Un precoce psicologo: il Buddha

La psicologia buddista si basa sull'esempio e sugli insegnamenti dell'uomo che venne chiamato "Il Buddha". In molti modi gli insegnamenti del Buddha, noti come "il dharma", suonano più come la psicologia di quello che molti di noi pensano di religione. Chi era lui; quale era la sua storia?

Nato più di 2500 anni fa, il Buddha nacque come principe in un piccolo regno nel nord dell'India. Il re, seguendo la tradizione, ha chiesto a un indovino di offrire previsioni sul futuro di suo figlio. Gli fu detto che suo figlio sarebbe diventato un grande maestro spirituale o un grande monarca. Il re, come molti uomini potenti, voleva che suo figlio lo seguisse negli affari di famiglia. A tal fine, il re si assicurò che suo figlio, che allora era conosciuto come "Siddhartha", non sentisse parlare di cose spirituali. Invece, si assicurò che il giovane principe fosse circondato da ogni possibile lusso e piacere. C'erano musicisti e ballerine, tessuti e vestiti ricchi, cibi deliziosi e vini pregiati. Viveva all'interno delle mura del complesso del palazzo e si abbandonava a tutti i suoi desideri, purché non avessero nulla a che fare con la spiritualità. Ancor di più, era protetto dal vedere qualcosa di spiacevole.

Una volta, quando il re aveva un festival da sorvegliare, portò via suo figlio. Il ragazzo fu lasciato seduto sotto un albero mentre il re si occupava dei suoi doveri reali. Secondo la tradizione, Siddhartha sedeva sotto una rosa melo e aveva l'esperienza di essere semplicemente presente e sveglio. Ha intravisto la natura della realtà – quello che abbiamo chiamato "brillante sanità mentale" in un precedente post di blog. In quel momento era chiaro, aperto e pieno di compassione per tutti gli esseri. E poi, il momento passò e fu dimenticato – in quanto tali momenti sono spesso per tutti noi.

Quando il giovane Siddhartha diventò un uomo, si incuriosì per ciò che si trovava oltre le mura del palazzo. Ha convinto il suo autista di carro a portarlo in un tour fuori dalle mura. Quel viaggio ha cambiato la sua vita. Ci sono molte versioni di quel giro in carrozza, ma sono tutte d'accordo sul fatto che il principe abbia visto cose che non aveva mai visto prima, vivendo come aveva fatto in un ambiente reale protetto. Vide un vecchio rugoso e si chinò. Immagina se non avessi mai visto una persona anziana. Che strano aspetto! Il principe chiese al suo autista: "Cosa c'è di sbagliato in quell'uomo?"

"È vecchio. Se viviamo abbastanza a lungo, tutti noi diventeremo vecchi e sembreremo così. "

Poi ha qualcuno che era malato. Forse vide una donna che era giovane anche se a malapena in grado di camminare, che era magro e debole, la cui pelle era coperta di piaghe. "Cosa c'è di sbagliato in lei?" Potrebbe aver chiesto.

"Lei è malata. Ci ammaliamo tutti. "

Poi, hanno visto un cadavere sul ciglio della strada. "Cosa c'è di sbagliato in quella persona?"

"Ah, questa persona è morta. Moriamo tutti. "

Immagino quanto possano essere state scioccanti queste esperienze per il principe la cui vita protetta l'ha protetto da vecchiaia, malattia e morte. La prossima persona che catturò l'attenzione del principe fu un mendicante religioso errante: un ricercatore spirituale. Queste persone erano comuni in India in quel momento. Questo monaco sembrava radioso, gioioso e calmo. Il principe non aveva mai visto niente del genere prima d'ora.

Quando penso a quel ricercatore spirituale, penso a grandi maestri spirituali che ho avuto la fortuna di incontrare nella mia vita: gente come il Dalai Lama e altri maestri tibetani. Forse hai incontrato persone del genere nella tua vita: persone che sembrano trasudare una qualità di pace e veglia. Queste persone possono sembrare "più reali" di altre, eppure sono ancora molto esseri umani, non dei.

Anche il principe ha chiesto di quest'uomo. "È un ricercatore spirituale", fu la risposta.

Al suo ritorno a palazzo, Siddhartha aveva molto da pensare. I suoi occhi erano stati aperti alla realtà del dolore e della sofferenza. Aveva anche visto il ricercatore spirituale e aveva intravisto un altro modo di essere. Il modo in cui aveva vissuto la sua vita fino a quel punto sembrava ora vuoto e privo di significato, e non riusciva a immaginare di tornare semplicemente ad esso. cosa doveva fare?

La prossima volta continueremo la storia di come Siddhartha lasciò il palazzo e alla fine divenne il maestro maestro conosciuto fino ad oggi come "Il Buddha", il "Risvegliato".

Solutions Collecting From Web of "Un precoce psicologo: il Buddha"