Un ritratto clinico di un uso pornografico online eccessivo (parte 4)

Ecco la quarta puntata di un ritratto clinico in 10 parti pianificato. Come è prassi corrente, ogni rata inizia con collegamenti a tutte le altre parti (tipo di un TOC emergente alla serie) insieme a un promemoria sulla riservatezza clinica:

Parte 1: Per iniziare: Qualcosa di troppo bello per essere vero, lo è

Parte 2: "50 modo per lasciare il tuo … terapeuta"

Parte 3: una roccia e un luogo difficile

La riservatezza clinica è stata rigorosamente protetta. La storia raccontata in questa serie è un ritratto clinico costruito di eventi reali, una pratica comune sia nella letteratura professionale che nei libri popolari. Per proteggere i pazienti (passati, attuali e futuri), le famiglie e gli amici tutte le informazioni identificative sono state completamente camuffate e il racconto ha attraversato diverse storie specifiche.

————–

Parte 4 di "Paul and His Girls"
The Medium è il … Sex Act

Il nostro secondo anno di collaborazione è iniziato. Ci sono state molte altre storie sulle "ragazze giuste" che ha fatto in modo che si rivelassero completamente sbagliate, così come molte discussioni sulla gestione di relazioni complesse sul lavoro. Ma l'ombreggiamento di tutto era una ripercussione emotiva degli eventi dell'infanzia: la responsabilità di curare la delusione di sua madre per la vita e le violente punizioni generosamente dispensate da suo padre. Come un odore vagamente sgradevole ma familiare che penetra attraverso il sistema di ventilazione di un vecchio edificio, queste conseguenze emotive erano sempre presenti, indipendentemente dal grado in cui le avevamo notate o meno.

Tale era il contesto in cui Paul ha finalmente introdotto la sua relazione con la pornografia online. E lo ha fatto con un'osservazione inizialmente fuori mano:

"Non te l'ho mai detto, ma ho collezionato porno online," si è lanciato all'inizio di una sessione dopo aver detto che non aveva davvero niente di cui parlare. "Una specie di fine settimana niente-fare. Abbastanza stanco Ho finito per passare un sacco di tempo a lavorare sulla mia collezione … quindi ho pensato … uhm … immagino … uhm … ho pensato di doverlo menzionare. "

Sebbene non avessi idea di quanto sarebbe diventato importante questo argomento, ho notato che il suo solito discorso fluido scorreva perdendo la sua cadenza priva di senso. Qualcosa era successo, forse qualcosa di nuovo. "Sono contento che tu l'abbia fatto" ho detto sperando che sarebbe andato avanti, ma ha tenuto il mio sguardo in silenzio cercando di avere bisogno di aiuto se avessimo intenzione di parlarne ancora, e la storia di solito aiuta:

"Questa è una nuova collezione o qualcosa che hai avuto per un po '?"

Si rilassò e rispose, "Beh, alcuni anni ormai credo, ho iniziato dopo il college, sai quando stavo iniziando a lavorare tutte quelle ore. Stava arrivando il contante, ma come stavamo parlando, lo sapete, è una specie di sentimento … e allora? Dovevo divertirmi. Tutti pensavano che fossi qui per divertirmi, specialmente i miei, che amavano sentirmi particolarmente quando ero in viaggio. Hanno ottenuto un calcio più grande da me che ha chiuso le offerte rispetto ai miei manager. Ma niente era così bello. Non proprio. Non per me. Tutto era come una "cosa da fare" dopo l'altra. Fai questo. Il prossimo. Fai quello. Bene, ho scoperto che mi piaceva andare a caccia di porno e salvare le cose che mi piacevano. A volte era piuttosto caldo, ma soprattutto era rilassante, solo divertente. "

Non volevo spingere troppo ma ero davvero interessato al contrasto che stava disegnando, quindi ho rispecchiato la sua ultima frase, ma ho enfatizzato le congiunzioni, "Kinda hot AND relaxing, just fun … BOTH?"

Capace di tornare nel suo solco, guardò direttamente me e con il suo familiare – ma non meno simpatico per la sua familiarità – un sorrisetto auto-schivo disse: "Beh, a volte guardo le mie ragazze solo per scendere, ma …" facendo una pausa per assicurarmi di mantenere le cose in prospettiva, "solo quando non ho altre cose in corso". Diventando più serio, ha continuato con un tema che avremmo rivisitato molte volte, "La maggior parte delle volte mi piace solo curiosare. Mi piace trovare tutte le cose che sono là fuori, soprattutto roba gratis. È molto meglio del channel surfing. "

Le sessioni continuavano a includere cose come sentirsi sconvolte dopo aver parlato con i suoi genitori, avere successo se non soddisfatti sul lavoro, uscire con gli amici, e andare avanti data dopo data dopo data. Tutto più o meno lo stesso eccetto che ora parlava regolarmente anche di come stava usando il porno.

Qualche volta ha visitato la sua collezione per masturbarsi, ma mai più di poche volte alla settimana al massimo e praticamente per niente durante l'iniziale entusiasmo di una nuova relazione. Ciò che era così affascinante è che ha anche passato molto tempo con la sua collezione porno senza masturbarsi; a volte sembrava un hobby. "È semplicemente divertente vedere tutte le cose che sono là fuori. Entra in un flusso come un videogioco trovando le cose che ti piacciono. A volte trovo le directory aperte. È grandioso, "ha detto.

"Intendi," ho chiesto assicurandomi che la mia curiosità non fosse troppo lontana dall'incredulità, "quando cerchi il porno per non provare niente di sessuale?"

"Beh, è ​​piuttosto strano", ha risposto. "Vado in un altro spazio di testa. Quando sto collezionando non passo molto tempo con nessuna ragazza. È più simile a "come questo", "non mi piace", "al prossimo" tipo di cosa. Ho un paio di dischi che uso solo per le mie ragazze. Voglio dire, come, so che sto salvando le foto di una ragazza sexy che si sta facendo da sola, lo so che è sexy. Lo sento, ma non sto cercando di scendere. So che lo farò per dopo, quando voglio. "

Ero affascinato Paul è stato il primo paziente che ho avuto a parlare in modo così chiaro del piacere che provo sia dalle immagini sessuali online che dalle attività online che gli permettono di trovare le immagini che gli piacciono. Ha detto molte volte, "si entra in un flusso." Era finito il tradizionale, tradizionale imbarazzo di dare soldi ad un tizio seccato dietro il bancone sbiancato del negozio porno locale. In effetti, Paul si è davvero divertito a ottenere il suo porno e ha trascorso una buona quantità di tempo a farlo. "Collezionare" il porno online era come giocare a Pac-Man, o qualche altro videogioco in anticipo: solo abbastanza impegnativo da tenerlo in quel punto dolce tra la noia e la frustrazione. Ovviamente, a differenza di un videogioco, ha ottenuto immagini sexy anziché punti.

L'atto specifico di trovare e salvare il porno che gli piaceva creava uno spazio privato e sessualizzato in cui poteva giocare senza aspettativa o paura delle conseguenze. È stato dove è andato a divertirsi, non importava che fosse anche il luogo dove andava a "scappare quando non succedeva nient'altro." La "online-ness" del porno online non presente nei precedenti sistemi di consegna pornografica era davvero importante per lui. Ero incuriosito da quanto gli piacesse davvero ottenere il suo porno. Mentre pensavo al personaggio di Isabelle Huppert in The Piano Teacher che si autodidatta masochisticamente al porno-shop, il "rilassante, solo divertente" di Paul durante il suo porno era fondamentalmente diverso: il sesso era secondario, il rischio-premio relativamente privo di conseguenze struttura dell'attività di caccia per il porno ha guidato il piacere.

Infatti, quando Paul era a caccia di pornografia online, trovava piaceri commisurati – a volte persino più grandi – alle fantasie sessuali e al rilascio che trovava nel porno stesso. Prendendo a prestito la celebre frase di Marshall McLuhan che "il medium è il messaggio", sembra che per Paul il medium sia diventato qualcosa di molto più del messaggio; era diventato il … beh, sentiti libero di compilare qualsiasi atto sessuale vuoi completare questa frase su ciò che è diventato il medium.

Per quanto rapidamente ci si rivolgesse allo specifico contenuto sessuale del porno che gli piaceva, l'immersione nel mezzo era diventata un atto sessuale giocoso tutto suo, una specie di preliminare tecnico.

[Fine della parte 4 … da continuare]

Solutions Collecting From Web of "Un ritratto clinico di un uso pornografico online eccessivo (parte 4)"