Una causa comune di sofferenza e una formula per la felicità

Mentre ci sono molte cause di sofferenza umana che sono per lo più al di fuori del nostro controllo, c'è una causa comune che è quasi sempre totalmente autoimposta. Cioè, cercando di essere apprezzato da tutti.

Essere universalmente approvato e considerato positivamente il mio maggior numero di persone è essenzialmente impossibile. Per varie ragioni inconoscibili e spesso irrazionali, molte delle persone che incontriamo e conosciamo non ci brilleranno. A volte sarà per ovvi motivi, come le visioni del mondo ampiamente divergenti o le sensibilità politiche molto diverse. Ma in alcuni casi, l'antipatia di un'altra persona per noi potrebbe essere basata su una logica razionale non riconoscibile. In effetti, la loro antipatia apparentemente infondata potrebbe rivelare di più su di loro di quanto non sia detto su di noi (ad esempio, gelosia, invidia, atteggiamenti pregiudizievoli o razzisti, ecc.).

Ciò che è chiaro, tuttavia, è che il tentativo di raccogliere il parere positivo e la buona opinione della maggior parte delle altre persone è una ricetta per l'infelicità. Non importa quanto duramente proviamo e non importa ciò che diciamo o facciamo, ci saranno inevitabilmente alcune persone che semplicemente non ci piacciono. Inoltre, cercare di ottenere la loro approvazione richiederà che ci contorciamo in posizioni sociali innaturali, perdendo così parte della nostra autenticità nel processo (perché, nello sforzo di conquistare l'altra persona, cercheremo di essere chi pensiamo lui / lei vuole che noi siamo invece di essere chi siamo veramente).

Ma quando si comprende che la vera accettazione, l'approvazione e l'affetto dagli altri è possibile solo in gradi di relazioni intime, l'importanza qualitativa piuttosto che l'aspetto quantitativo delle relazioni interpersonali diventa fondamentale. Quindi, dobbiamo essere accettati "verruche e tutto il resto". E affinché ciò accada, le altre persone dovranno apprezzarci per quello che siamo, anche se abbiamo alcune importanti differenze filosofiche (e viceversa).

In sostanza, tutte le relazioni intime si basano su varie zone di compatibilità. Sarebbe molto insolito per una caccia, pesca, cattura, appassionato di sport essere simpatico con un attivista vegano e animale. La realtà è che non possiamo essere compatibili con tutti, a meno che non siamo un camaleonte sociale non autentico che, nel tentativo di essere amato da tutti, nel migliore dei casi avrà solo relazioni superficiali e sarà anche alienato da se stesso a causa della relazione ad altri non genuinamente (poiché l'auto-rivelazione e l'aperta onestà con gli altri è un modo importante per entrare in contatto con il nostro vero sé).

Quindi dimentica di essere apprezzato dalla maggior parte delle persone che incontri (per non parlare di tutti quelli che incontri!). Invece, cerca di coltivare e nutrire alcune relazioni genuine e intime. In questo modo, puoi liberarti dalla tendenza tossica di ingraziarsi la maggior parte delle persone concentrandoti invece su una quantità molto minore di amici veri e autentici che, speriamo, ci ameranno sinceramente e ci accetteranno per quello che siamo (cioè "verruche"). e tutto").

Per quanto riguarda la chiave della felicità, la scrittrice, attivista e femminista americana, Rita Mae Brown, ha detto bene: "La felicità è piuttosto semplice: qualcuno da amare, qualcosa da fare, qualcosa da guardare avanti".

In generale, la semplice formula di Brown per la felicità è azzeccata. La maggior parte delle persone concorda sul fatto che uno degli aspetti più importanti ed emotivamente gratificanti della vita è amare ed essere amati. Mentre l'amore romantico è spesso una parte di questo ingrediente, l'amore può anche venire da familiari, amici e persino animali domestici. In effetti, alcune persone sentono che l'amore più profondo e profondo che abbiano mai provato sia stato il legame che hanno avuto con un animale domestico di famiglia.

Il secondo ingrediente di Brown, "qualcosa da fare", affronta l'importanza di un'attività significativa e propositiva come una delle pietre angolari nel fondamento della felicità. Se siamo fortunati, la nostra occupazione primaria sarà una fonte di soddisfazione emotiva oltre al reddito. Ma avere un'attività significativa non equivale sempre al lavoro remunerativo. Spesso prendersi cura dei nostri figli e delle nostre famiglie, fare volontariato per una causa meritevole e / o un impegno entusiasta negli hobby o in altre attività di significato personale può fornire questa componente di felicità.

L'elemento finale della formula della felicità di Brown è avere cose divertenti da anticipare. Come nel caso dell'amore e dell'attività significativa, anche qui c'è una vasta gamma di possibilità; molti e vari eventi futuri si possono guardare avanti. Spesso, i piaceri semplici della vita di tutti i giorni (ad esempio, una bella cena con gli amici o la famiglia, guardare un film o uno spettacolo in TV, fare una passeggiata, ascoltare musica divertente, ecc.) Offrono molti eventi piacevoli da guardare con gioia. Naturalmente, pianificare cose più grandi come fare una vacanza, comprare un nuovo giocattolo, pagare un debito, o stare insieme con un partner romantico (solo per citarne alcuni) può essere una fonte di grande attesa entusiasta.

Il risultato è semplice. Se si può rinunciare all'impossibile e inevitabilmente deludente desiderio di essere accettati e graditi dalla maggior parte della gente, e cercare di realizzare la formula di felicità di Rita Mae Brown, si può evitare la miseria autoimposta e si può raggiungere una maggiore soddisfazione della vita.

Ricorda: pensa bene, agisci bene, senti bene, stammi bene!

Copyright 2017 Clifford N. Lazarus, Ph.D.

Caro lettore,

Le pubblicità contenute in questo post non riflettono necessariamente le mie opinioni né sono approvate da me.

Clifford

Questo post è solo a scopo informativo. Non è destinato a sostituire l'assistenza professionale o il trattamento personale della salute mentale da parte di un medico qualificato.

Solutions Collecting From Web of "Una causa comune di sofferenza e una formula per la felicità"