Una vita tagliuzzata

La mia ipotesi è che nei giorni che precedono, circondando e seguendo l'arrivo e la partenza del nuovo anno, Psychology Today sarà in fiamme con post di blog su tempo, invecchiamento, risoluzioni e reminiscenze … ognuno godendo i suoi 15 minuti di fama prima di essere verso il basso delegato. Forse uno o due possono passare un momento generosamente assegnato "in cima" come "essenziale letto" o come "il più popolare". E di questi ultimi luminari letterari, una piccola manciata sarà senza dubbio ripresa per un'intervista radiofonica o televisiva, espansa in rivista o articolo popolare … o addirittura trasformata in un libro.

E qui sta la metafora (sto sempre esplorando l'orizzonte, sia interno che esterno per una metafora con cui rendere un problema esistenziale incomprensibile in qualcosa di più appetibile e digeribile).

Era arrivato il momento, come sempre, in passato, di pagare l'affitto dell'anno successivo sul mio armadio professionale. Nel corso degli ultimi anni, ero consapevole del fatto che i miei file risalivano al 1982 quando sono entrato per la prima volta in uno studio privato. E ogni anno, lasciavo l'unità di memoria più leggera nella tasca, ma più pesante nell'inevitabilità che un giorno avrei dovuto risolvere migliaia di file di test psicologici, valutazioni di affidamento dei figli, cronache di psicoterapia con clienti che potevano o no ricordo anche i loro brevi momenti in tempo con me.

Ho immaginato o forse fantasticato di sedermi di fronte alla mia unità di archiviazione, mentre la musica classica suonava delicatamente in sottofondo mentre passavo in rassegna migliaia di ricordi e riflettevo sulle vite e sui viaggi di tutti coloro che mi avevano visitato per servizi durante i momenti difficili. Mi sedevo con le lacrime agli occhi smarriti in un turbinio di ricordi pieni di cuore mentre riflettevo in modo toccante sul passare del tempo.

NON!!!!!!!!

Lì davanti a me c'erano 30 scatole di cartelle che coprivano più di trent'anni, e dopo aver aperto il primo con impazienza l'imminente viaggio nella memoria, fui colpito da un solo pensiero … "Crap, come faccio a liberarmi di tutto questo dannato carta? "La legge ha imposto che dovevo conservare gli ultimi sette anni di file, ma anche che conservo la documentazione dei bambini con cui ho lavorato per tre anni oltre la maggiore età. Ho davvero dovuto fare un po 'di vagliatura.

Beh, per farla breve, 30 scatole sono state condotte a quattro, e nel processo di consegna della massa di cartone e carta alla società locale di triturazione, sono rimasto colpito dal modo in cui sono state impiegate le ore della mia vita. E mentre sono forse ossessivamente interessato al passare del tempo, in particolare da quando ho iniziato di recente il mio settimo decennio, non ricordo di aver mai avuto l'opportunità di affrontare così intimamente e fisicamente una manifestazione fisica di quel passaggio.

Certo, ho monitorato, più recentemente forse, il movimento di ore, giorni e anni, demarking contro uno sfondo sempre in movimento di eventi fondamentali nella mia vita sia grandi e piccoli … .giorni, matrimoni, malattie, morti e un fiume altrimenti di rituali annuali banali ma apparentemente necessari, compresa la mia visita annuale al ripostiglio, l'acquisto del mio nuovo libro degli appuntamenti, le visite dal dentista evitate, gli esami della prostata, la registrazione di strani nuovi cambiamenti nella mia pelle e le promesse di rinnovare i tatuaggi sleali che hanno scelto ostinatamente per seguire i dettami della gravità piuttosto che la vanità.

Per quanto riguarda la prima parte del titolo di questo post sul blog, "A Shredded Life", mi riferisco semplicemente e letteralmente alla triturazione della carta piuttosto che ad una oscura e inevitabile futura landa esistenziale. Ma per quanto riguarda la nozione di "A Sneak Peek at Generativity", mi riferisco sicuramente a guardare indietro, guardare e guardare avanti e nella mia vita che non ho mai fatto.

E mi chiedo, come Erik Erikson, mentre meditava sulle sfide inerenti alle varie fasi della vita.

Mi chiedo.

Solutions Collecting From Web of "Una vita tagliuzzata"