Una guida pratica per non stabilirsi

StockSnap/Jef Pawlikowski
Fonte: StockSnap / Jef Pawlikowski

Steve Jobs ci ha detto di non accontentarsi:

Devi trovare ciò che ami. E questo è vero per il tuo lavoro come lo è per i tuoi amanti … L'unico modo per essere veramente soddisfatti è fare quello che credi sia un grande lavoro. E l'unico modo per fare un ottimo lavoro è amare quello che fai. Se non l'hai ancora trovato, continua a cercare. Non accontentarti … Come ogni grande relazione, migliora sempre di più con il passare degli anni. Quindi continua a cercare finché non lo trovi. Non accontentarti

Suona bene, ma in realtà pochissime persone hanno una relazione con il loro lavoro che potrebbero paragonare ai loro amanti. E anche se assomiglia a una storia d'amore, la relazione con il lavoro tende a stabilizzarsi con il tempo, piuttosto che a migliorare. Un architetto innamorato di progetti che la scuotevano con la loro originalità si ritrova a fare un lavoro più convenzionale. Un imprenditore che si è innamorato dell'impatto che i grandi servizi potrebbero avere nel migliorare la vita delle persone, si trova a trascorrere troppo del suo tempo a risolvere problemi per mantenere a galla la sua azienda. E molte altre persone si trovano a fare lavori che non hanno mai sentito la passione scelta. Fanno delle scelte e salgono le scale mentre le opportunità si svolgono davanti a loro.

La visione di Jobs era che avremmo potuto e dovremmo aspettarci di più. Dal nostro punto di osservazione, la sua prospettiva potrebbe assomigliare a quella di un uomo di talento, tanto fortunato da trovarsi nel posto giusto al momento giusto. Dal suo punto di vista, tuttavia, il suo percorso sembrava un modo naturale per le persone di vivere. Potremmo davvero non solo amare ma essere innamorati del nostro lavoro? La nostra visione potrebbe diventare più profonda e più ricca nel tempo, mentre progredivamo nelle nostre carriere? Forse potremmo, se sentissimo di fare dei veri progressi con il lavoro, ci sentissimo profondamente e se sentissimo quanto è importante per il mondo.

Il percorso verso la qualità e il perché è importante

Uno degli aspetti più sorprendenti della ricerca sui risultati umani è quanto tendiamo a rimanere sulla superficie di ciò che è possibile. Stabilirsi, si scopre, è costruito nel modo in cui ci avviciniamo al nostro mondo. Anders Ericsson, un ricercatore leader di esperienza e prestazioni di esperti, ha dimostrato che il percorso normale nella maggior parte degli sforzi umani è quello di diventare abbastanza competenti da non essere immediatamente consapevoli di limitazioni evidenti (di solito circa un anno) e quindi di non migliorare dopo. Continuiamo a diventare più fiduciosi nelle nostre capacità e abilità negli anni successivi, ma non miglioriamo secondo gli standard oggettivi. Ho scritto qui sul perché i pregiudizi cognitivi nel modo in cui le informazioni sul processo umano creano questa situazione. Abbiamo un pregiudizio per credere, nel termine dello psicologo premio Nobel Daniel Kahneman, "Quello che vedi è tutto lì." Una volta che abbiamo un modo di fare le cose, non riusciamo a notare o correggere il fatto che potrebbero esserci molti possibilità più efficaci. Quindi smettiamo di crescere.

Ma non è inevitabile. La ricerca di Ericsson si concentra su come le persone superano queste barriere. Ha dimostrato che alcune persone continuano ad apprendere e svilupparsi per anni dopo la maggior parte dei casi. Queste sono le persone che raggiungono le vette dei loro campi. Trascorrono il loro tempo in modo diverso rispetto alle persone che continuano a lavorare e ad esibirsi. Spendono gran parte di ciò in quella che chiama pratica deliberata. Pratica deliberata è praticamente ciò che sembra – sforzi concentrati per migliorare le abilità specifiche praticandole con feedback fino a quando non siamo in grado di ottenere un risultato migliore. È, in un certo senso, l'antidoto perfetto a "Quello che vedi è tutto lì." Stai costringendo te stesso ad affrontare la discrepanza tra ciò che puoi ottenere attualmente e qualcosa di più che potrebbe essere possibile. Combatti nello spazio, usando tutta la tua creatività e capacità di risoluzione dei problemi, fino a quando non riesci a restringerlo. Un giocatore di scacchi si impegna in una pratica deliberata giocando attraverso i giochi registrati dei maestri, ghosting il giocatore migliore cercando di anticipare le sue mosse. Se non è in grado di farlo, lotta finché non comprende completamente la mossa migliore, usando quella comprensione per cercare di anticipare la prossima mossa. Un giocatore che gioca partita dopo partita, anche contro giocatori impegnativi, non è impegnato in una pratica deliberata. Anche quando il giocatore capisce immediatamente che la sua mossa non ha funzionato, non sta quindi fermando il gioco e faticando a trovare quale sarebbe la mossa migliore fino a quando non fosse in grado di raggiungerla. Di conseguenza, non interiorizza mai il gioco di maggior successo.

Nei campi in cui gli standard oggettivi sono centrali e l'informazione è facilmente accessibile, le persone migliori si impegnano intensamente nella pratica deliberata e, di conseguenza, cambiano ciò che è possibile. Il livello di gioco degli scacchi è notevolmente migliorato nel tempo. Lo sport rappresenta un altro esempio classico. Nella corsa e nel nuoto, il livello di ciò che gli umani possono raggiungere è migliorato in ogni decennio da quando abbiamo iniziato a tenere registri. I detentori del record olimpico dei primi anni del ventesimo secolo avrebbero avuto un momento difficile in un incontro di liceo competitivo oggi, e nuovi record si sono infranti in tutte le Olimpiadi mentre continuiamo a spostare la linea in avanti. L'esecutore definitivo di Chopin's Etudes degli anni '30 è ora utilizzato come esempio di tecnica inadeguata, con un critico del New York Times che suggerisce di non poter entrare oggi nella Juilliard. Questi esempi sono casi in cui, in determinate circostanze, possiamo approfondire ciò che è possibile.

Ericsson è rimasto colpito dallo straordinario potere della pratica in un esperimento che attribuisce con la sua carriera futura. Cominciò a incontrarsi ogni giorno con uno studente universitario e si esercitò a recitare per lui lunghe serie di cifre con l'obiettivo di vedere se lo studente universitario potesse sviluppare la capacità di ripetere le corde più lunghe e più lunghe. Il test è un classico che è fondamentale per la comprensione psicologica del QI. Esistono limiti naturali al numero di oggetti che una persona può conservare nella memoria a breve termine. Il limite esterno per la maggior parte delle persone varia da sette a nove unità e il test viene solitamente considerato una misura stabile di tale capacità. Lo studente non sapeva di questa ricerca. Anche così dopo diversi giorni di pratica, si è scagliato contro quella barriera e ha commentato che, non importa quanto più praticasse o quale strategia avesse usato, non immaginava che avrebbe superato le nove cifre. Un paio di giorni dopo ha fatto un passo avanti ed è arrivato a 11. Alla fine di quattro mesi ha potuto recitare indietro stringhe di 82 cifre senza errori, più che persino mnemonisti professionisti.

Ma anche nelle attività a cui teniamo molto, la maggior parte di noi non pratica nel modo in cui lo studente ha fatto e quindi non oltrepassa i limiti immaginari quando li colpisce. Continuiamo ad esibirci al di sotto delle nostre capacità. Uno dei primi studi di Ericsson ha messo a confronto persone che hanno sviluppato competenze come musicisti a coloro che hanno suonato musica per diverse ore ogni giorno, ma non erano esperti. I non esperti non passavano il loro tempo in pratica deliberata, e quindi il loro modo di suonare non migliorava mai. Mi è sempre sembrato triste pensare ai musicisti che amavano la musica abbastanza da suonare per ore ogni giorno, ma che non hanno mai sfondato e scoperto la musica più ricca, più evocativa di cui erano capaci. Molti di loro probabilmente non si rendevano conto che la musica più stimolante era là fuori per loro. Ma alcuni devono aver capito che stavano suonando musica al di sotto del livello del lavoro che amavano veramente, e anche loro non potevano trovare la loro strada lì. Ho scritto prima sull'amore per gli scacchi di Ben Franklin, allievo di tutta la vita. Ha giocato appassionatamente contro grandi giocatori, ed era sempre frustrato che il suo gioco rimanesse così al di sotto della magia che vedeva nei giochi dei maestri.

Dopotutto, la vera esperienza è una specie di magia. Gary Klein è uno psicologo e ricercatore che ha trascorso la sua carriera studiando l'intuizione esperta. Ha dimostrato la straordinaria capacità degli esperti di avere esattamente l'idea giusta al momento giusto. Ad esempio, ha descritto un capo dei pompieri che ha evacuato un edificio di tutto il suo equipaggio pochi secondi prima che crollasse. Non c'era nulla di specifico che lo portasse a prendere quella decisione, solo la sensazione che "qualcosa non andava bene". I matematici possono avere un intuito molto preciso sul fatto se un problema sia risolvibile in un lampo, prima che abbiano fatto progressi la soluzione. E Steve Jobs poteva avere la sensazione che le innovazioni che stava guardando nel laboratorio Xerox potessero diventare il futuro dell'informatica, dove altre le passavano. Come tutta la magia, tuttavia, l'intuizione esperta è facilmente spiegabile quando si tira indietro la tenda. Klein ha dimostrato che l'intuizione è il riconoscimento del suo cuore. Gli umani hanno una straordinaria capacità di apprendere e reagire inconsciamente a modelli che sono più complessi di quello che sono consapevoli di consciamente. Gli esperti si sono esposti a migliaia di situazioni rilevanti; e, se hanno un chiaro feedback, imparano a discriminare i modelli che indicano la direzione verso le soluzioni più ricche.

Ma ci vuole molto allenamento con un feedback chiaro per produrre la capacità di riconoscere soluzioni potenti. I maestri di scacchi e i grandi maestri hanno un'incredibile capacità di generare in pochi secondi mosse migliori di quelle che tutti noi possiamo afferrare, ed è per questo che possono giocare molti giocatori contemporaneamente e sconfiggere quasi tutti. Essere intelligenti o pensare duramente non salva il giocatore dilettante, anche se è Ben Franklin. I ricercatori sono chiari sul perché i maestri possano vedere molto più lontano di noi: il riconoscimento di modelli. Riconoscendo una serie di schemi che hanno interiorizzato dallo studio di altre posizioni di scacchi, possono comprendere le implicazioni di una posizione unica. Le idee per un gioco straordinario vengono da loro come per magia. Ma l'intoppo è che hanno bisogno di riconoscere circa 50.000 pattern per giocare a livello master e altro per giocare a livello di Grandmaster – un linguaggio ricco e completo che fornisce una potente mappa ai punti più fertili e interessanti in una selva di possibilità. Occorrono anni e anni di pratica, interiorizzando le caratteristiche centrali di centinaia di migliaia di posizioni, per estrarre questi schemi. Una volta che sono presenti, tuttavia, l'intuizione esperta può portare immediatamente idee straordinarie a portata di mano. Abbiamo una bellissima mappa interna per negoziare il territorio che ci interessa.

Il problema, ed è un grosso problema, è che sviluppiamo intuizioni sia che siano ottimali o meno, e non possiamo dire i buoni dal cattivo. Una volta che abbiamo imparato come fare qualsiasi cosa, idee su come risolvere i problemi che sorgono mentre andiamo avanti vengono in mente ad ogni passo in base alla nostra esperienza. Poiché abbiamo negoziato un territorio simile con successo, si sentono "giusti". "Quello che vedi è tutto lì" I pregiudizi significano che non pensiamo che le idee che vengono in mente siano solo un insieme limitato di possibilità. Di conseguenza, Franklin poteva lavorare duro ad ogni passo e sentire che stava facendo il meglio che poteva, ma stava lavorando all'interno delle idee che sarebbero venute a lui. Sarebbe disorientato dalla mediocrità della destinazione che ha finito per raggiungere. Non ha ricevuto il chiaro feedback che avrebbe ottenuto durante la pratica deliberata. Paragonando la sua risposta al movimento di un maestro nella stessa situazione, avrebbe dovuto dire a se stesso: "La tua intuizione non era buona come avrebbe dovuto essere. Lavora più intensamente e cerca finché non riesci a vedere la tua strada verso la risposta migliore. "Se avesse quel feedback ad ogni passo, avrebbe potuto allungare esattamente i punti di cui aveva bisogno per imparare nuovi modelli e quindi per crescere e migliorare la sua mappa.

L'impatto sul nostro mondo di questa fiducia implicita nelle intuizioni mediocri è difficile da sopravvalutare. Anche quando sono disponibili fatti contraddittori, è difficile afferrarli e usarli. Ci sono solo alcuni campi in cui gli obiettivi sono universalmente condivisi, in modo che possiamo sapere chiaramente se facciamo progressi o no. Questi campi mostrano quanto sia difficile per noi assorbire nuovi fatti e sfidare il nostro modo di fare le cose esistente. La gestione attiva delle risorse è un intero campo che i dati hanno mostrato a lungo non aggiunge valore alla stragrande maggioranza degli investitori, eppure continuiamo a pagare questi gestori oltre 100 miliardi di dollari all'anno. Solo dopo decenni di confronto con i fatti, l'entusiasmo per il pagamento di queste tasse esorbitanti ha iniziato a calare. Ho scritto qui sul mio campo personale, la psicoterapia, in cui i fatti indicano che i gradi avanzati non migliorano l'efficacia del clinico, ma questo ha avuto scarso impatto sul modo in cui formiamo i medici (dove la pratica deliberata è in gran parte assente) o sul più alto livelli di risarcimento corrisposti ai medici con gradi avanzati.

Il campo della medicina è pieno di esempi in cui le procedure che migliorano i risultati vengono adottate solo ad un ritmo glaciale, perché i medici e gli infermieri hanno molte più probabilità di fidarsi delle loro intuizioni esistenti che prove concrete che procedure migliori salverebbero vite umane. Se l'esito negativo non è visibile e immediato, ignorano i fatti. La ricerca nelle migliori riviste mediche chiarì nel 1867 che i metodi appropriati per la pulizia e la sterilizzazione salvarono un numero sorprendente di vite; ma, a distanza di decenni, i medici del Massachusetts General stavano ancora operando con i cappotti irrigiditi dal sangue e dai visceri dei pazienti del passato. Nel momento in cui i loro pazienti morivano di sepsi giorni o settimane dopo, non avrebbero mai fatto il collegamento con le loro scelte sartoriali. Lo scrittore e dottore Atul Gawande scrive oggi di infermieri che sanno che il contatto pelle a pelle tra i bambini e le loro madri salva le vite qualche giorno più tardi, ma che scelgono di ignorarlo perché la loro intuizione è che il bambino è felice e buono. La conseguenza negativa non è abbastanza immediata da scuoterci dalle nostre intuizioni predefinite.

Alla fine, molte aree della medicina arrivano a un processo come una pratica deliberata, in cui usano i fatti come feedback per modificare e ottimizzare le procedure. Puoi solo ignorare che una procedura uccide i bambini per così tanto tempo. Ma che dire dei campi in cui le norme non sono così chiare – che, dopo tutto, includono la maggior parte dei campi che modellano le nostre vite? Non ci sono standard oggettivi per l'arricchimento culturale, per l'etica che vogliamo modellare le nostre società, per la bellezza, per il divertimento o per l'ispirazione. Di conseguenza, la maggior parte dei produttori di intrattenimento, politici, promotori immobiliari, architetti e imprenditori perdono di vista le possibilità di superare le intuizioni che derivano dall'apprendimento del sentiero battuto. Di conseguenza, accettiamo come "tutto quello che c'è" un mondo che è limitato e spesso piuttosto mediocre.

Ma non è sempre così. Ci sono persone che non si accontentano e che trovano un modo per esercitarsi in un modo che permetta loro di sviluppare le mappe di cui hanno bisogno per fare cose straordinarie nei ceti sociali dove non ci sono standard in bianco e nero. Steve Jobs era una di quelle persone. Come ha trovato la magia di una mappa ben sintonizzata per navigare oltre l'ampio sentiero?

I fondamenti

1. Chiarezza della visione

Per raggiungere un posto migliore di quello che si può trovare viaggiando lungo il percorso, è necessario avere un'idea chiara della destinazione desiderata. Senza questa chiarezza, i tuoi piedi torneranno al sentiero che rende la camminata più naturale. Una visione guida è sorprendentemente difficile da mantenere. Il motivo è un fenomeno chiamato "sostituzione degli attributi", che è alla base di molti dei pregiudizi cognitivi che gli psicologi hanno identificato. Quando un obiettivo è complesso o di difficile accesso, le nostre menti sostituiscono un obiettivo più semplice senza nemmeno accorgersene.

Un architetto può avere l'obiettivo di creare un lavoro che trasformi l'esperienza delle persone del proprio ambiente, ma questo è un obiettivo che richiederà anni per raggiungere. Un'originalità sorprendente spesso confonde gli altri all'inizio, mentre lei può sentirsi fare progressi più immediatamente se esplora in direzioni che le persone già comprendono bene. Mentre apprende il linguaggio familiare, troverà col tempo che le sue idee più sviluppate – quelle che la fanno sentire che sta facendo progressi – derivano tutte dal vocabolario convenzionale. Non ha mai imparato il linguaggio meno accessibile che l'ha davvero intrigata e ispirata. Lo stesso vale per quasi tutte le professioni in cui la creatività è possibile. L'obiettivo di allungare per portare un'umanità straordinaria in ciò che produciamo diventa sottilmente oscurato dagli obiettivi immediatamente più accessibili del successo professionale in termini a cui il mondo è abituato.

Evitare quel destino richiede chiarezza di visione che ci colpisce nei centri emotivi del nostro cervello e ci ricorda che il sentiero battuto ci priverà di una visione più personale. In apparenza, la visione di Jobs non sembra così diversa da molti altri imprenditori della Silicon Valley. Ha parlato di "piegare l'universo" nel modo in cui molti imprenditori parlano di "cambiare il mondo" o "innovazione dirompente". Ma il suo obiettivo aveva una qualità umana meno comune. Colpisce i centri emotivi del suo cervello. Una volta ha citato alcune ricerche che hanno dimostrato che gli esseri umani erano una specie media in termini di efficienza della locomozione – ma, con una bicicletta, hanno spazzato via tutte le altre specie dall'acqua. Vide un computer come "una bicicletta per le nostre menti". Puoi sentire la sua eccitazione nel modo in cui l'innovazione può estendere e sviluppare la creatività e la curiosità infantile della gente. Che l'umanità al centro dia alla sua visione un senso del significato personale. E per lui quella convinzione personale traduceva in un'enorme quantità di piccole differenze su quanto fosse ricco di umanità un prodotto:

Il problema con Microsoft è che non hanno alcun gusto … Non pensano alle idee originali e non portano molta cultura nei loro prodotti. I font a proporzione spaziale provengono da tipi di composizione e libri bellissimi. Se non fosse per il Mac, non avrebbero mai quelli nei loro prodotti … I loro prodotti non hanno spirito di illuminazione su di loro … E la parte triste è che la maggior parte dei clienti non ha molto di quello spirito. Ma il modo in cui aumenteremo la nostra specie è quello di prendere il meglio e diffonderlo a tutti, così tutti crescono con cose migliori e inizia a capire la sottigliezza di queste cose migliori. E Microsoft è solo McDonald's. Questo è ciò che mi rattrista.

La qualità essenziale della visione di Jobs era duplice: (1) A lui importava profondamente. Aveva una convinzione personale che lo portava al centro e così lo motivava abbastanza per il lungo viaggio per sviluppare competenze fuori dai sentieri battuti. E (2) era acutamente consapevole che anche piccole differenze in ciò che era stato ottenuto avevano enormi conseguenze. I buoni prodotti (come quelli di Microsoft) erano il nemico, perché erano la strada battuta: le persone non scoprivano mai la ricchezza che era possibile per loro. Se ha cercato di migliorare, ha avuto enormi conseguenze. Farà "acrobare la nostra specie". Si stava preparando per essere in grado di allenarsi come un atleta, dove ogni dettaglio contava per raggiungere un pinnacolo desiderato.

Qualunque campo cerchiamo, una storia d'amore comporta l'incantesimo con un mondo potenziale che ami più di quello in cui ti trovi ora. E ogni mossa lungo la strada è importante se vuoi essere parte della nascita di quella migliore possibilità. Per un chirurgo, il sentiero battuto può portare a diventare residente principale e quindi un professionista rispettato. Ma un chirurgo innamorato di ciò che fa ha bisogno di una motivazione più umana. Se crede di poter cambiare il corso della vita di molti pazienti attraverso piccole differenze nelle cure che lui e il suo ospedale forniscono, potrebbe avere quel gancio. Le immagini di bambini con difetti cardiaci che vivono fino alla vecchiaia potrebbero guidare i centri emotivi del suo cervello abbastanza forte da sembrare fuori dalla bolla di ciò che il suo mondo normalmente considera. Potrebbe mettere in discussione gli standard di cura e prestare attenzione alle informazioni sul loro impatto. Capirà che dovrà spingere contro il grano stabilito, che favorisce lo status quo e quindi minaccia la possibilità futura che ama. Se sviluppa nel tempo l'esperienza per vedere più chiaramente ciò che è possibile, allora sentirà la realtà della sua visione avvicinarsi sempre di più. La sua storia d'amore crescerà sempre più in profondità con gli anni.

Nelle parole di Jobs: "Tutto ciò che ti circonda, che chiami vita, è stato creato da persone che non erano più intelligenti di te. E puoi cambiare … la vita e renderla migliore, perché è un po 'incasinata, in molti modi. Una volta che lo impari, non sarai più lo stesso. "Dobbiamo chiederci cosa speriamo di più da ciò che facciamo. Dobbiamo passare il tempo per sentirci e immaginare quella destinazione che alla fine conta per noi, mettendoci contro l'accettazione passiva di un sentiero battuto. Quindi abbiamo abbastanza attenzione per iniziare a sviluppare competenze.

2. Formazione intuizione personale

Abbiamo sentito nelle parole di Jobs qual era il suo standard: era "gusto". Voleva "prendere il meglio e diffonderlo". Piuttosto che avere uno standard oggettivo, Jobs ne ha abbracciato pienamente uno soggettivo. Non c'è altro modo. Ciò che sembra più bello o potente o "migliore" per noi è sempre un giudizio personale. Tuttavia, Jobs, come molti altri, è stato in grado di impostare il giudizio personale come standard per la pratica organizzata e lo ha portato all'eccellenza. Aveva allenato la sua intuizione. Le grandi mosse di scacchi arrivarono a lui. Aveva l'intuizione che l'interfaccia grafica che vedeva languire nei laboratori Xerox avrebbe potuto rivoluzionare il computing e che la Pixar che non aveva mai fatto un film avrebbe potuto produrre un lavoro incredibile. E a ogni passo nel trasformare le sue grandi idee in grandi prodotti, ha preso decisioni guidate da un ben definito senso del gusto personale. Non era diverso da un atleta che sperimentava la sfida di raggiungere uno standard di prestazione più eccellente.

Ma, prima che il giudizio personale possa essere uno standard, deve essere un oggetto di pratica. Tutti abbiamo gusto e giudizio; ma, per la maggior parte di noi, è un'intuizione inesperta e ci guida nello stesso modo in cui l'intuizione guida un giocatore di scacchi amatoriale senza alcun concetto di pratica. Quel che è facile trascurare è quanta energia di Jobs è andata a calibrare il suo senso del gusto. Allo stesso modo un musicista potrebbe studiare la musica confrontando un lavoro straordinario con un lavoro più ordinario per capire cosa lo ha reso sorprendente, Jobs si è mosso attraverso il mondo facendo giudizi sottili su ciò che gli è sembrato più o meno buono. Quando progettava il Macintosh, aveva notato la frequenza con cui i rettangoli con angoli curvi appaiono nel mondo e quanto meglio guardano. Prese i membri della squadra, che non avevano mai notato questo dettaglio e pensarono che fosse inutile, fuori nel mondo per mostrare loro la distinzione. Nel suo memoriale, sua moglie ha parlato della sua critica devastante di applique in un ristorante: "Nessun oggetto era troppo piccolo o insignificante per essere esentato dall'esame di Steve del significato e della qualità, della sua forma." In un famoso incidente, quando Jobs è stato delirante durante una crisi medica, ha rifiutato di indossare una maschera di ossigeno, apparentemente perché odiava il design. Ha chiesto che gli portassero cinque maschere e avrebbe scelto quello che gli piaceva. Anche nel delirio, il suo riflesso era quello di fare discriminazioni tra gli oggetti per arrivare a quello più adatto al suo personale senso del gusto.

Il giudizio deve essere addestrato. Le persone possono diventare molto più efficaci nel discriminare le sfumature di colore formando giudizi tra tonalità leggermente più scure e più chiare. La prima volta in un museo, i dipinti possono per lo più sembrare dipinti e tele. È solo imparando la lingua e la sfumatura della pittura e facendo paragoni tra di loro che possiamo iniziare a conoscere ciò che amiamo veramente e ciò che non facciamo. La maggior parte delle persone non impara mai. Appendono quadri alle loro pareti che sembrano piacevoli, e questo è sufficiente. Non imparano mai a esprimere giudizi su ciò che è veramente bello per loro. Quella scelta va bene per i dipinti sulle nostre pareti; non è quasi un posto che molti di noi vogliono spendere le nostre energie. Ma se il nostro giudizio personale è la bussola che dirige ciò con cui scegliamo di lottare per le nostre vite e se non sappiamo come leggerlo, allora le nostre vite seguiranno il percorso battuto mappato dall'abitudine o non andranno da nessuna parte in particolare.

Questo problema è incredibilmente facile da trascurare. Ho avuto così tanti clienti commentare sul lavoro che li stupisce e li commuove fino alle lacrime, ed è raro per loro "studiare il significato e la qualità della sua forma". Un cliente che è uno scrittore è stato sopraffatto nella lettura di uno scrittore chi ha trovato così profondo "Non sarò mai in grado di scrivere così". Non le è venuto in mente di leggere e rileggere il libro per scavare gli schemi che l'hanno reso così meraviglioso per lei.

All'inizio di questo post ho citato un architetto e un imprenditore che si era innamorato di una visione iniziale per la propria carriera, ma quella visione si è risolta in un modo più ordinario e tipico di fare le cose nel tempo. Probabilmente non hanno nemmeno notato che il loro giudizio iniziale sul buon gusto non è quello che continuano a coltivare e affinare. Forse l'architetto guarda occasionalmente ai libri di lavoro che ama, e l'imprenditore probabilmente ammira ancora alcuni pari e predecessori, esponendoli su drink dopo lavoro, ma non prendono ore ogni settimana facendo distinzioni tra buon e ottimo lavoro, studiando con attenzione cosa è che lo amano. Non si muovono attraverso il mondo facendo queste distinzioni. Perché non lo fanno, quello standard di eccellenza non sarà né abbastanza acuto né in testa alle loro menti abbastanza da guidare il corso della loro carriera. Questo è altrettanto vero per la persona che non ha ancora scelto un'area che potrebbe amare. Se non sta discriminando ciò che ama più o meno, è molto probabile che venga travolta dall'ondata di salire le scale che trova di fronte a lei. Non guarderà quella scala e se ne andrà "è una buona cosa, ma io sto cercando qualcosa di meglio e so che aspetto ha di meglio e come cercarlo". Appenderà il dipinto sul suo muro. Tranne il dipinto che lei sta appendendo è la sua vita.

3. Formazione della mappa

L'obiettivo finale è quello di avere una mente allenata con la mappa completa necessaria per raggiungere destinazioni straordinarie – la nostra versione personale dei 50.000 modelli per il gioco di livello principale. Idee ricche ed efficaci sono facilmente a portata di mano. Le nostre menti si concentrano con precisione sulle tattiche per renderle realtà, illuminandoci con il brivido della caccia. È lo sviluppo delle competenze su ciò che amiamo veramente che porta il romanticismo al nostro lavoro. Solo allora abbiamo i mezzi per creare la magia.

Lavori fatti studiare in uno stile di vita. Le associazioni remote sono spesso al centro della creatività, quindi una libreria di modelli che si estende oltre la nostra area di lavoro è spesso utile. Jobs ha davvero applicato le lezioni che ha appreso da oggetti come quelle applique ai suoi computer. Il suo esempio preferito è stato lo sviluppo di caratteri variabili per il Mac, un'innovazione che ha portato ai caratteri disponibili su tutti i personal computer oggi. Attribuì la creazione di quell'idea al suo studio non correlato di calligrafia anni prima.

Ma, come ogni futuro esperto, Jobs ha studiato più intensamente le persone che lavorano più vicino al gioco che stava giocando. Edwin Land, fondatore di Polaroid, era uno dei suoi eroi. La sua influenza era presente nelle prestazioni di Jobs quando presentava nuovi prodotti. Quando ha comprato la Pixar, era affascinato dal modo in cui la loro squadra ha funzionato. Uno dei suoi biografi, Brent Schendler, ha dimostrato con quanta attenzione ha osservato Ed Catmull, John Lassiter e il team Pixar e quanto ha applicato ciò che ha imparato nel suo fortunato ritorno ad Apple. Queste persone lo hanno ispirato. Comprò la loro compagnia, andò alle loro riunioni, guardò quello che facevano e lo sperimentò nel suo lavoro. Così facendo, stava studiando i giochi dei suoi maestri.

Il metodo di sperimentazione di Jobs aveva i tratti distintivi della pratica deliberata. Durante la pratica, l'individuo si confronta con uno standard che non è ancora in grado di raggiungere e allungare verso di esso. Jobs era famoso per creare un "campo di distorsione della realtà" in cui poneva aspettative per se stesso e per gli altri che erano impossibilmente alti e poi spinti con concentrazione, energia e determinazione fino a quando l'"impossibile" non fosse stato realizzato. Il modo in cui ha reclutato la sua squadra durante lo sviluppo del Macintosh, spingendoli a realizzare ciò che spesso non credevano fosse possibile, ricorda un centro di allenamento olimpico intensivo nella sua pratica ossessiva verso il raggiungimento degli obiettivi.

Jobs non era inizialmente abile nell'utilizzare il feedback per ottimizzare la sua pratica, e ha fatto una serie di decisioni di carriera disastrose a causa di questo fallimento. Se l'ispirazione personale è il tuo ultimo standard, ricevere feedback esterni è un affare complicato. Alla fine devi assicurarti che gli altri non ti distolgano dallo standard del tuo giudizio personale – compromettendo il tuo raggio di ispirazione con insicurezza e riconducendo al sentiero battuto, ma sei ancora soggetto a "Ciò che vedi è tutto ciò che c'è "Pregiudizi. Spesso non riusciamo a percepire informazioni importanti che gli altri vedono e abbiamo bisogno di tali informazioni per costruire e crescere. La gente intorno a Jobs sapeva che il suo computer di Next era turbato, ad esempio, e li ignorò. Ma una delle lezioni principali apprese da Jobs da Catmull e dall'equipaggio della Pixar era come ascoltare e rispondere al coaching. I più grandi giocatori di scacchi hanno allenatori. La maggior parte delle persone che sono brave in qualcosa trovano allenatori di un tipo o dell'altro. Dobbiamo trovare le persone giuste, che capiscono per cosa state girando ma che hanno anche una prospettiva indipendente. E dobbiamo sapere come distinguere informazioni preziose da giudizi malriposti.

Jobs non perse mai l'attenzione sull'importanza della pratica che era legata al suo profondo amore, ed è per questo che è migliorata con gli anni. Grandi prodotti di eccezionale design lo hanno ispirato; e, anche nel pieno della sua carriera, ha trascorso ore ogni giorno con il suo capo designer Jony Ives – sperimentando, armeggiando, imparando e sviluppando. Il suo cuore rimase al centro del suo lavoro, e i 50.000 schemi che guidavano le sue intuizioni erano tutti organizzati attorno a quel cuore. Hanno fornito le intuizioni che hanno tracciato il modo di rendere il mondo sempre più quello che amava. Jobs non è nato come qualcuno che potrebbe piegare l'universo. Era un uomo che si era preso il tempo per raccogliere gli strumenti di cui aveva bisogno per fare un lavoro che sembrava magico per gli altri. Lo guardiamo con soggezione perché, come i giocatori minori che giocano al grandmaster, non abbiamo fatto il lavoro per avere la mappa straordinaria che ha fatto.

Un romanzo a vita con grande opera

La maggior parte di noi lavora; non ci esercitiamo Anche quando ci esercitiamo, non organizziamo la nostra pratica intorno a ciò che ci ispira di più profondamente. Sia l'architetto che l'imprenditore che abbiamo descritto all'inizio avevano grandi capacità e si sono esercitati per svilupparlo. Nel corso del tempo, tuttavia, gli standard a cui erano abituati si sono allontanati da ciò che amavano profondamente e verso gli standard che davano impulso alle loro carriere in modi più immediati. Di conseguenza, sono diventati ben rispettati e bravi nel loro lavoro, ma nessuno direbbe che accrescono la specie.

Potrebbero ancora. L'architetto potrebbe iniziare a prendere ore di ogni giorno per studiare ciò che ama profondamente nell'architettura e nel mondo in generale, esaminando le caratteristiche e cercando di capire i modelli. Poteva sperimentare audacemente al di fuori del suo solito lavoro, permettendosi di fallire e mantenersi agli standard definiti dal lavoro nel mondo che la ispira di più. Potrebbe sviluppare una comunità di persone che capiscono la sua ricerca. Potrebbero essere i suoi allenatori e insegnanti. Solo allora inizierà a imparare i cinquantamila schemi che formano il linguaggio di ciò che la ispira davvero. Finché non ha messo il tempo e l'attenzione per apprendere quel linguaggio, le idee ispiratrici non arriveranno più che le idee emergeranno in un linguaggio che non conosciamo. Tornerà al linguaggio più familiare che conosce, il lavoro più convenzionale che ha imparato bene. Non esprimerà mai il suo cuore, però. Le idee moriranno dentro di lei.

È qualcosa per tutti noi a cui pensare. Siamo tutti ispirati, il che significa che tutti vediamo un lavoro che ci colpisce come eccezionale e provocatorio. Ci dà un senso più è possibile. Ma il più delle volte non trattiamo quei momenti come crepe sullo schermo attorno a noi che potrebbero condurci in un mondo più ricco oltre. Come il musicista che non conosce mai i meravigliosi accordi di cui era capace, potremmo vivere all'interno di una mappa di un mondo più piccolo, meno interessante di quanto potremmo. Se la pratica verso ciò che amiamo profondamente ha guidato le nostre vite, allora le persone intorno a noi costruiranno un mondo che li ha ispirati più di quello in cui sono entrati. Il mondo sarebbe stato costruito con più cuore umano e mani più abili, piuttosto che essere spesso un'estensione del sentiero battuto.

O potremmo saltare tutto questo. Potremmo stabilirci.

Solutions Collecting From Web of "Una guida pratica per non stabilirsi"