Un percorso verso meno sofferenza

Fotolia, used with permission
Fonte: Fotolia, usato con permesso

La felicità può esistere solo in accettazione. George Orwell

L'altra sera io e il mio amico siamo andati a vedere uno spettacolo. Era molto affollato nel teatro, quindi quando lo spettacolo era finito ci è voluto molto tempo per uscire. Il mio amico ha iniziato a diventare molto teso per le persone che non camminavano più in fretta ed era davvero infastidito. Per parte mia, non ci ho pensato molto. Stavamo parlando dello show mentre ci stavamo mischiando e ho accettato il ritmo lento come parte di quello che succede quando vai a teatro. Una parte della mia mente si distaccò e guardò la situazione. L'ho trovato così interessante che entrambi stavamo avendo la stessa esperienza esterna ma un'esperienza interiore così diversa. Il mio amico voleva solo lasciare il teatro e nella sua mente era sbagliato quanto lentamente tutti stessero camminando. Ma questo pensiero creava impazienza e frustrazione da parte sua. Non sono un monaco buddista, ma ho accettato la situazione e mi sono divertita a parlare mentre ci allontanavamo dalla porta.

Quando sono tornato a casa ero un po 'duro con il mio amico mentre ripete la storia a mio marito. Ma mentre stavo ripetendo la storia mi sono ricordato di come ero stato in un taxi per andare allo spettacolo prima quella sera e c'era il traffico. Mi sono arrabbiato perché c'era il traffico e che sarei in ritardo per lo spettacolo. Ricordando questo, ho riso un po '. Non c'era differenza tra me e il mio amico. Perché? Entrambi stavamo resistendo al momento. Non importa se una persona pensa: "La linea dovrebbe muoversi più velocemente" e un'altra: "Non ci dovrebbe essere traffico su Park Avenue a quest'ora del giorno". Queste sono solo le nostre storie su come dovrebbe essere la vita, storie che rendici stressati e miserabili. E anche se io e il mio amico abbiamo ragione su queste situazioni, importa? Ciò che "dovrebbe essere" non è ciò che sta accadendo nel momento e, poiché siamo intrappolati nel modo in cui le cose dovrebbero essere, non siamo liberi.

Quindi qual è la chiave per la libertà e la gioia interiore? In una parola, è l'accettazione. Spesso quando parlo con i clienti dell'idea di accettazione la loro reazione istintiva, a prescindere dal loro problema, è "Perché dovrei accettarlo? Non è giusto "o" Non ho intenzione di rinunciare e accettare queste circostanze ". Ma credere che qualcosa sia giusto o che tu debba rinunciare non è ciò che l'accettazione è. Per me, l'accettazione è vedere le cose come sono nel momento e accettare semplicemente questa è l'esperienza che stai vivendo. La lotta di "Perché sta succedendo questo?", "Questo non dovrebbe accadere?" O "Questo è inaccettabile" finisce quando accettiamo le cose come sono. A volte non c'è niente da fare su una situazione, come quando stavamo lasciando un teatro affollato o quando siamo nel traffico. Nel momento in cui accetti la cosa che ti sta facendo impazzire, smetti di lottare e smetti di provare dolore. Non c'è niente da fare se non rilassarsi nel presente con l'esperienza e vedere cosa la vita ha da offrire. Altre volte, l'accettazione aiuta a trovare pace e meno sofferenza anche se si rimane aperti a cambiare le circostanze in futuro. L'accettazione non cambia la tua passione o il bisogno di cambiare, ma ti permette di "presentarti" nel momento con la pace su ciò che è, e la forza e l'attenzione per rendere le cose differenti.

Oggigiorno, quando i miei figli non puliscono le loro stanze, piove e io non ho un ombrello, o un cliente dimentica il nostro incontro, provo a sorridere e dico: "Non me lo aspettavo, ma accetto questo. Forse è tutto a posto. "Faccio un respiro profondo e sorrido. Dico ancora ai miei figli di pulire la loro stanza quando tornano a casa, compro un ombrello da cinque dollari che si interromperà in una settimana, e cerco di capire un modo efficace per ricordare ai miei clienti i nostri incontri. Faccio tutte quelle cose nello stesso momento in cui accetto il momento per quello che è. Questo è un vero percorso per meno sofferenza e più facilità nella vita di tutti i giorni.

Prenditi un momento e pensa ad alcuni aspetti della tua vita che non stai accettando. Come ci si sentirebbe a non lottare più con esso? Puoi accettare questa circostanza e rilassarti nel momento? Puoi accettare la tua situazione e cercare ancora di migliorare le tue circostanze in futuro?

Prova il mantra: "Non me lo aspettavo, ma lo accetto. Forse tutto è a posto. "

E poi vedi cosa si presenta nella tua vita!

Solutions Collecting From Web of "Un percorso verso meno sofferenza"