Un'amicizia improbabile, a 60 anni di distanza

Chandran ed Erin, e famiglia, alla laurea

Erin Knauer e Chandran Kaimal hanno partecipato al Digital Life History Project alla Colgate University. Ecco il commovente resoconto di Erin della forte amicizia intergenerazionale e interculturale emersa da questo progetto, e la risposta di Chandran. Puoi vedere la storia digitale che hanno realizzato insieme (onorando le esperienze di immigrazione di Chandran) qui.

Cara Meika,

Quando incontrai per la prima volta Chandran, vidi un gentile vecchio uomo, che sembrava un po 'timido e disponibile ma imbarazzato ad aprirmi. Non riusciva davvero a capire perché ero interessato a sentire la sua storia. Durante la laurea ha toccato questo, dicendo che si era rassegnato / non si aspettava sorprese di venire nella sua vecchiaia, che non avrebbe sviluppato una relazione così stretta da quando li aveva formati tutti da giovani. E questo non è stato il caso della nostra stretta amicizia, che si è ampliata fino a includere la mia famiglia.

La nostra prima conversazione consisteva in un'ampia panoramica della sua vita e più imparavo, più ero affascinato. Penso che la vera ragione di ciò sia che io sono la figlia di un immigrato colombiano che è venuto in questo paese senza niente, e alla fine, con il duro lavoro, ha fatto qualcosa di se stesso – una storia da ricchi a ricchi. Quindi ho sentito subito questa connessione di base, qualcosa con cui mi poteva capire, in termini di identità, (culturale), molto meglio di chiunque altro io conosca.

Ho ascoltato tutte le storie di mia madre per tutta la vita (a volte involontariamente), e le adoro. Le storie di Chandran erano molto simili per molti aspetti. Mi ha parlato delle sue continue lotte per assimilare, del sacrificio di lasciare la tua famiglia alle spalle per la tua prosperità / percorso, e del suo stretto legame con i suoi figli e di ciò che ha portato dalla sua cultura e tradizioni a loro.

Dalla prima sessione, abbiamo parlato per ore, trovando più somiglianze nelle storie di sua e di mia madre, confrontando le loro esperienze vivendo la vita / sogno americano e come hanno cresciuto i loro figli. Poteva davvero capire la mia prospettiva sulle cose, il mio senso di appartenenza a nessun luogo o cultura, chiamando a casa tre paesi separati, sentendosi un estraneo tra la "mia" gente, e lui vedeva come questo mi portasse a studiare antropologia.

Più parlavo con lui, più volevo vederlo e passare del tempo con lui, dato che era una via di fuga dalla scuola e mi dava una guida. In questo modo ha assunto il ruolo di nonno e mi considera una delle sue nipoti. Ciò ha portato ad una sorta di aiuto reciproco e di consulenza, in cui mi ha aiutato a rilassarmi ea cominciare a credere in me stesso, e ho aiutato ascoltando e, in alcune occasioni, dandogli la mia prospettiva su qualcosa che lo turbava. E di solito facevamo tutto questo parlando durante la cena, il che lo rendeva ancora più speciale e mi faceva sentire più come se stessi tornando a casa quando entrai dalla loro porta.

Nei semestri seguenti abbiamo deciso di incontrarci almeno una volta ogni volta, in modo che potessimo raggiungerci e lui potesse sentire come stavo facendo a scuola. Volevo davvero che incontrasse la mia famiglia, specialmente mia madre, e così l'ultima notte che ho trascorso ad Hamilton prima di andare a casa, Chandran e sua moglie Lorraine hanno invitato i miei genitori ed io a casa loro per la cena. Mia madre e Chandran scambiavano storie su quello che avevo raccontato l'uno sull'altro, il che era piuttosto divertente da ascoltare. Hanno anche confrontato le loro storie di immigrati e le prospettive scambiate che hanno sviluppato vivendo come americani e avendo famiglie qui.

Ho chiesto a Chandran se sarebbe venuto alla mia laurea, per la quale ha gentilmente accettato, e così quando sono tornato a maggio, sono tornato presto e sono rimasto a casa sua. Questo ci ha dato un po 'di tempo per recuperare, e alla sera sono arrivati ​​i miei genitori e mia sorella e ci siamo goduti un'altra cena meravigliosa. Anche mia sorella lo ha colpito con lui e ora lei gli corrisponde, per quanto riguarda la cucina indiana. E così cresce il nostro legame familiare!

Guardo a Chandran come a una figura confortante, gentile e comprensiva con cui posso parlare di qualsiasi cosa. I miei nonni sono morti quando ero piccolo, quindi li ha sostituiti / li rappresenta ai miei occhi. Adoro la saggezza che mi trasmette così volentieri e quell'amore paterno che mi ha donato, e sono così grato di aver avuto la fortuna di riceverlo.

Spero che questo risponda alle tue domande e per favore fammi sapere se ne hai altre. Mi dispiace di averlo fatto così a lungo, ma sento che questo è il minimo che posso scrivere per dare una descrizione onesta della nostra relazione. Mi terrò in contatto e ti farò sapere come vanno le cose per me. Fino ad allora, per favore continuate le interviste sulla storia della vita, perché noi studenti dobbiamo rallentare e ascoltare i saggi di tanto in tanto!

Saluti,

Erin

~

Cara Meika,

Grazie per avermi inviato la storia riflessiva e affettuosa di Erin della nostra amicizia. Ha spiegato molto bene come la nostra differenza di età, 60 anni e fattori culturali, come il mio background indiano, ha funzionato a nostro favore. Potremmo trovare un terreno comune e molte ragioni per piacerci. Da parte mia ho subito scoperto che potevo relazionarmi a lei con la stessa facilità con cui faccio con le mie figlie e le mie nipoti.

La narrativa di Erin è diretta e non sentimentale, ma non posso leggerla senza essere colpita dal suo gentile ritratto di me. È vero, anch'io la vedo con affetto simile. È incredibile che potremmo arrivarci nel breve tempo che abbiamo dovuto interagire. Quello che non ci aspettavamo era quanto rapidamente l'amicizia si espandesse fino a includere i genitori di Erin, sua sorella Heather e mia moglie, Lorraine.

Distinti saluti,

Chandran

 

Meika Loe è professore associato di sociologia e studi femminili presso la Colgate University. È l'autrice di Aging Our Way: Lessons for Living from 85 and Beyond.

Solutions Collecting From Web of "Un'amicizia improbabile, a 60 anni di distanza"