Uno ha disegnato il nido del cuculo

Molti terapeuti dell'arte si trovano a occuparsi di questioni forensi senza necessariamente lavorare all'interno delle tradizionali strutture forensi di carceri, carceri e strutture di detenzione minorile. Questi terapeuti dell'arte si ritrovano in, quello che alcuni potrebbero sostenere, un ambiente molto più ambiguo e pericoloso, l'ospedale forense di salute mentale: queste strutture combinano le caratteristiche più impegnative della prigione e della struttura psichiatrica.

Dopo essersi laureata in arte terapia nel 2007 presso la Florida State University, la blogger di questo post, Sheila Lorenzo de la Peña, ha fornito tali servizi a un infame e intimidatorio ospedale psichiatrico di stato con pazienti forensi.

La signora Lorenzo de la Peña sta attualmente lavorando al suo dottorato in arteterapia presso la FSU e ha contribuito al capitolo " 2D Expression is Intrinsic" nel prossimo Wiley Handbook of Art Therapy di Gussak e Rosal (data di pubblicazione: marzo 2015).

Arteterapia in un ospedale per la salute mentale forense [FMHH]

Di Sheila Lorenzo de la Peña

"… l'umiliazione e l'intimidazione che derivano dall'essere nel ruolo di un paziente psichiatrico … sentirsi completamente vulnerabili agli estranei e sentirsi impotenti e piccoli".

Caughey, M. (2011). Fare arte, esplorare la follia. Servizi psichiatrici . 62 (2) p.126-127.

In varie pubblicazioni Gussak e altri hanno, attraverso aneddoti e descrizioni pratiche, identificato somiglianze e differenze tra l'arteterapia forense (FAT) e l'arteterapia in contesti forensi (FS) [vedi il post "Investigazione e Intervento" qui]. Nei prossimi paragrafi fornirò le mie osservazioni sulla terapia artistica in un ambiente simile ma distinto: l' ospedale della salute mentale forense (FMHH).

FMHH / ITP / NGI-Trattamento attraverso acronimi

La popolazione FMHH è costituita principalmente da adulti e giovani giudicati adulti che hanno esigenze di salute mentale cronica e sono coinvolti nel sistema giudiziario penale. A seconda delle necessità, gli individui vengono ospedalizzati tramite il sistema giudiziario per la valutazione o il trattamento. Tutte le diagnosi DSM-V sono servite, con un'alta incidenza osservata di doppia diagnosi e comorbilità con abuso di sostanze. La maggior parte delle persone sono abbastanza malate.

Gli stati usano classificazioni variabili ma rimangono simili: le persone che entrano nel FMHH per la valutazione sono incompetenti a procedere (ITP) e coloro che sono stati condannati ma devono rimanere al FMHH a causa dei loro bisogni di salute mentale sono ritenuti non colpevoli a causa della pazzia (NGI). Coloro che sono ITP sono trattati in modo che possano tornare in tribunale e essere processati. Coloro che tornano dalla corte come NGI avranno bisogno di ulteriori servizi per mantenere la stabilità e stabilire bisogni e risorse, verso la possibilità di una reintegrazione della comunità. A causa della cronica mancanza di collocamenti nella comunità, quest'ultima può purtroppo richiedere anni.

I servizi di terapia artistica possono essere efficaci in tutte le fasi del processo, dalla valutazione al trattamento esteso e alla reintegrazione della comunità.

FMHH e FS: simili e unici

L'arte terapeuta può sperimentare dinamiche istituzionali simili in un FMHH come lui o lei avrebbe esperienza in un FS: linee guida della struttura, bisogni e abilità del cliente e, soprattutto, sicurezza. Tuttavia, ci sono alcune differenze. Mentre è simile a FS in quanto il potenziale di pericolo è sempre presente, nelle carceri e nelle carceri quando i detenuti non sono in seduta o in lavoro, possono essere trovati nelle loro celle e la sicurezza è sempre presente. In una sicurezza FMHH potrebbe non essere così pronunciato, e non sono sempre rinchiusi nei loro reparti, richiedendo più vigilanza da parte dello staff che cammina e lavora tra loro.

Per vari motivi, i terapeuti dell'arte devono spesso lavorare per fare di più con meno. È improbabile che ci sia uno spazio designato per l'arteterapia e si trovano a fornire servizi con gruppi misti in aule, sale riunioni o persino uffici presi in prestito. Mentre alcuni clienti potrebbero essere in trattamento involontariamente, molti si limitano a scendere dalle loro unità.

L'arteterapeuta deve quindi agire responsabilmente come "ambasciatore" (vedi post: Terapia in carcere: dove legale, etica e morale si scontrano), della professione e come facilitatore dei servizi di cura.

Mentre gli FMHH sono diversi dalle carceri, i terapeuti dell'arte farebbero bene a essere esperti nelle possibilità di fornire servizi in contesti correttivi. Mentre la struttura avrà regole, linee guida e regolamenti rigorosi, molto probabilmente non riconosceranno le particolari problematiche che un terapeuta dell'arte potrebbe incontrare in questa istituzione.

Presso un FMHH è sempre presente il pericolo di lesioni autoinflitte, l'uso improprio dei media o lo sfruttamento di artefatti prodotti al di fuori dello spazio terapeutico. L'arte terapeuta deve prevedere possibili ramificazioni e pesarle contro eventuali benefici terapeutici per il cliente e la struttura. Poiché più terapeuti dell'arte si trovano in tali agenzie, vi è una crescente necessità di educare e difendere la sicurezza del cliente e la continuazione di tali servizi.

Progressi misti: un paradosso in 5 frasi

Alcuni anni fa ho notato un individuo ITP [incompetente per procedere] la cui arte si è distinta; sembrava che fosse professionalmente addestrato. Ha dimostrato gravi sintomi psichiatrici e non ha parlato … non con me o con i suoi coetanei. Tuttavia, volevo lavorare con lui. Quando ho parlato con il suo team di trattamento erano scettici, ma mi hanno permesso di procedere. Tutto è cambiato quando ho capito che parlava principalmente spagnolo.

Nelle nostre sedute ha fatto arte mentre parlava della sua vita, delle relazioni familiari, dell'educazione, della professione, ecc. – tutto in spagnolo (mentre mi lavavo per conto mio). Migliorò – cominciò a comunicare con quelli che lo circondavano e arrivò persino alla sua famiglia estraniata. L'arte ha anche fornito un mezzo di collegamento.

Con tutti i progressi compiuti stava per tornare in tribunale. Non è tornato.

Probabilmente sta scontando l'equivalente di un ergastolo in carcere.

Questa storia mi è tornata quando ho iniziato a scrivere questo post. Era uno dei tanti incroci che incontrai. In sostanza, ho aiutato qualcuno a migliorare, in modo da poter andare in un ambiente molto più restrittivo e anti-terapeutico. Questo è rimasto con me.

Un terapeuta dell'arte si troverà a fornire nuove idee e metodi divergenti, mentre, oserei dire, commettere degli errori. Diventa una lotta quotidiana per riconciliare le nostre linee guida etiche e morali con ciò che l'istituzione ci richiede. FMHH è una combinazione di un FS con un day hospital / un ospedale per la salute mentale. Eppure, diverso da entrambi, l'impostazione presenta problemi particolari per la propria sottocultura.

Endnote-Self-care è imperativo

È importante, in quanto arteterapeuti, prendersi cura di sé e riconciliare tali lotte interne. Un modo è rimanere in contatto con la professione, raggiungere i social media e rimanere attivi in ​​modo creativo. Un modo in cui lo faccio è impegnando l'arte della risposta per mitigare gli incontri, gli sconfinamenti e le perdite.

Il seguente brano è la mia risposta nel lavorare con l'individuo sopra descritto. [1]

Self-care art piece

Opera d'arte di auto-cura

[1] Nota di Blogger: questo uno dei tanti pezzi che la signora Lorenzo de la Peña ha realizzato in risposta alle sue esperienze quotidiane. Per vedere più del suo lavoro, controlla il suo blog: Proiezioni simboliche

Solutions Collecting From Web of "Uno ha disegnato il nido del cuculo"