Uso limitato di educazione etica

Un altro scandalo sessuale che coinvolge un politico prende il titolo di cronaca del giorno, mentre nelle pagine di business ci sono notizie di imbrogli finanziari. La scorsa settimana il posizionamento delle notizie è stato il contrario, con misfatti finanziari che hanno portato gli scandali principali e politici nelle pagine interne.

Non ci sarebbe molto interesse nella sezione intrattenimento senza pettegolezzi salaci. Ma non sono solo la politica, gli affari e lo spettacolo / gli sport che sono pieni di corruzione, menzogne ​​e furti. Difficilmente una professione viene risparmiata da tali indignazioni.

Le scuole professionali e le organizzazioni professionali hanno introdotto requisiti di etica. Ma che cosa dovrebbe essere insegnato esattamente? Nei miei corsi di etica la maggior parte degli studenti inizia il semestre pensando che tutto ciò che deve essere appreso sull'etica sia insegnato ai bambini a casa. Non c'è nient'altro da imparare per loro. Mentre c'è del vero in questo, è lontano dal quadro complessivo.

Gli atteggiamenti di base vengono insegnati in giovane età, ma il modo in cui applicare principi e valori etici in situazioni particolari spesso non è del tutto chiaro. Inoltre, le pressioni sociali possono distorcere tali valori a tal punto che gli individui non vedono più che il loro comportamento è moralmente dubbio.

Essere in grado di ordinare i valori in conflitto in situazioni oscure richiede un pensiero critico. Non si tratta di trovare la risposta corretta, ma di saper cogliere le sfumature, essere in grado di formulare ipotesi plausibili, avere la capacità di valutare i risultati probabili e valutare accuratamente le dimensioni morali della situazione.

Questa è saggezza pratica, qualcosa che i bambini non posseggono e non possono possedere. Aristotele spiega in questo modo: "Mentre i giovani diventano abili nella geometria e nella matematica, e saggio all'interno di questi limiti, i giovani prudenti non sembrano essere trovati. La ragione è che la saggezza pratica riguarda sia i particolari che gli universali, e i particolari vengono resi noti dall'esperienza, ma un giovane manca di esperienza, poiché è necessario un certo periodo di tempo per produrlo "(Nicomachean Ethics 1142 a).

I principi etici possono essere insegnati come fatti da apprendere e possono essere testati sui test di riempimento degli spazi vuoti. Ma se la saggezza pratica richiede esperienza, allora l'educazione etica per gli adulti è qualcosa di diverso rispetto a fatti e informazioni. Sfortunatamente, la maggior parte dell'istruzione etica, sia nelle aule universitarie che nei corsi di formazione continua nelle professioni, si basa sul formato della lezione: ascoltare un esperto, imparare i fatti, conoscere i principi.

Questo mese John W. Dean III, consigliere della Casa Bianca a Richard Nixon, presenta un programma di mezza giornata di etica in cui racconta le lezioni apprese nelle coperture della Casa Bianca dopo gli arresti dei ladri del Watergate. L'assunto dietro questo approccio all'etica è che gli avvocati che ascoltano Dean raccontano i suoi travagli etici e le inadempienze impareranno dai suoi errori, come se ascoltare un racconto di ammonimento servisse da inoculazione contro la perfidia.

Questo approccio all'insegnamento dell'etica è in gran parte inutile e, prevedo, avrà scarso effetto nel modificare il comportamento non etico. Ciò che fa la differenza è applicare il pensiero ai particolari e pensare e parlare di questioni etiche con gli altri per un lungo periodo di tempo. Quello che so sullo sviluppo morale è che qualsiasi programma o corso che non si estende per diversi mesi sarà inefficace nel prevenire comportamenti non etici. I corsi brevi possono aiutare a identificare le questioni etiche in prima istanza e possono fornire informazioni necessarie per problemi di conformità etica, ma è l'esame di situazioni etiche, viste da molti punti di vista da molte persone, che possono fare la differenza in situazioni nuove e contraddittorie.

È difficile per gli insegnanti astenersi dal dare la "risposta giusta" ai problemi etici. A volte ho bisogno di trattenermi dal correggere uno studente. Ma affinché qualcuno possa acquisire l'esperienza di pensare attraverso le complessità morali, l'insegnante etico deve essere una guida e un mentore, non un docente o un giudice.

John Dean chiede: "In che modo il nome di Dio potrebbe coinvolgere così tanti avvocati in qualcosa di simile?" Concentrarsi sull'integrità di un individuo è solo una parte della soluzione. Molti scandali etici coinvolgono persone che altrimenti sono oneste. Il problema non risiede nella mancanza di rettitudine, ma in istituzioni che creano pressioni per razionalizzare il cattivo comportamento. Ci sono molti esempi di questo, la più ovvia è una società in cui tutto è misurato dalla linea di fondo. Le persone tagliano gli angoli, coprono, creano finzioni, imbrogliano e mentono per mantenere un posto di lavoro, ottenere un aumento, creare un partner o ricevere un bonus. Uno dei motivi per cui molti studenti imbrogliano, ad esempio, è perché la pressione per i buoni voti è enorme. Dove le persone competono per una scarsità di beni – soldi, voti, ecc. – fare la cosa giusta per molti passa in secondo piano al successo.

Mentre le istituzioni prestano il loro servizio all'etica, pochi ricompensano coloro che riferiscono comportamenti non etici. Invece, i whistleblowers pagano un prezzo molto alto. Essere licenziati è solo l'inizio dei problemi di un informatore. Trovare un nuovo lavoro è difficile (chi vuole assumere un produttore di problemi?) E spesso le persone perdono case e coniugi.

Alcuni problemi istituzionali sono sottili. Uno studio recente indica la relazione tra privazione del sonno e comportamento non etico. Infermieri e studenti privati ​​del sonno hanno dimostrato, tra le altre cose, maleducazione e tentativi di prendere denaro non guadagnato. http://www.washingtonpost.com/blogs/post-leadership/post/why-sleep-depri…

Nel suo libro, Willful Blindness, Margaret Heffernan scrive a proposito del pedaggio che lavora per lunghe ore e assume la capacità dei lavoratori di emettere seri giudizi etici. Sostiene che l'obbedienza all'autorità, la nostra inclinazione alla conformità, l'effetto spettatore in cui pensiamo che gli altri si prenderanno cura del problema, la distanza dagli effetti delle nostre azioni e la divisione del lavoro contribuiscono tutti a diffondere la responsabilità personale. Non è che la gente non sappia qual è la cosa giusta; è che diventano ciechi moralmente.

Sapendo che l'etica parte dalla responsabilità individuale ma è supportata o indebolita dalle pressioni sistemiche, è possibile progettare un vero programma di etica. Organizzazioni e professioni che mandano le persone a programmi di etica pensando che un buon comportamento sarà assicurato ma non guardano alle strutture che supportano il comportamento morale e quelle che sono di impedimento stanno prendendo in giro se stessi.

Solutions Collecting From Web of "Uso limitato di educazione etica"