Una ragione Essere un perfezionista non è affatto male

RdpUSA/Labeled for reuse
Fonte: RdpUSA / Etichettato per il riutilizzo

Ti consideri un perfezionista? In genere, i perfezionisti si sforzano di raggiungere la perfezione stabilendo standard straordinariamente elevati di prestazioni e risultati. Come ogni tratto di personalità multidimensionale, il perfezionismo è su uno spettro con molte variazioni ed estremi.

Il perfezionismo ha pro e contro. Sul lato oscuro, il perfezionismo maladattivo si manifesta come una pulsione compulsiva e nevrotica per raggiungere livelli di perfezione irrealistici e irraggiungibili basati su " interessi perfezionisti ". Molti studi hanno scoperto che lo stress creato da preoccupazioni perfezioniste può contribuire a problemi di salute come: ansia, depressione, disturbi alimentari, insonnia e mortalità precoce.

Sul lato positivo, il perfezionismo adattivo si manifesta come il desiderio di raggiungere i migliori personali senza picchiarsi se si viene a corto. Questo tipo di perfezionismo è classificato come " sforzi perfezionisti " ed è una caratteristica positiva in molti casi.

Come atleta ultra-resistente, ho imparato a camminare sul filo del rasoio tra "preoccupazioni perfezioniste" e "sforzi perfezionisti". Per esempio, quando ho deciso di battere un record mondiale correndo più su un tapis roulant in 24 ore rispetto a qualsiasi altro essere umano mai fatto prima, sapevo che l'impresa mi avrebbe richiesto di correre almeno 150 miglia senza sosta. Sapevo anche che se avessi troppe preoccupazioni riguardo al risultato mi sarei soffocato. Sono stato in grado di lottare per la "perfezione" senza sentirmi stressato e ho continuato a battere il record.

Come atleta, ho sempre avuto un atteggiamento da " laissez faire" nel giorno della gara. Lo porto anche alla mia scrittura. Provo il mio meglio come scrittore, ma non mi picchio se la mia scrittura non è perfetta. Mi considero uno scrittore mediocre in un modo che è liberatorio. Ho degli standard molto elevati ma anche delle aspettative molto basse, se questo ha senso. Come disse Alice Walker, "Non aspettarti nulla. Vivi frugalmente dalla sorpresa. "Non mi aspetto assolutamente di vincere alcun premio Pulitzer, quindi se comunico un'idea efficacemente al lettore generale che conta come una vittoria per me come scrittore.

Preoccupazioni perfezionistiche e sforzi perfezionisti

In modo disadattivo, avrei potuto prepararmi al fallimento esercitando un'eccessiva pressione su me stesso durante l'allenamento o soffocandolo durante gli eventi atletici ad alta pressione. Nel corso di decenni di pratica nello sport e nella competizione, ho imparato a trovare un punto debole di opposti coesistenti in cui ho contemporaneamente voluto vincere più di ogni altra cosa al mondo, ma non mi importava davvero se ho vinto o perso. So che sembra un paradosso, perché lo è.

Più invecchio, più mi rendo conto che il segreto del successo risiede spesso nella padronanza dei paradossi. Gli sforzi perfezionistici rientrano in questa categoria perché idealmente ti stai sforzando di essere perfetto, ma puoi abbracciare le tue imperfezioni e lasciare che i fallimenti rotoli via dalle tue spalle. Attraverso la pratica, gli sforzi perfezionisti possono portare a un ciclo positivo che crea una salutare spirale verso l'alto di auto-miglioramento.

Ogni volta che non ho "vinto" nello sport, l'avrei lasciato andare in millisecondi dopo l'evento dicendo "Oh beh, c'est la vie . Ho fatto del mio meglio. "Non ho mai soffermato sui miei difetti in modo demoralizzante. In effetti, i miei insuccessi mi hanno motivato a lavorare più duramente per migliorare. Ho inquadrato i miei fallimenti come esperienze di apprendimento e opportunità di crescita. Fortunatamente, da anni di sentirmi meno che da adolescente, ho sviluppato una pelle spessa e l'elasticità per riprendermi dopo la sconfitta e provare più forte il giorno dopo.

C'è un avvertimento qui, gli sforzi perfezionisti possono creare un circolo vizioso di sentirsi sempre "un giorno lontano da dove si vuole essere". Gli sforzi perfezionisti hanno anche un aspetto oscuro, ma alla fine possono portare alla realizzazione e incoraggiare gli aspetti umanistici dell'ottimizzazione tutto il tuo potenziale Per ulteriori informazioni su questo controllo il mio post sul blog Psychology Today , "Peak Esperienze, disillusione e la gioia della semplicità".

I nostri figli sono in una corsa verso il nulla?

La scorsa notte, ho visto "Race to Nowhere: Transforming Education From the Ground Up" su Netflix. Questo documentario è un invito all'azione rivolto a genitori, educatori e responsabili politici per far evolvere il nostro pensiero attuale su come prepariamo i nostri figli al successo. Amo questo film!

Come padre di un bambino di 7 anni, mi preoccupo per la pressione e le "preoccupazioni perfezionistiche" che vengono proiettate sui nostri figli. Le idee e il messaggio di questo film hanno avuto un nervo scoperto in me. Come mia figlia, sono cresciuto in codici postali pieni di persone estremamente "di successo" basate sul reddito familiare medio. L'aria che respiravamo e l'acqua in cui nuotavamo era coscientemente e subliminalmente satura di aspettative di superamento.

Come studente a Choate, che è un collegio in Connecticut, sono quasi imploso a causa di una confluenza di punteggi dei test standardizzati subpar, bassi voti, sensazione di pecora nera e isolamento. Ero un adolescente gay ribelle che uscì nei primi anni '80. Non mi andava bene per il biscotteria di Preppy Handbook e mi sentivo sempre un estraneo nell'infimo ambiente scolastico Brooks Brothers di Wallingford.

Fortunatamente, mia madre ha abbracciato tutti i modi in cui ero diverso da adolescente e ho avuto la lungimiranza di orientarmi verso un college che si adattava alla mia gestalt e che si adattava ai miei punti di forza. L'Hampshire College di Amherst, in Massachusetts, è la mia alma mater. Hampshire non ha test o voti e abbraccia persone che non si adattano a uno stampo.

Il motto di Hamphsire College è " Non Satis Scire " che significa "sapere non è sufficiente". Ciò che amo della pedagogia dell'Hampshire è che nutre "gli sforzi perfezionisti" – nella forma di una passione per spingere la busta intellettualmente e un curiosità da imparare per tutta la vita, senza nessuna delle preoccupazioni perfezionistiche alimentate dal dover fare un test e ottenere un voto.

Attribuisco credito alla filosofia dell'Hampshire dandomi gli strumenti per eccellere nello sport e sforzarmi di collegare nuove idee in modi utili attraverso la mia scrittura. Come atleta e scrittore, ho una tendenza verso gli sforzi perfezionistici, ma non provo mai veramente preoccupazioni perfezionistiche. A lungo termine, la ricerca mostra che le preoccupazioni perfezionistiche possono sabotare le vostre probabilità di successo sul lavoro, a scuola e sul campo di gioco.

Uno studio del luglio 2015, "Perfezionismo multidimensionale e burnout: una meta-analisi", ha confermato che le preoccupazioni perfezionistiche possono portare a stress, burnout e potenziali problemi di salute. I risultati sono stati pubblicati online nella rivista " Personality and Social Psychology Review" .

Questo studio è stato la prima meta-analisi della relazione tra perfezionismo e burnout. I ricercatori hanno analizzato i risultati di 43 studi precedenti condotti negli ultimi 20 anni. La ricerca è stata condotta da Andrew Hill, professore associato di psicologia dello sport presso la York St. John University in Inghilterra. In un comunicato stampa, Hill descrisse i risultati dicendo:

Le preoccupazioni perfezioniste catturano paure e dubbi sulle prestazioni personali, creando stress che può portare al burnout quando le persone diventano ciniche e smettono di preoccuparsi. Inoltre, può interferire con le relazioni e rendere difficile far fronte alle battute d'arresto perché ogni errore è considerato un disastro.

Le persone devono imparare a sfidare le credenze irrazionali che sono alla base delle preoccupazioni perfezioniste fissando obiettivi realistici, accettando il fallimento come un'opportunità di apprendimento e perdonandosi quando falliscono. Sarebbe d'aiuto creare ambienti in cui la creatività, lo sforzo e la perseveranza siano apprezzati.

Hill ha scoperto che le preoccupazioni perfezioniste hanno i maggiori effetti negativi nel contribuire al burnout sul posto di lavoro, probabilmente perché le persone hanno più sostegno sociale e obiettivi chiaramente definiti nell'istruzione e nello sport.

Conclusione: gli sforzi perfezionistici possono aiutarti a ottimizzare il tuo potenziale

Il perfezionismo è un'arma a doppio taglio. Gli sforzi perfezionisti possono aiutare qualcuno a ottimizzare il suo pieno potenziale. Il rovescio della medaglia, preoccupazioni perfezionistiche quasi sempre controproducenti e può portare a burnout e auto-sconfitta.

Chiaramente, è una linea sottile tra lo sforzo e il non preoccuparsi dei risultati se si è spinti verso qualsiasi tipo di perfezionismo. È una camminata equilibrata piena di potenziali paradossi. Ad esempio: "Prova il tuo meglio in assoluto e dargli tutto ciò che hai … Ma non importa se vinci o perdi". Questo può essere un concetto difficile da comprendere, specialmente quando sei figlia età.

Sfortunatamente, credo che gli standard Common Core e No Child Left Behind (NCLB) lasciano troppi bambini dietro di sé etichettandoli presto fallimenti accademici e mettendo costantemente troppa enfasi su preoccupazioni perfezioniste.

Come genitori, insegnanti e responsabili delle politiche, abbiamo bisogno di nutrire e incoraggiare ogni bambino a ottimizzare il suo potenziale umano unico, senza mai far sentire nessuno meno di se lui o lei non sia un super-robot. Ero uno studente terribile fino al college, ma risultò OK. Credo che questo risultato sia possibile per tutti se non sono deragliati in giovane età da preoccupazioni perfezioniste.

Vicki Abeles e il team che ha creato Race to Nowhere hanno un libro di prossima uscita, Beyond Measure. Il libro presenta punti luminosi nell'educazione: storie di studenti, genitori, educatori e istituzioni che fanno pressione sullo status quo apportando modifiche grandi e piccole, a casa e a scuola.

Se vuoi leggere di più su questo argomento, controlla i post del mio blog Psychology Today :

  • "Perché i bambini ricchi hanno punteggi di test standardizzati più alti?"
  • "Un pensiero troppo cristallizzato riduce l'intelligenza fluida"
  • "I fattori socio-economici influenzano la struttura cerebrale di un bambino"
  • "L'intensa pressione per riuscire a sabotare i nostri bambini?"
  • "Affrontare il 'divario del vocabolario' tra bambini ricchi e poveri"
  • "La creatività infantile porta all'innovazione nell'età adulta"
  • "Perché Overthinking sabota il processo creativo?"
  • "Un altro motivo per staccare la televisione"

© 2015 Christopher Bergland. Tutti i diritti riservati.

Seguitemi su Twitter @ckbergland per gli aggiornamenti sui post del blog The Athlete's Way .

The Athlete's Way ® è un marchio registrato di Christopher Bergland.

Solutions Collecting From Web of "Una ragione Essere un perfezionista non è affatto male"