Un buon rapporto con il cane significa più passeggiate?

dandaviddesigns/Pixabay
Fonte: dandaviddesigns / Pixabay

Un nuovo studio rileva che gli adulti più anziani che camminano maggiormente con il loro cane sono quelli che hanno un legame più forte con il loro animale domestico.

Lo studio, della dott.ssa Angela Curl (Miami University) et al (2017), ha esaminato il comportamento del cane nei residenti negli Stati Uniti di età superiore ai 50 anni. Scoprì che il semplice fatto di possedere un cane non era legato a una salute migliore oa un maggiore esercizio fisico, ma la deambulazione è legata ai benefici per la salute. E il camminare con i cani si è verificato più spesso se le persone avevano un buon legame con il loro cane.

La dottoressa Jessica Bibbo (Purdue University), uno degli autori dello studio, mi ha detto in una email,

"Abbiamo utilizzato un ampio set di dati di adulti (lo studio sulla salute e il pensionamento) per analizzare le associazioni tra cane che cammina, il legame con un cane e la salute fisica. Le associazioni tra dog walking e salute fisica non sono state una grande sorpresa, anche se avere prove empiriche da un campione così ampio è stato grandioso.

"Quello che mi ha entusiasmato sono state le associazioni che abbiamo trovato tra la forza del legame con il cane e il comportamento del cane. Abbiamo scoperto che le persone con un legame più forte camminavano i loro cani più spesso e per distanze più brevi. È possibile, ma pura speculazione, che la distanza più breve possa essere stata in risposta alla salute fisica della persona o del cane. "

I proprietari di cani che hanno camminato con i loro cani sono usciti da 1 a 12 volte al giorno, e la camminata media è durata 30 minuti.

Più forte è il legame con il loro cane, più è probabile che le persone lo portino a fare una passeggiata. Un legame umano-animale più forte era legato a più minuti al giorno trascorsi a camminare (ma non camminare più volte al giorno).

E mentre potrebbe non essere una sorpresa, è bene sapere che la camminata del cane era legata a una salute migliore in termini di un BMI inferiore, meno visite dal medico nei precedenti due anni, meno condizioni di salute croniche (come l'ipertensione, cancro, problemi cardiaci e artrite) e meno limitazioni nelle loro attività quotidiane.

In effetti, i proprietari di cani avevano più probabilità di avere una condizione di salute cronica. Quindi, anche se il semplice possesso di un cane non era legato a una salute migliore, era il caso di portare il cane a fare passeggiate.

Lo studio mette anche in luce perché alcuni proprietari di cani non camminano con il loro cane. Di coloro che non lo hanno fatto, il 40% ha detto che era a causa del cane (ad esempio, tira il guinzaglio, si comporta male), il 16% ha detto che era per motivi di salute (la salute di loro o del cane), il 6% ha detto che era la mancanza di interesse o tempo, e il 37 percento non ha dato una ragione.

Il numero medio di cani posseduti da ciascun proprietario era 1,6, ma tra quelli che camminavano con i loro cani era 1,49.

Ai dogmatici veniva anche chiesto se il loro camminare era diverso quando si viaggiava con un cane che senza. La frequenza e la velocità della deambulazione non differivano, ma un legame più elevato con il cane significava che le persone dicevano di camminare per una distanza più corta in una passeggiata rispetto a quanto avessero camminato senza il cane. Tuttavia, le persone più anziane erano, più erano probabili dire che camminavano più frequentemente, più velocemente e più lontano sulle passeggiate dei cani rispetto a camminare senza il cane. Ciò suggerisce che la camminata del cane può essere particolarmente importante in quanto le persone invecchiano.

Potremmo aspettarci che un attaccamento più forte a un cane porti a passeggiate più lunghe. Quindi è interessante – e sorprendente – che un legame più forte con il cane fosse legato al camminare per più minuti, ma a una distanza più breve. È possibile che la salute abbia avuto un'influenza su questo, o potrebbe essere che un legame più forte significhi che i proprietari permettono ai loro cani più tempo per fare cose da cane come annusare o salutare altri cani. I ricercatori dicono che sebbene il loro studio non risponda a queste domande, mostra che il rapporto di una persona con il cane influenza il comportamento del cane.

Una delle cose belle dello studio è che il campione è rappresentativo a livello nazionale. Gli scienziati hanno analizzato i dati dello Health and Retirement Study, a cui hanno preso parte oltre 36.000 americani. Ai partecipanti nel 2012 sono state poste domande sulla proprietà degli animali da compagnia. I ricercatori hanno escluso le persone che avevano un animale domestico che non era un cane, così come le persone che avevano perso di recente un animale domestico, poiché ciò avrebbe potuto influenzare le risposte. Dato che stavano osservando le misure sanitarie, i ricercatori non hanno usato risposte da persone che erano sottopeso nel caso in cui fosse associato a una condizione di salute. Il campione finale è stato di 271 proprietari di cani (di cui 98 non hanno accompagnato il loro cane) e 500 persone che non possedevano un cane.

Un altro aspetto positivo è che i ricercatori sono stati in grado di controllare fattori quali età, sesso, stato civile e reddito familiare nell'analisi statistica. Questo è importante perché possono variare tra le persone che hanno animali domestici e quelli che non lo fanno (come spiegato in questo post da Hal Herzog, Ph.D.).

Naturalmente, lo studio è correlazionale e non dimostra la causalità e, poiché si basa su un set di dati esistente, non è stato possibile porre domande supplementari (ad esempio, sulla motivazione delle persone a camminare con il cane).

La scoperta che la camminata del cane è legata a una migliore salute negli anziani ha implicazioni per la progettazione di comunità e case di riposo. I ricercatori suggeriscono che dovrebbero essere pet-friendly e potrebbero incorporare percorsi pedonali in modo che i proprietari dei cani possano continuare a camminare con il loro cane, poiché questo potrebbe avere benefici per la salute dei proprietari.

Un'altra implicazione riguarda le persone che hanno dichiarato di non aver camminato con il loro cane a causa di motivi legati al cane. Significa incoraggiare i proprietari di cani a usare imbragature senza-tirare e risolvere i problemi di reattività che possono avere implicazioni non solo per il cane ma anche per la salute del proprietario.

Questi sono risultati affascinanti ed è interessante pensare che potrebbe essere la camminata del cane, piuttosto che la proprietà del cane in sé, che è un bene per la salute dei proprietari di cani.

Solutions Collecting From Web of "Un buon rapporto con il cane significa più passeggiate?"