Un cattivo lavoro può essere peggiore per il tuo benessere rispetto all'essere disoccupato

La recessione ha messo a fuoco lo stress e i traumi causati dalla disoccupazione o dalla perdita di un posto di lavoro dai licenziamenti. E certamente, ci sono prove di ricerca per mostrare lo stress causato dalla perdita di posti di lavoro è classificato in alto insieme con la morte in famiglia e il divorzio. Allo stesso tempo, i risultati recenti mostrano che il benessere associato al disimpegno sul lavoro può comportare un uguale, se non maggiore, calo del benessere rispetto alla disoccupazione.

Quasi tre quarti degli americani senza lavoro sostengono che lo stress per la famiglia è maggiore in quanto hanno perso il lavoro, secondo un sondaggio condotto dal progetto nazionale no-profit sull'occupazione a New York. Uno su tre ha dichiarato di aver interrotto l'istruzione propria o di un familiare e uno su quattro ha dovuto spostarsi per sbarcare il lunario. La mancanza di lavoro può annullare i piani per avviare una famiglia, ritardare il pensionamento, costringere un coniuge a lavorare per lunghe ore e creare una serie di sfide inaspettate sul fronte interno. Un coniuge disoccupato può sentirsi solo o depresso; un partner può risentirsi nel sopportare ore extra al lavoro o sentirsi invischiato dall'improvvisa solidarietà 24 ore su 24. L'equilibrio del potere può cambiare. E questioni come chi porta fuori la spazzatura e chi fa la cena può diventare un campo di battaglia.

Quando ricercatori britannici hanno intervistato 24.000 donne e uomini senza lavoro in diversi paesi, hanno scoperto che la disoccupazione ha avuto un effetto più profondo sul benessere rispetto al divorzio o alla vedovanza. Gli australiani sono più stressati di perdere il lavoro che di divorziare, secondo i risultati di un sondaggio condotto da Newspoll per conto di Suncorp Life. Secondo Holmes-Rahe Life Stress Inventory di cui i risultati sono stati pubblicati in Medicina del lavoro, la disoccupazione è stata considerata dalle persone più stressante del divorzio, una posizione rialzista rispetto a 10 anni fa.

Un'altra percezione dell'impatto dello stress sulle vite deriva dalla recente ricerca di Gallup che dimostra che i lavoratori americani che sono emotivamente scollegati dal loro lavoro e dal loro posto di lavoro, valutano le loro vite in modo peggiore rispetto a chi è disoccupato. Questi dati sono stati raccolti da una serie di tracking di Gallup Daily per esplorare i livelli di coinvolgimento dei lavoratori americani e mostrare connessioni a 12 elementi di lavoro con collegamenti comprovati ai risultati delle prestazioni.

Secondo lo studio Gallup, il 42% dei lavoratori attivamente disoccupati prospera nelle loro vite, rispetto al 48% dei disoccupati. All'altro capo dello spettro ci sono impiegati "impegnati" che sono coinvolti ed entusiasti del loro lavoro: il 71% di chi prospera.

Le scoperte di Gallup sono coerenti con quelle di un recente studio australiano pubblicato sulla rivista professionale Occupational and Environmental Medicine , secondo cui i disoccupati hanno una salute mentale più povera rispetto agli impiegati, ma quelli con ambienti di lavoro poveri o infelici avevano una salute peggiore disoccupati.

Le conclusioni di Gallup riguardo alle implicazioni per le organizzazioni sono interessanti, affermando: "È possibile che i lavoratori che si sono attivamente disimpegnati sono, per qualche motivo, predisposti o intrinsecamente registrati per il benessere inferiore. Tuttavia, l'analisi di Gallup del coinvolgimento all'interno delle organizzazioni suggerisce che l'impegno e il disimpegno dei lavoratori sono influenzati in modo significativo dal modo in cui i dipendenti sono gestiti. "I luoghi di lavoro che creano ambienti che disimpegnano i dipendenti creano un potenziale rischio di benessere. Anche in un momento in cui la disoccupazione è alta e molte persone sono grate di avere un lavoro, coloro che sono attivamente disimpegnati nel loro lavoro hanno un benessere inferiore rispetto ai disoccupati.

Quindi la recessione ha avuto l'effetto di un doppio smacco sul luogo di lavoro americano. Da un lato, la disoccupazione e la perdita di posti di lavoro hanno avuto un impatto negativo sulle persone e sulle loro vite, creando uno stress significativo. D'altra parte, coloro che sono ancora nei loro posti di lavoro – odiandoli o disimpegnati – stanno vivendo stati di benessere altrettanto bassi. E sembra che il comportamento di manager e leader nelle organizzazioni sia un fattore critico.

Solutions Collecting From Web of "Un cattivo lavoro può essere peggiore per il tuo benessere rispetto all'essere disoccupato"