Uso dei 4 cattivi trucchi psicologici

Pressmaster/Shutterstock
Fonte: Pressmaster / Shutterstock

Che lo capiscano o meno, i leader politici, professionali e della comunità usano spesso la psicologia per influenzare e controllare i loro seguaci. Sia i leader buoni che i cattivi possono usare dispositivi psicologici a loro vantaggio. La differenza tra leader buoni e cattivi è come li usano. Qui ci sono 4 tattiche psicologiche spesso usate dai leader, sia nel bene che nel male:

1. In-Group / Out-Group Bias

Questo dispositivo psicologico, a volte chiamato "We-They Feeling", aumenta la coesione e la solidarietà tra i membri di un particolare gruppo (o partito politico) concentrandosi su un gruppo esterno . Vediamo i leader usarlo continuamente: "Siamo i bravi ragazzi; sono i cattivi. "" Abbiamo ragione, hanno torto. "" Rappresentano una minaccia per il nostro modo di vivere; dobbiamo preservarlo ". Questo pregiudizio è la radice del pregiudizio, poiché i membri del gruppo esterno sono diffamati e le tensioni aumentano. Sfortunatamente, questo trucco economico viene usato continuamente in politica, da leader sia buoni che cattivi, e ha portato all'enorme divario politico tra i partiti politici di oggi negli Stati Uniti.

I cattivi leader lo sfruttano davvero. Il cattivo leader guadagna un vantaggio a breve termine – la lealtà e l'impegno dei suoi seguaci – ma ci sono costi a lungo termine. È estremamente difficile quando le due fazioni (o nazioni) devono lavorare insieme in futuro. E quando demonizziamo quelli nel gruppo esterno, può far emergere il peggio nelle persone. I buoni leader cercano di gestire i pregiudizi all'interno del gruppo / out-group concentrandosi su obiettivi comuni (noti anche come "obiettivi sovraordinati") e lavorando insieme per risolvere problemi comuni o ottenere obiettivi comuni.

2. Esigente obbedienza incondizionata all'autorità

"Fai quello che dico perché sono il capo". Questa è una dichiarazione indicativa di una cattiva leadership. Gli studi di obbedienza di Milgram hanno dimostrato che le persone mostreranno cieca obbedienza a un'autorità, arrivando persino a fornire shock dolorosi e pericolosi a vittime innocenti. Ma quando gli individui richiedono obbedienza assoluta è un segno rivelatore di cattiva leadership, un altro trucco psicologico economico. Da bambini, alla maggior parte di noi viene insegnato ad obbedire all'autorità, e alcuni continuano a sottomettersi troppo facilmente e ciecamente agli adulti.

È il percorso più difficile, ma il percorso del buon leader, per consentire ai seguaci di mettere in discussione la loro autorità quando è giustificato. Un leader che non si consulta con i seguaci o che non concede alcuna condivisione di potere, ma richiede invece una lealtà incondizionata, non è solo un cattivo leader, ma uno che sarà probabilmente inefficace nel lungo periodo.

3. Creazione di eccezioni

I leader sono quelli che devono applicare le "regole" e i buoni leader assicurano di dare il buon esempio seguendo queste stesse regole. I cattivi leader tendono a credere che siano un'eccezione alle regole e che le regole non si applicano a loro a causa della loro importanza o posizione. L'etico di leadership Terry Price definisce questa eccezione. Gli esempi includono i molti leader che si impegnano in comportamenti illegali o immorali, dall'accettazione di tangenti ad avere affari illeciti per eludere le leggi. I migliori leader possiedono umiltà. Sanno che le regole si applicano a loro e che sono esemplari morali per coloro che guidano.

4. Scambi ingiusti o non realistici

Comune in capi religiosi e capi di stato, qui il leader offre qualcosa che lui o lei non può in realtà fornire, come la salvezza eterna, in cambio della lealtà completa di un seguace. I leader della setta religiosa, per esempio, chiedono ai seguaci di firmare tutto, o gran parte, della loro ricchezza in cambio di (eventuale) salvezza. Quando ai seguaci viene chiesto di fare enormi sacrifici, come rinunciare ai loro soldi o alla loro libertà, crea una devozione quasi indiscussa al leader, e aumenta la probabilità di un'obbedienza cieca.

Ogni volta che un leader afferma che "Dio è dalla nostra parte", questo è, per definizione, uno scambio irrealistico. (Come può un leader saperlo?) Considera questa meravigliosa citazione di Abraham Lincoln, un buon leader: "La mia preoccupazione non è se Dio è dalla nostra parte; la mia più grande preoccupazione è essere dalla parte di Dio ".

Cerca l'uso di trucchi sporchi e sarai in grado di individuare un cattivo leader.

Vai qui per imparare come combattere un cattivo leader.

Seguimi su Twitter: http://twitter.com/#!/ronriggio

Solutions Collecting From Web of "Uso dei 4 cattivi trucchi psicologici"