è essere in grado di dire al tuo partner quando ritieni che i tuoi bisogni non siano soddisfatti, incoraggiandoli a fare lo stesso. In tal modo, puoi imparare molto l'uno sull'altro e su come rispondi ai bisogni dell'altro. Ecco un esempio di un paio che prova a farlo:

Cindy: ieri sera hai fatto un commento su di me che mi mordicchiavo le unghie. Mi sentivo critico.

Ryan: Davvero? Che cosa ho detto?

Cindy: Qualcosa su come non sono diventato troppo grande per mangiarsi le unghie.

Ryan: Seriamente?

Cindy: l'ultimo ragazzo con cui ho rotto era critico.

Ryan: Spiega.

Cindy: come se mi dicesse sempre come fare le cose …

Ryan: (interrompendo) Sei sicuro che non stava solo cercando di essere d'aiuto? Mi sono ritrovato a voler buttare via la tua mano dalla tua bocca (ridendo) – Voglio dire che puoi dipingere delle cose sulle tue unghie per smettere di farlo.

Cindy: (non sa cosa dire)

Ryan: Ok, ho capito, sei sensibile.

Cindy: È più come se non volessi essere giudicato in una relazione.

Ryan: Ok, non ci sono commenti su di te che ti mordono le unghie. Abbiamo finito?

Cindy: Ascolta, voglio stare con qualcuno che mi accetti esattamente per quello che sono. Non voglio dire se sto facendo qualcosa di veramente doloroso, ma voglio essere con me, non una versione di me che preferisci. E voglio accettarti per quello che sei.

Ryan: Chiaramente no, se pensi che ti stia criticando. Voglio dire, mi sento come se dovessi camminare su gusci d'uovo intorno a te, facendo attenzione a quello che dico. Sei molto sensibile e io sono un ragazzo supponente, schietto.

Cindy: Mi piace che tu sia supponente e schietto sulla politica, per esempio. Non voglio che tu mi giudichi. Invece prova a chiedere perché faccio le cose la prossima volta. Mi mordo le unghie quando sono nervoso.

In questa conversazione, puoi vedere che stanno conoscendo alcuni dei reciproci bisogni. Ad esempio, Cindy sta dicendo a Ryan che vuole sentirsi accettata, Ryan sta dicendo a Cindy che non vuole camminare con i gusci d'uovo intorno a lei. Stanno parlando apertamente e si fanno domande l'un l'altro e si dicono l'un l'altro, almeno un po ', su cosa pensano l'uno dell'altro. Ora Cindy può valutare se Ryan ha sentito e capito il suo bisogno vedendo come la tratta in futuro. Ad esempio, se continua a commentare il suo modo di mangiarsi le unghie, o se afferma le sue opinioni su altri aspetti del suo comportamento che risultano nei suoi sentimenti criticati (ad esempio, "Perché devi mangiare così lentamente? Perché devi lasciare il dentifricio sul bancone in quel modo? "), quindi Cindy avrebbe saputo che il suo bisogno di essere accettato e il suo bisogno di esprimere le sue opinioni non potevano essere risolti. Se, d'altra parte, smette di fare commenti potenzialmente giudicanti e inizia a chiederle del suo comportamento ed esprime le sue preoccupazioni, e lei inizia a riconoscere che le sue opinioni non sono critiche, quindi Cindy e Ryan saranno probabilmente in grado di gestire esigenze conflittuali .

La chiave per gestire esigenze conflittuali è la reciprocità. Quando ti avvicini alle relazioni da una posizione di mutualità, riconosci che entrambe le persone hanno bisogni, entrambi i gruppi di bisogni contano, ed entrambi meritano di essere raggiunti. Le persone che usano la reciprocità sono aperte e in grado di comunicare i loro bisogni e interessati ad ascoltare i bisogni dei loro partner. Si mettono nei panni del loro partner e lavorano per capire ed entrare in empatia l'uno con l'altro. Riconoscono il valore nei propri bisogni e desiderano sinceramente e cercano di soddisfare i bisogni del proprio partner.

Puoi guardare questo in un partner dal modo in cui si avvicinano a un problema che emerge nella relazione. Ad esempio, Cindy ha identificato un problema e Ryan ha immediatamente pensato che fosse colpa sua – lei era troppo sensibile. Se avesse mantenuto quella posizione, senza cercare di vedere il suo punto di vista e senza assumersi la responsabilità di comportarsi in un modo che avrebbe vissuto come meno critico, allora Ryan non avrebbe adottato un approccio reciproco alla loro relazione, e questo sarebbe un firmare per non andare avanti nella relazione.

Se riesci a controllare questi sei elementi dalla tua lista man mano che conosci un partner, sarai sulla buona strada per essere in grado di prendere una buona decisione sull'eventualità di andare avanti con la relazione oppure no.

Solutions Collecting From Web of "Vedere passato Attrazione iniziale"