Un reddito di base aumenterebbe la felicità nazionale?

E se avessimo organizzato un aumento di cinquecento dollari al mese? [1] Non dovresti fare nulla per ottenerlo. Potresti spendere i soldi per quello che volevi. Non importa quanti soldi hai fatto in altri modi. E non importa se tu avessi un lavoro o meno. Il governo ti manderebbe un assegno ogni mese solo per essere un cittadino.

Questo accordo è noto come "reddito base universale". È una proposta economica seria. E cinquecento al mese sono sulla modesta fine delle proposte esistenti, non destinate a essere un reddito completo, ma più di un supplemento.

Se questa è la prima volta che ne hai sentito parlare, potrebbe sorgere qualche preoccupazione. Menzionerò alcune preoccupazioni riguardo alla fine dell'articolo. Per ora, sappi solo che un reddito base universale ha visto il supporto di pensatori di entrambe le parti (Martin Luther King Jr., Bertrand Russell, James Meade, Eric Olin Wright) e la destra (Friedrich Hayek, Milton Friedman, Charles Murray). [2]

Ci sono alcuni buoni motivi economici per implementare un reddito di base. Mettere soldi nelle mani delle persone aumenterebbe la domanda di beni e servizi. Ciò farebbe crescere l'economia e sarebbe un vantaggio per gli imprenditori e le piccole imprese. Avrebbe anche assorbito parte del rallentamento del mercato del lavoro e ci offrirà un modo scalabile per affrontare la possibilità che le macchine assumano sempre più posti di lavoro in futuro.

Detto questo, la mia preoccupazione oggi non è con il PIL (prodotto nazionale lordo), ma con GNH (felicità nazionale lorda). La mia domanda è questa: ci sono motivi per pensare che un reddito base universale renderebbe le persone più felici? Inizierò con il caso positivo e presenterò sei ragioni per cui un reddito di base potrebbe, in media, migliorare il benessere psicologico dei cittadini.

(E, da bambino che spesso mangiava la sua torta prima della sua glassa, starò a salvare il meglio per ultimo.)

Uno: più soldi significa più felicità (fino a un certo punto)

Iniziamo con l'ovvio. Il denaro può produrre la felicità abbastanza direttamente. Ma non tutti saranno ugualmente felici con la stessa quantità di denaro. [3] [4]

Ad esempio, se qualcuno arriva un po 'in affitto, e tu dai loro cinquecento dollari, ora possono fare l'affitto. Ciò riduce lo stress e ha un grande effetto sul loro benessere quotidiano per almeno un mese. Se dai i cinquecento dollari a un miliardario, non valuterà il loro tempo per incassare l'assegno.

Se un miliardario perde cento milioni nel mercato azionario, punge per alcuni minuti, e poi il miliardario muove alcuni fondi intorno e ne esce alla prossima buca. Se prendi quei cento milioni e li dividi in assegni da mille dollari per i poveri, aumenterà la felicità di centomila persone. Il beneficio psicologico per ogni persona sarà probabilmente maggiore del danno psicologico al miliardario, e quando moltiplichiamo la felicità di centomila e comprendiamo che l'aumento di felicità durerà per settimane, i due eventi sono a malapena comparabili.

Questo fa parte della logica alla base della progressiva tassazione e dei programmi di welfare. Quando ci sono molti più poveri che ricchi, e la differenza di ricchezza è alta, la ridistribuzione verso il basso aumenterà quasi certamente la felicità media. E un reddito di base, finanziato da tasse più alte per i ricchi, seguirebbe la stessa logica. [5]

In termini utilitaristici causeremmo una piccola quantità di dolore per creare una grande quantità di piacere. In termini libertari, violeremmo un po 'la libertà negativa di poche persone facoltose al fine di creare una considerevole quantità di libertà positiva per le vaste classi povere e medie. [6]

Ora questo solleva una domanda. A causa del calo dell'utilità del denaro, è probabile che "solo" il minimo 97% delle persone vedrebbe un sostanziale beneficio psicologico dal ricevere $ 500 in più al mese. Se è così, allora perché dare il beneficio a tutti? La risposta è che dare il denaro al primo 3% non costa molto di più (in realtà, costa circa il 3% in più), e dare il denaro a tutti potrebbe effettivamente aumentare la felicità dei poveri ancor più che se è stato dato solo ai poveri.

E questo perché . .

Due: un reddito di base universale ridurrebbe la vergogna per i nostri cittadini più poveri.

Quando le persone cadono in tempi difficili, spesso provano vergogna. Si sentono come se le altre persone si aspettassero che facessero più delle loro opportunità di quante ne avessero fatte. E sentono anche che sono un peso speciale per i loro amici, la famiglia e la società in generale.

La vergogna è un'emozione molto forte e può motivarci a cambiare il nostro comportamento. Questo è probabilmente il motivo per cui la gente fa vergognare le altre persone. Vogliono che quelle persone cambino il loro comportamento.

Ma la vergogna è produttiva solo quando le persone si sentono autorizzate a cambiare la loro situazione. Se scegliamo di disonorare i disoccupati quando ci sono 20 milioni di persone in cerca di lavoro e solo 4 milioni di posti di lavoro, al massimo il 20% di quella vergogna sarà produttiva. Il resto sarà tossico.

La vergogna è potente e, se non ha sbocco produttivo, troverà uno sbocco improduttivo. Quando le persone provano vergogna e mancanza di speranza allo stesso tempo, probabilmente si ritireranno socialmente, e potrebbero persino diventare amareggiate, assumere comportamenti antisociali, abusare di droghe e alcool e contemplare il suicidio.

Un reddito di base universale ridurrebbe la vergogna e, in particolare, la vergogna tossica e disperata. Un reddito base universale è universale. Ciò significa che tutti lo ottengono, indipendentemente dal reddito o dallo stato lavorativo. I poveri lo capiscono. I ricchi lo capiscono. I lavoratori dipendenti capiscono. I disoccupati lo capiscono.

Ciò significa che le persone hanno meno probabilità di cadere in tempi difficili, in primo luogo, perché avranno più margine economico. E, poiché tutti lo ricevono, le persone che ne hanno più bisogno possono riceverlo senza sentirsi come un caso speciale o annunciare al mondo che ne hanno bisogno. La classe media non può lamentarsi del fatto che le classi inferiori ricevano dispense quando tutti ricevono le stesse dispense.

Ma senza vergogna (o minaccia di fame), come incoraggiamo le persone a diventare più produttive? Bene, un reddito di base può aiutare anche quello. Prendere in considerazione . . .

Tre: un reddito di base aumenta la motivazione del lavoro per coloro che ricevono benessere.

Se un disoccupato riceve $ 8.000 / anno in benefici per il benessere, cosa succede se ottiene un lavoro che paga $ 8 / ora per 1000 ore? La risposta è che dipende da come viene impostato il sistema di welfare.

Se il governo ridurrà il loro beneficio previdenziale dollaro per dollaro, ora riceveranno $ 8.000 dal loro lavoro e $ 0 dal welfare (invece di $ 0 dal lavoro e $ 8.000 dal welfare). Questa disposizione ha un senso. Si assicura che le persone non scendano al di sotto di $ 8.000 / anno, ed è progettato per assicurarsi che i contribuenti non paghino più per il benessere di quanto ne abbiano bisogno.

Ma c'è un problema con questo piano. Non ci vorrà molto tempo per capire che possono A) lavorare a zero ore e ottenere $ 8.000, o B) lavorare mille ore e ottenere la stessa quantità. Se prendono il lavoro, in sostanza scelgono di lavorare per mille ore a zero dollari all'ora. Chi vuole farlo?

E se lavorare quelle migliaia di ore significa che devono pagare per l'asilo nido e spendere più soldi per il gas? Quindi prendere il lavoro in realtà li metterà ulteriormente nel buco finanziariamente (oltre a prendere un migliaio di ore del loro tempo). Possiamo moralizzare finché non siamo di fronte al valore del duro lavoro e del contributo alla società. Possiamo persino vergognare le persone per il carico di lavoro. Ma resta il fatto, un sistema di welfare come questo fornirebbe un forte incentivo per una persona a evitare il lavoro e rimanere sul benessere.

Questo è in parte il motivo per cui la maggior parte dei programmi di welfare testati con mezzi non funzionano in questo modo. Coloro che hanno progettato i programmi esistenti sapevano che le persone non avrebbero voluto lavorare a zero dollari l'ora, quindi i loro piani non riducevano i benefici del dollaro per il dollaro, ma forse di cinquanta centesimi sul dollaro. In questo modo più lavoro sarebbe sempre uguale a più soldi. Nel nostro esempio, la persona riceverà $ 8.000 dal lavoro e $ 4.000 dal welfare, guadagnando $ 4.000 in più per le mille ore di lavoro. Lavorare per $ 4 / ora è più motivante del lavorare per $ 0 / ora (anche se non è chiaro da quanto).

Ma un reddito di base fornisce ancora più incentivi al lavoro. Con un reddito di base non ci sarebbe assolutamente alcuna riduzione dei benefici con il reddito da lavoro. Quindi la persona nel nostro esempio manterrebbe il pieno $ 8 / ora dal loro lavoro. Non è ancora un grande salario, ma $ 8 / ora è molto più motivante di $ 4 / ora. Il risultato finale sarebbe una maggiore disponibilità a lavorare e un reddito totale più elevato per coloro che altrimenti si troverebbero in programmi di benessere testati. [7]

Un reddito di base non solo darebbe alle persone povere un incentivo per lavorare più ore, ma potrebbe anche aiutare sia le persone povere che quelle della classe media a essere più produttive (e più felici) mentre lavorano. È perché, . . .

Quattro: un reddito di base aumenta l'autonomia.

Se vuoi che le persone lavorino di più (e più felici), aumenta la loro autonomia. Secondo la Self Determination Theory (SDT), l'autonomia è uno dei tre bisogni psicologici umani di base e la ricerca suggerisce che sia la più importante delle tre.

Autonomia, competenza e imparzialità, questi tre rimangono. Ma il più grande di questi è l'autonomia.

Quando le persone hanno i loro bisogni psicologici (per autonomia, competenza e imparzialità) incontrate, sono più felici, perseguono una crescita personale e professionale, hanno un senso del sé più coerente, si integrano meglio con la società e vogliono contribuire alla società attraverso il loro lavoro. Quando mancano di autonomia, competenza e imparzialità, tendono a sentirsi oppressi, a diventare lunatici, a trascinarsi dentro e a cercare piaceri evasivi (come droghe, social media e videogiochi). [8]

In poche parole, l'autonomia è la capacità di fare ciò che si fa per le proprie ragioni. Ciò non significa che non lavori con (o per) altri. L'autonomia non è la stessa cosa dell'indipendenza. Le reclute del Navy Seal potrebbero essere autonome anche durante la Settimana dell'Inferno, a condizione che abbiano scelto liberamente di esserci, e la loro partecipazione è un'espressione dei loro valori più profondi.

Idealmente ogni lavoro sarebbe liberamente scelto in un mercato in cui il lavoratore ha molte opzioni. Il lavoratore riceverebbe un equo compenso in base al loro contributo. Il lavoro non raggiungerebbe le loro vite personali. Ciò consentirebbe loro di sviluppare competenze e un percorso di carriera fattibile. Non richiederebbe loro di imbrogliare i clienti o sabotare la concorrenza (a parte la soddisfazione del cliente). E permetterebbe loro di sentirsi come se stessero facendo una differenza positiva nel mondo.

Quando le persone hanno un lavoro del genere, hanno una motivazione intrinseca per essere produttivi rispetto a quando si sentono costretti, annoiati o messi in disaccordo con i loro simili.

Un modesto reddito di base non trasformerà magicamente ogni lavoro nel sogno di ogni lavoratore. Ma molto probabilmente sposterebbe le cose in quella direzione in generale. Un reddito di base darebbe ai lavoratori un margine leggermente maggiore nei loro bilanci. Ciò consentirebbe loro un po 'più di potere contrattuale con i loro datori di lavoro. Potrebbero respingere quando gli viene chiesto di fare cose che non sono etiche, potrebbero resistere per salari più alti e potrebbero richiedere ruoli in azienda che corrispondano meglio alla direzione in cui vogliono prendere le loro carriere. E, con una rete parziale di sicurezza senza vergogna, coloro che sono così inclini si troveranno in una posizione migliore per correre il rischio di aprire uno studio di yoga, perseguire una carriera musicale o diventare uno sviluppatore di giochi indie.

Un reddito di base fornirebbe inoltre alle persone una maggiore autonomia nelle loro vite personali e consentirebbe (per esempio) alle persone altrimenti dipendenti dal punto di vista finanziario di abbandonare relazioni abusive.

L'autonomia è importante per la felicità e la produttività, e un reddito di base aumenterebbe l'autonomia media. Ma non dimentichiamoci dei nostri bisogni psicologici di competenza e relazionalità. Sono anche molto importanti e, nel mondo moderno, il nostro senso di competenza potrebbe essere ancora più in pericolo rispetto al nostro senso di autonomia. Vedremo ora che un reddito di base può aiutare con le sfide alla nostra competenza, perché,. . .

Cinque: un reddito di base riduce il dolore della distruzione creativa.

Le nuove tecnologie allontanano il lavoro dalle persone. È stato così fin dall'invenzione della ruota. I macchinari agricoli hanno portato via milioni di lavori agricoli. Le fabbriche hanno spazzato via milioni di posti di lavoro nell'industria dei cottage. I robot hanno preso milioni di posti di lavoro in fabbrica. I computer hanno impiegato milioni di posti di lavoro.

Questo è ciò che Joseph Schumpeter chiamava "distruzione creativa". [9] È "creativo" perché rappresenta il progresso creativo per la società nel suo complesso. Crea nuovi beni e servizi. E (prima o poi) crea anche nuovi posti di lavoro. Ma è "distruttivo", perché elimina i lavori, le carriere e le industrie nel processo.

Misurato dal metro di una vita umana, il ritmo della distruzione creativa è stato piuttosto lento finora. Ma se sei lì nel momento in cui una nuova tecnologia sta portando via il tuo lavoro, può cambiare la tua vita da un giorno all'altro. E, in un'epoca in cui robot e software stanno espandendo le loro capacità quotidianamente, è naturale sospettare che il ritmo della distruzione creativa aumenterà rapidamente in futuro.

Una volta che il tuo settore sostituisce il tuo lavoro con una macchina, o il mercato sostituisce il tuo prodotto con un sostituto, devi strapazzare. Hai passato una vita a sviluppare buone capacità in modo da poter supportare la tua famiglia. Le tue abilità erano una fonte di orgoglio e reddito. E ora il mercato ti dice che non ha più bisogno delle tue capacità. Se sei giovane, può essere una battuta d'arresto minore. Se ci si alza da anni, i costi irrecuperabili sono maggiori e gli anni lavorativi rimanenti sono inferiori, quindi la prospettiva di ri-attrezzaggio può essere scoraggiante. Potrebbe non valerne la pena di prendere una significativa riduzione di stipendio per fare qualcosa che non sei bravo in. Potresti aver voglia di arrendersi a quel punto.

La distruzione creativa danneggia un gran numero di persone nel processo di beneficiare di un numero maggiore di persone.

Se riusciamo a capire i modi migliori per mantenere i mezzi di sostentamento e la dignità di quelle persone le cui industrie o carriere vengono distrutte, potremmo celebrare di più la distruzione creativa e temerla di meno.

Ed è qui che un reddito di base potrebbe essere utile. Potrebbe ridurre parte dell'ansia causata dalla distruzione creativa. Potrebbe aiutare coloro che hanno perso il lavoro e può aiutare coloro che temono di poter presto perdere il lavoro o la carriera. Fornirebbe margine nei budget delle persone. Ciò darebbe loro un po 'di tempo per il re-tool e alcuni fondi per l'acquisto di nuovi corsi di formazione. Potrebbe non sostituire l'orgoglio derivante dalle vecchie abilità, ma almeno potrebbe rimuovere parte dell'ansia finanziaria derivante da quella perdita di orgoglio.

E, nel caso in cui robot e software prenda la maggior parte dei nostri posti di lavoro esistenti (e anche la maggior parte dei nuovi posti di lavoro), un reddito di base potrebbe essere aumentato dal 10% del reddito nazionale al 40% o al 50% del reddito nazionale. A quel punto potremmo tutti perseguire i nostri progetti creativi mentre le macchine mantengono l'economia in funzione. E non sarebbe male, vero?

Finora abbiamo visto che un reddito di base potrebbe ridurre lo stress, ridurre la vergogna, aumentare la motivazione del lavoro, aumentare l'autonomia e fornire qualche consolazione per il fatto che le macchine potrebbero presto rendere obsolete le nostre capacità.

Il caso è già molto forte. Ma forse la ragione più importante per considerare un reddito di base è perché. . .

Sei: un reddito di base universale fornisce un senso di appartenenza e di eredità naturale a ogni cittadino.

I bambini ricchi iniziano con milioni. I bambini poveri partono da vicino allo zero. E partire da vicino allo zero oggi è peggio (in qualche modo) di quanto non lo fosse per i cacciatori-raccoglitori. Almeno allora la terra stessa forniva un'eredità naturale di selvaggina, radici, bacche e materiali per il ricovero. Raramente sei caduto troppo indietro rispetto ai tuoi compagni di tribù, e la gente non ha criminalizzato i tuoi tentativi di procurarti cibo o costruire il tuo rifugio dalle cose che hai trovato in giro. [10]

Ma perché alcuni dovrebbero ereditare milioni mentre la maggior parte eredita quasi nulla? Perché mai qualcuno dovrebbe partire da vicino a zero in una nazione tanto prospera come gli Stati Uniti? Perché non fornire un modesto patrimonio naturale a tutti i cittadini?

Alcune persone pensano a un reddito di base universale come una sorta di benessere. Ma cosa succede se ci pensiamo in modo diverso? E se pensassimo ad esso come i frutti di un'eredità naturale? Mentre molte persone sono a disagio nel pensare che i poveri ottengano denaro senza dover lavorare per farlo, quasi tutti sono a proprio agio con l'idea che gli investitori ricevano reddito da investimento passivo senza dover lavorare per questo. [11]

Alcuni sostenitori rafforzano l'inquadramento dell'eredità definendo il vantaggio in termini di reddito nazionale. Ad esempio, con un reddito di base modesto, potremmo impostare il beneficio al 10% del reddito nazionale pro capite. Attualmente si tratta di circa $ 450 / mese. Dal momento che è ancorato al reddito nazionale, salirebbe ad ogni aumento dell'inflazione o della produttività nazionale. È come se ogni cittadino ricevesse un'eredità del 10% della ricchezza nazionale pro capite e riuscisse a mantenere il reddito da investimento che guadagna (almeno una volta raggiunta l'età adulta).

In sostanza, un modesto reddito di base livella leggermente la lotteria della nascita e dell'eredità. I bambini ricchi erediteranno ancora milioni, ma almeno tutti erediteranno qualcosa.

Potremmo anche chiamarlo "Dividend di prosperità universale" anziché "reddito di base universale". Se lo inquadriamo come un interesse per la prosperità della nazione, creiamo un senso di appartenenza e di investimento in ogni cittadino che lo riceve. E ripristiniamo parte dell'eredità naturale che abbiamo perso quando abbiamo rimosso la capacità di procurarci il cibo per vivere.

Ma, . . .

Sembra tutto meraviglioso, dici. Ma . . .

  • Come lo pagheremo?
  • Non comprometterà anche la motivazione di alcune persone a lavorare?
  • Non causerebbe l'inflazione?
  • Non tutte le tasse sono fondamentalmente un furto?
  • Non è questo socialismo?

Queste sono tutte domande buone, giuste e aperte. E non ho intenzione di affrontarli direttamente in questo articolo. Queste domande economiche sono discusse su Internet e incoraggio tutti a partecipare alla discussione.

La conclusione qui è provvisoria. La conclusione è semplicemente che se l'economia, l'etica e la teoria politica funzionano, allora un reddito di base universale dovrebbe essere fortemente considerato in base ai suoi benefici psicologici.

Ma potresti anche aver notato che la mia presentazione degli effetti psicologici è stata piuttosto unilaterale. Ho praticamente considerato solo i benefici. Non ci sono alcuni danni psicologici che verrebbero creati insieme ai benefici?

Per esempio:

  • Un reddito di base può minare l'orgoglio che le persone prendono nel prendersi in giro e fare la loro strada senza aiuto?
  • Un reddito di base potrebbe aumentare il tasso di divorzi, perché le persone povere sarebbero meno economicamente dipendenti l'una dall'altra?
  • Molte persone non sceglierebbero di lavorare meno ore e giocare ai videogiochi tutto il giorno? [12]

Queste domande dovrebbero essere discusse. E come le questioni economiche, incoraggio tutti a discuterle (un ottimo posto per farlo è / r / basicincome)

Queste restanti domande sono uno dei motivi per cui alcuni sostenitori di un reddito di base universale suggeriscono che iniziamo con modestia, con qualcosa come $ 500 al mese invece di cercare di fornire un salario di sussistenza per tutti fin da subito. Se iniziamo con modestia, possiamo ridurre al minimo le conseguenze indesiderate e possiamo studiare gli effetti che un reddito base universale avrebbe sulla produttività, l'inflazione, l'offerta di lavoro e la felicità, prima di decidere se vogliamo aumentare il beneficio.

Gli appunti:

[1] Quello è $ 500 USD. Gli Stati Uniti sono il mio esempio principale. Mentre gli importi del dollaro negli esempi si adattano alla situazione degli Stati Uniti, le idee principali dovrebbero applicarsi a qualsiasi nazione.

[2] Vedi l'articolo di Wikipedia sul reddito di base.

[3] Uno studio del 2010 di Daniel Kahneman e Angus Deaton ha rilevato che più denaro è associato a livelli più elevati di benessere emotivo fino a circa 75.000 dollari all'anno. Al di sopra di questa quantità l'associazione si indebolisce considerevolmente.

[4] E non è che ci sia una grande soglia a $ 75.000. Ci possono essere alcuni effetti soglia. Se hai bisogno di $ 200 per pagare l'affitto, il secondo $ 100 ti renderà più felice del primo. Ma la maggior parte delle volte l'effetto è una funzione che diminuisce abbastanza facilmente. Gli economisti sostengono da tempo che il denaro ha "un'utilità marginale decrescente", il che è un modo elegante per dire che quanto sia felice una determinata quantità di denaro, dipenderà da quanti soldi hai già. Meno hai, più felice sei con una certa quantità.

[5] Dobbiamo anche considerare l'asimmetria tra il dolore della perdita e il piacere del guadagno, l'effetto della ridistribuzione sulla fiducia, l'incentivo, la crescita e la pianificazione nell'economia, e i diritti personali, come i diritti di proprietà. Con gli attuali livelli di disuguaglianza, tuttavia, sembra esserci spazio per livelli sostanziali di ridistribuzione senza produrre danni sostanziali nel processo.

[6] Questa è una cornice consequenzialista per il libertarismo. Non tutti i libertari vorrebbero. Ma mi sembra un modo giusto per inquadrare le cose.

[7] Per una trattazione molto più approfondita della motivazione del lavoro e dell'UBI, vedi gli articoli di motivazione del lavoro di Ed Dolan, a partire da: Un reddito di base universale e incentivi di lavoro. Parte 1: Teoria

[8] Vedi Deci and Ryan (2000): "What and Why of Goal Pursuits".

[9] Vedi l'articolo di Wikipedia su "Distruzione creativa".

[10] Ovviamente beneficiamo di gran parte della tecnologia che i cacciatori-raccoglitori non hanno. La nostra assistenza sanitaria è migliore. Abbiamo una migliore infrastruttura. E ci sono sistemi per aiutare i poveri ad entrare in contatto. Ma se sei nato da genitori poveri in un quartiere povero, e cadi tra le fessure, è più difficile farsi strada in un modo socialmente accettato di quanto non fosse poi.

[11] Gli investitori mettono a rischio i loro soldi. E si potrebbe inquadrarlo come una sorta di "lavoro". Ma i ricchi in realtà non devono correre un tale rischio per far fronte ai guadagni del reddito nazionale pro capite. E raramente hanno bisogno di giocare con i soldi del latte dei loro figli.

[12] Questa è una preoccupazione legittima. Per altri miei pensieri su questo, vedi: Hai sabotato accidentalmente la tua motivazione per lavorare?

  • Conteggio delle persone: una revisione del libro autobiografico
  • 5 motivi per cui anche il tuo nemico può essere tuo amico
  • Tu mi appartieni
  • Dipendenza dal sesso: è reale?
  • Quiz! Sei nominato?
  • Diventa un cambiavalute ADHD
  • Etichetta a sorpresa
  • Frank Bruni: un critico del ristorante e la sua Bulimia
  • Abuso emotivo: perché la tua terapia individuale non ha aiutato e il tuo partner ha fatto peggio
  • Really Understanding Foster Care (Parte 2) - The Child's Clock & The Parent's Motivations
  • La mia teenager ha bisogno di un trattamento?
  • 10 cose che non sapevi sull'autostima
  • Smettila di cercare di rompere le cattive abitudini
  • Il potere curativo della divulgazione
  • Il manifesto di nessuno
  • 5 motivi per cui ricevere è più difficile del dare
  • Resisti ai bulli del corpo nella tua vita - e non esserne mai uno
  • La positività del corpo ci sta portando a picco?
  • Abbiamo bisogno di un avvertimento del chirurgo generale per i social media!
  • Che dire del vergognare le persone nel recupero?
  • Sei dipendente dalla perfezione?
  • The Mysteries of Madness
  • Eri un bambino intenso?
  • La vita da single diventa ancora migliore con l'età, i nuovi programmi di ricerca
  • Insegna al tuo bambino Atleta Healthy Perspectives
  • The Shame Game
  • Il lavoro d'amore di un pioniere del sonno
  • Alzare i bambini resilienti
  • Conservazione compassionevole incontra Cecil the Slain Lion
  • Auto-critico? È tempo di rallegrarti
  • Combattere i tuoi draghi interiori
  • Internet Porn Addiction - Perché è porno gratis così irresistibile
  • Le preghiere pubbliche fanno più male che bene
  • Qualità universali di Jerks
  • Esplorando i nostri stessi stereotipi e pregiudizi
  • Odiando il mio corpo, dubitando della mia sensualità - Dimentica gli orgasmi!