Un nuovo studio afferma che è facile "falsificare" l'ADHD

Molti di voi penseranno "perché qualcuno dovrebbe voler simulare l'ADHD !?" Beh, una ragione comune è apparentemente quella di ottenere l'accesso a farmaci stimolanti con la speranza che aumenteranno le prestazioni accademiche o per scopi di abuso più semplici.

Inoltre, gli studenti con disturbi dell'apprendimento (inclusi ADHD) hanno generalmente accesso a risorse aggiuntive, sia educative che finanziarie. Queste risorse sono realmente necessarie agli studenti con difficoltà di apprendimento e includono cose come il tempo extra per esami e corsi, schemi di voto più favorevoli, carico di lavoro ridotto, insegnamento aggiuntivo. Tuttavia, per uno studente che NON ha un disturbo dell'apprendimento, queste risorse rappresenterebbero un vantaggio significativo.

Un nuovo studio, dal laboratorio del professor David Berry dell'Università del Kentucky, ha esaminato la capacità degli studenti universitari di fingere l'ADHD. Gli autori (Sollman, Ranseen e Berry) hanno preso tre gruppi di studenti; quelli con ADHD (ma temporaneamente fuori dai loro farmaci), quelli senza ADHD e quelli senza ADHD ma hanno detto di fingere di averlo.

A quest'ultimo gruppo di "falsi" è stato detto che se avessero potuto convincere l'assessore che avevano l'ADHD, avrebbero ricevuto 45 dollari. Sono stati dati solo 5 minuti di tempo di preparazione, che hanno speso con le informazioni ottenute da Google.

Tutti i gruppi sono stati quindi valutati utilizzando test ADHD standard da parte di ricercatori che non erano a conoscenza del gruppo a cui erano stati assegnati gli studenti.

I test per rilevare l'ADHD rientrano in due ampie categorie. In primo luogo, e più semplicemente, c'è un'autovalutazione, in cui il paziente descrive i propri sintomi in risposta a domande strutturate. In secondo luogo ci sono test neuropsicologici, in cui al paziente viene chiesto di svolgere un compito particolare. Questi appaiono spesso come un semplice gioco per computer e sono strutturati in modo tale che le persone con ADHD faranno determinati tipi di errori nel gioco a causa di impulsività, disattenzione o altri sintomi di ADHD.

Sollman e co hanno testato entrambe le categorie di test usando approcci multipli.

Sono stati somministrati due test self-report, la scala di valutazione ADHA ("ARS") sviluppata da Barkley e Murphy e un'altra nota come "Conners Adult ADHD Rating Scale (CAARS)".

Nessuno di questi test era in grado di distinguere tra studenti con ADHD e quelli che fingevano.

I test neuropsicologici più complessi non sono andati molto meglio, alcuni sono stati simulati con successo, mentre altri hanno mostrato una tendenza per i fakers a esagerare con conseguente sintomi più gravi di quelli che potrebbero essere visti nell'ADHD. Forse più preoccupanti, questi test neuropsicologici non erano in grado di distinguere tra veri ADHD e individui di controllo (che non avevano sintomi e non fingevano).

C'è una lunga storia di finzione dei sintomi in psichiatria, guidata da motivi legali, finanziari e accademici. Per contrastare ciò, è stata sviluppata una batteria di test per rilevare i falsi. Per ora non esiste un test specifico per catturare l'ADHD finto. Sollman e co hanno usato una serie di test generali di "simulazione" per vedere se potevano rilevare i falsari. Nessun test da solo è stato in grado di individuare gli studenti con ADHD falso. Un barlume di speranza è stato offerto unendo i risultati di tutti questi test insieme, che ha rilevato gli studenti che stavano simulando il loro ADHD. Tuttavia, questo approccio ha anche identificato due studenti con un vero ADHD come falso. Chiaramente un risultato indesiderato.

Nel più ampio contesto della salute pubblica, la diagnosi eccessiva e errata dell'ADHD è un grosso problema. I test stessi sono inaffidabili e diagnosticano erroneamente l'ADHD anche in persone che non fingono intenzionalmente. La facilità con cui i test ADHD possono essere falsificati deve sicuramente anche svolgere un ruolo, soprattutto perché la facilità con cui i test ADHD possono essere simulati è nota da un po 'ad esempio 1 , 2. Ovviamente quelli che falsificano intenzionalmente l'ADHD contribuiranno al problema, ma è facile vedere come si possa arrivare a una diagnosi errata senza un intento malevolo; i punteggi dei test sono cattivi? avere difficoltà a concentrarsi? Qualcuno suggerisce l'ADHD e tu prendi un appuntamento per vedere qualcuno a riguardo. È naturale che tu voglia fare qualche lettura in anticipo e questo studio dimostra che 5 minuti con Google ti diranno che cosa sta cercando il clinico. Sarebbe altrettanto facile ingannare te stesso che l'ADHD è la ragione per cui i tuoi voti sono stati cattivi.

Un'altra ruga interessante è il problema che questo pone alla ricerca di ADHD. Prendi lo studio in questione; come fanno i ricercatori a sapere che i partecipanti con il "vero" gruppo ADHD non hanno fatto finta di farsi strada verso una diagnosi di ADHD, volontariamente o no? Questo potrebbe anche potenzialmente spiegare perché alcuni dei test neuropsicologici utilizzati non hanno rilevato l'ADHD "vero".

Oh caro, che casino! Che cosa si deve fare?

Solutions Collecting From Web of "Un nuovo studio afferma che è facile "falsificare" l'ADHD"