Una lettera aperta ai CEO di Big Ag

Caro CEO,

Il voto a Washington che richiede etichette per alimenti con ingredienti OGM è dietro di voi ora, e ancora una volta le vostre massicce spese hanno aiutato a convincere gli elettori che l'approccio stato per stato, con regole e termini non chiari, non funzionerà. Hai vinto questa battaglia, ma perderesti sicuramente la strada, perché la guerra non riguarda i dettagli dell'etichettatura. Riguarda la mancanza di fiducia del pubblico nei tuoi confronti, e quindi la loro opposizione alla tecnologia che è così importante per il tuo successo. L'opposizione della tua azienda all'etichettatura ti sta danneggiando molto di più di quanto non stia aiutando. È tempo per un nuovo approccio.

Lascia che ti offra un po 'di consigli. Sei culturalmente radicato nelle dure scienze della biologia, della tossicologia, ecc., Quindi potresti non essere a conoscenza di ciò che le scienze sociali rivelano sul modo in cui le persone percepiscono il rischio. Ma ci sono ampie ricerche sulla psicologia cognitiva della percezione del rischio per suggerire che cambiare la virata e supportare l'etichettatura potrebbe essere il singolo passo più efficace che si possa fare per costruire l'accettazione di questa tecnologia. Sì, accettazione, che potrebbe renderti carichi di denaro e offrire grandi benefici alla società (motivo per cui sono felice di offrire questo consiglio gratuitamente).

In questo momento stai soffrendo la comune malattia aziendale di Fear of Fear. La possibilità che un'etichetta come "possa contenere ingredienti geneticamente modificati" potrebbe spaventare anche un solo consumatore finale, ti ha spaventato nel contrastare tale etichettatura. I tuoi clienti diretti, gli agricoltori che coltivano il cibo e le aziende alimentari che lo vendono, hanno ancora più paura di questa paura del consumatore di te. La paura della paura è comune. Sembra avere un senso. E certamente tu e la produzione alimentare e l'industria al dettaglio sono giusti in una certa misura. Tali etichette quasi certamente spaventeranno alcune persone.

Ma la Paura della Paura ti ha bloccato in una miopia difensiva che ti acceca delle realtà su come le persone rispondono a realtà rischiose, psicologiche e cognitive che suggeriscono che un cambiamento dell'etichettatura sull'etichettatura potrebbe essere molto meglio per te, e l'accettazione della biotecnologia, di te pensare.

Non hai bisogno di ricerche per dirti che le persone assumono sempre dei rischi. Consapevolmente. Ciò che la ricerca sulla percezione del rischio ha trovato è che il "sapere" aumenta la probabilità che assumano il rischio in primo luogo. Impegnarsi in un comportamento potenzialmente rischioso, consapevolmente e volontariamente, rende il potenziale rischio molto meno inquietante. Questo è il motivo psicologico di fondo per cui l'idea di etichettatura ha così tanto sostegno popolare, ed è quasi certo che diventerà legge, nonostante i milioni che stai spendendo per prevenire l'inevitabile. Tutti vogliamo SCELTA sui rischi che potremmo incontrare. Lo fai anche tu. SCELTA rende i rischi si sentono volontari. Ci fa sentire più forti, più in controllo della nostra salute e sicurezza, e questo rende ogni rischio meno inquietante. Di volta in volta, quando le persone hanno la possibilità di scegliere – come farebbe l'etichettatura – le loro paure si riducono e si impegnano in rischi che lottano con le unghie e con i denti quando il rischio si sente imposto.

Molte persone saranno disposte ad acquistare prodotti contenenti ingredienti OGM se sono etichettati apertamente. E l'accettazione crescerà nel tempo man mano che le persone familiarizzeranno con l'etichetta e quasi dimenticheranno che è lì (nonostante gli sforzi dei tuoi avversari, la cui opposizione sarà compromessa dal tuo cambiamento di posizione), un altro aspetto della psicologia cognitiva che supporta l'etichettatura nel nome di crescente accettazione degli OGM.

Prova questo funziona da una questione strettamente analoga alla tua, l'irradiazione alimentare. Le aziende devono etichettare prodotti, come la carne macinata, come irradiati, quindi la maggior parte non la vendono, temendo il timore che l'etichetta potrebbe causare. Ma i negozi di alimentari che fanno, sotto i loro marchi di negozi, come Wegmans e Schwan's e Omaha Steaks, dicono che la carne irradiata chiaramente etichettata va bene. Offrendo una scelta l'etichetta favorisce l'accettazione!

Ma c'è un argomento ancora più potente della ricerca sulla psicologia cognitiva perché sostenere l'etichettatura è nell'interesse della vostra azienda, e riguarda l'importanza fondamentale della fiducia. La paura degli OGM ha poco a che fare con la scienza alla base della reale sicurezza del prodotto, il terreno su cui continui a combattere le tue battaglie. Questo approccio manca il fronte reale della guerra. In gran parte questa lotta e le apprensioni pubbliche sugli OGM riguardano la fiducia. Se non ci fidiamo di un'azienda o di un settore che produce qualcosa che può comportare un rischio, temeremo che rischiamo di più (tutto il moreso se il rischio si sente imposto). Niente di personale qui, ma non ci fidiamo di te.

Né dovremmo. Tutta la tua ragion d'essere è un profitto. È vostro dovere legale per gli azionisti massimizzare il profitto. Ciò significa che sei dalla tua parte, non dalla nostra. Questo non è male. Non è colpa tua. È solo come è. E, mi spiace, ma vari membri del vostro settore hanno fatto varie cose nel corso degli anni che suggeriscono che le vostre aziende sono disposte a mettere l'interesse personale aziendale al di sopra della salute e della sicurezza pubblica e ambientale. Quindi no, non ci fidiamo di te, e questa sfiducia accresce le nostre paure dei tuoi prodotti e dei processi che usi per realizzarli.

Combattere l'etichettatura, negare la scelta delle persone, alimenta questa sfiducia. Sembra … È … difensivo … autoprotettivo … non proprio sulla nostra salute e sicurezza, che argomentate così categoricamente non è a rischio di GMOS, ma la sicurezza dei vostri profitti. Ma questo è esattamente il motivo per cui il focus della battaglia OGM sull'etichettatura ti ha dato l'opportunità più drammatica negli anni per far progredire l'applicazione di questa tecnologia vitale, preziosa e sicura, (secondo tutte le più prestigiose organizzazioni indipendenti di ricerca e scienze il mondo). Nulla di ciò che si poteva fare, e certamente nulla che si potesse dire, avrebbe un impatto tanto grande sulla fiducia pubblica quanto il cambiamento della propria posizione e il supporto dell'etichettatura. Un sincero investimento di denaro aziendale e influenza per sostenere l'etichettatura e lottare davvero per esso – non solo per una semplice PR greenwash che afferma il supporto per l'etichettatura – potrebbe avere un enorme impatto positivo sul sentimento pubblico nei confronti degli OGM.

Dimostrerebbe la tua convinzione che "È sicuro e non abbiamo nulla da nascondere". Riconosce le preoccupazioni delle persone, rispetta i sentimenti del pubblico. Un cambiamento drammatico e sincero per sostenere l'etichettatura degli OGM dimostrerà che non si è puramente difensivi e interessati. Facilenzierebbe in modo significativo il "Odiamo gli OGM perché odiamo la sfiducia di Monsanto (ovvero le società della Big Ag Tech)" che sta al centro di questo conflitto. Non solo incoraggerebbe l'accettazione degli OGM, potrebbe anche contribuire ad alleviare la sfiducia pubblica nella vostra azienda e nell'industria, anche se questa è una battaglia più lunga.

(Un avvertimento, è meglio essere sinceri riguardo al cambiamento e al sostegno dell'etichettatura onesta e intelligente, pronti a investire quanti più soldi e influenza corporativa a sostenerlo, come si è speso per combatterlo.Le persone saranno giustamente sospettose del tuo turno e la fiducia è un alleato volubile, pronto a tornare in un nemico ancora più grande se viene tradito.)

Agli agricoltori, i tuoi clienti potrebbero non piacere il tuo cambiamento. I produttori di generi alimentari, paranoici con Fear of Fear, certamente non lo faranno (il che è un peccato, perché trarranno profitto proficuamente anche dall'accettazione dei prodotti OGM). Dovrai essere pronto ad affrontare quei conflitti. Non sarà facile.

E ci vorrà coraggio e lungimiranza per pensare al di fuori della tua ingegneria e della cultura scientifica e tecnologica, per guardare oltre i consigli comprensibilmente prudenti dei tuoi avvocati e per superare la difensiva che l'attacco viene provocato in modo naturale. Prendere la posizione dell'altro lato sarà difficile. Ma ci sono dei validi motivi per cui questo è nel tuo migliore interesse generale, ragioni fondate su una scienza solida, anche se quella scienza non è il tipo che ti è familiare. Si prega di prendere in considerazione il supporto per l'etichettatura, fatto in modo intelligente, naturalmente, al fine di disinnescare la resistenza agli OGM e incoraggiare la loro accettazione; per i tuoi profitti e per lo spiegamento di una tecnologia che ha bisogno di un mondo sempre più affollato e minacciato dal cambiamento climatico.

Solutions Collecting From Web of "Una lettera aperta ai CEO di Big Ag"