Un'alternativa alle Follie della Personalità del DSM 5

Il tentativo del DSM 5 di dimensionare la diagnosi del disturbo di personalità ha obiettivi degni, ma ha sofferto di un'implementazione gravemente incompetente. Il gruppo di lavoro ha prodotto una serie di proposte in continua evoluzione, ma ognuna è un pasticcio di valutazioni complesse e non testate che sicuramente non saranno mai utilizzate dai medici. Il fatto che le proposte siano universalmente condannate dai ricercatori sul campo non ha impedito al gruppo di lavoro di ostinarsi nel soldato, apparentemente ignaro di quanto impossibilmente ingombrante e fuori mano siano le sue proposte.

Mark Zimmerman MD della Brown University ha accumulato una meravigliosa base di dati per lo studio della diagnosi dei disturbi della personalità. Ha sistematicamente valutato un totale di 2.150 pazienti ambulatoriali psichiatrici utilizzando interviste diagnostiche semi-strutturate condotte con attenzione che valutano i disturbi della personalità del DSM-IV, la loro gravità e morbilità. I risultati del dott. Zimmerman (riportati sul Journal of Clinical Psychiatry) sono un'unghia finale nella bara delle sfortunate proposte dimensionali del DSM 5 e forniscono utilmente un'alternativa valida.

Zimmerman ha eseguito un'analisi semplice, ma elegante e appassionante. Ha trattato le valutazioni della personalità di "non presente", "sotto soglia" e "presente" come surrogato di una valutazione dimensionale a 3 punti. Questo è un metodo approssimativo, ma estremamente conveniente e amichevole dal punto di vista medico, per convertire le categorie del disturbo della personalità in dimensioni di personalità. La scoperta sorprendente e incoraggiante di Zimmerman è che questo metodo dimensionale improvvisato è stato in grado di salvare informazioni preziose e ha funzionato abbastanza bene nel predire la morbilità (meglio della diagnosi categoriale e anche dei metodi di conteggio a 3 punti, a 5 punti e criterio).

Le conclusioni di Zimmerman forniscono una chiara via d'uscita dalle follie del disturbo della personalità del DSM 5. "Quello che abbiamo scoperto è che l'approccio dimensionale a tre punti del DSM-IV è un metodo efficace per identificare i disturbi della personalità e questi risultati sollevano dubbi sul fatto che sia necessario o meno modificare il DSM-IV per i disturbi della personalità. Proponiamo, invece, che richiamiamo più attenzione al fatto che esiste già un approccio quasi dimensionale nel DSM-IV esistente. "
(Http://www.sciencedaily.com/releases/2011/09/110921142211.htm)

Il gruppo di lavoro sui disturbi della personalità del DSM 5 è un cervo in testa, incapace di uscire dal pantano che ha creato per sé. La Task Force DSM 5 sembra ugualmente paralizzata. La proposta di Zimmerman è l'unica soluzione fattibile, un modo pratico, se non imperfetto, per salvare la diagnosi dimensionale della personalità per il DSM 5. I Trustees o l'Assemblea APA dovrebbero intervenire e fornire la supervisione di un adulto necessaria per risolvere questo problema a favore del suggerimento di Zimmerman.

Solutions Collecting From Web of "Un'alternativa alle Follie della Personalità del DSM 5"