Umani e animali: problemi globali e soluzioni umane

Gli animali non sono solo esseri "là fuori" – sono incorporati nella nostra esistenza in ogni scala e in ogni ambiente.

Viviamo in un'epoca chiamata Antropocene, o "l'età dell'umanità". A dire il vero, i tempi attuali possono essere caratterizzati come "la rabbia della disumanità". Globalmente, una miriade di specie soffre per mano degli umani, spesso in modo egregio e violento. Per più di un anno non vedevo l'ora di pubblicare Humans and Animals: A Geography of Coexistence, una vasta raccolta di saggi originali curata da Julie Urbanik e Connie Johnston (per maggiori informazioni clicca qui). Ora, che ho una copia in mano, la mia anticipazione che questo libro è un vero cambiamento di gioco è diventata una realtà, perché potrebbe benissimo essere. La mia copia è arrivata proprio come ho postato alcune brutte notizie per altri animali (per favore vedi "Censored: Animal Welfare and Animal Abuse Data Taken Offline").

La descrizione del libro recita:

Uno sguardo avvincente ea volte sobrio sulla coesistenza di uomini e animali nel 21 ° secolo e su come le loro esigenze, a volte disparate, influiscano su ambienti, politica, economia e cultura in tutto il mondo.

C'è un bisogno urgente di comprendere le interazioni e le relazioni uomo-animale man mano che diventiamo sempre più consapevoli del nostro impatto devastante sulle risorse naturali necessarie per la sopravvivenza di tutte le specie animali. Questo riferimento tempestivo esplora temi quali il cambiamento climatico e la biodiversità, l'impatto della domesticazione degli animali e dell'agricoltura industriale sugli ecosistemi locali e globali e l'impatto del consumo umano di specie selvatiche per cibo, intrattenimento, medicina e status sociale. Questo volume esplora anche il ruolo degli animali domestici nelle nostre vite, i movimenti di advocacy per conto degli animali e il ruolo degli animali nell'arte e nella cultura dei media.

Julie Urbanik e Connie L. Johnston introducono il concetto di geografia animale, presentano diversi aspetti delle relazioni uomo-animale in tutto il mondo e sottolineano l'importanza di esaminare queste interconnessioni. Le voci alfabetiche illustrano le relazioni chiave, i concetti, le pratiche e le specie animali. Il libro si conclude con un'appendice completa di estratti selezionati dai principali documenti di fonte primaria relativi agli animali e un glossario.

With permission
Fonte: con permesso

Un'intervista con Julie Urbanik e Connie Johnston su Umani e Animali

Speravo che i dottori. Urbanik e Johnston sarebbero disposti a rispondere ad alcune domande, e lo erano. Ecco come hanno risposto ad alcune domande che ho inviato loro:

Perché hai intrapreso il compito principale di modificare esseri umani e animali ?

Come studiosi e ricercatori, abbiamo scoperto che c'era una vera lacuna nei materiali disponibili per un pubblico generale riguardo al vasto argomento delle relazioni uomo-animale. Il materiale tendeva verso un approccio attivista o accademico, e quindi era facile per le persone essere "disattivate" per molte ragioni. Tuttavia, sappiamo quanto siano curiose le persone riguardo agli animali e abbiamo la sensazione di poter produrre un lavoro in un volume che consenta ai lettori di esplorare, in un unico luogo, tutte le innumerevoli relazioni che abbiamo con gli animali in riassunti brevi e facilmente digeribili.

Come dovrebbero le persone interpretare il sottotitolo A Geography of Coexistence ?

Dalla geografia della convivenza siamo, in primo luogo, chiedendo ai lettori di considerare la profondità assoluta della nostra immersione quotidiana con il mondo animale. Gli animali non sono solo esseri "là fuori" – sono incorporati nella nostra esistenza in ogni scala e in ogni ambiente e noi umani non saremmo chi siamo senza tutte le specie non umane dentro e intorno a noi. Ad esempio, tutti noi ospitiamo microbi all'interno dei nostri corpi; molti di noi condividono le nostre case con "animali domestici" e "parassiti"; molte persone consumano animali come cibo e vestiti; alcuni li perseguono con pistole o macchine fotografiche. I non umani sono amati, temuti e persino venerati, e questo è solo un graffio sulla superficie! Vogliamo anche che i lettori considerino i modi in cui la nostra coesistenza è definita più dalla compassione o dallo sfruttamento e dal conflitto.

Come hai selezionato argomenti maggiori e minori?

Questo è stato un processo molto difficile e ci siamo resi conto che potevamo riempire molti volumi! Eravamo limitati a 150 voci e il nostro obiettivo con la lista finale non era di dire che questa è l'unica lista, ma questi sono, a nostro avviso, i temi principali per un pubblico generale che si immerge per ottenere il "laici del terra "delle relazioni uomo-animale. Abbiamo iniziato prendendo le categorie principali e suddividendole in sottocategorie. Ad esempio, la categoria principale di animali da cibo ci divide in bestiame, animali cacciati e pesca. Da lì abbiamo lavorato verso metodi, storie, certe specie, legislazione importante e questioni relative all'etica, alla religione e alla politica.

Cosa speri di realizzare?

Ciò che speriamo di ottenere da questo libro è coinvolgere un'ampia fetta di pubblico generale e studenti nel considerare le relazioni uomo-animale da un luogo di curiosità e riflessione. Abbiamo lavorato molto duramente con i nostri straordinari contributori per preparare le voci che forniscono al lettore un riassunto completo di ogni argomento, incluse importanti definizioni, storia e controversie, oltre a offrire ulteriori risorse per andare più in profondità.

Chi è il tuo pubblico?

Il nostro pubblico principale è il lettore generale di età scolare e nuovi studiosi. La nostra enfasi sull'accessibilità in termini di linguaggio significa che nessuno si allontana grattandosi la testa o sentendosi frustrato. Inoltre, questo libro è eccellente per qualsiasi studente / istituzione di istruzione superiore o organizzazione correlata agli animali di avere come riferimento.

Questo libro meraviglioso può essere usato come un libro di testo e per chi?

Sebbene non siano stati progettati in un formato da manuale, possiamo certamente vedere situazioni, come una lezione introduttiva sugli studi sugli animali umani che cerca di esaminare l'ampia gamma di relazioni, in cui il libro potrebbe essere usato come testo di un corso.

Viviamo in un'epoca chiamata Antropocene, o "l'età dell'umanità". Preferisco chiamarla "la rabbia della disumanità". Spera che ci saranno cambiamenti significativi nei nostri atteggiamenti verso i nonumani?

Spesso è abbastanza difficile sentire che le cose cambieranno; tuttavia, proprio durante la nostra vita abbiamo visto aumentare la consapevolezza della vita dei non umani e una tale crescita di compassione per gli animali in tutti gli ambiti della vita e da tutti i tipi di persone. Il fatto che ora abbiamo persino dipartimenti e programmi di studi sugli animali umani, avvocati specializzati in animali e forme avanzate di tecnologie visive che ci permettono di sperimentare una vita animale sempre più profonda è un vero positivo. Speriamo certamente che la nostra enciclopedia contribuisca alla crescente consapevolezza delle nostre vite intrecciate e, da lì, a una maggiore comprensione e compassione.

Quali sono i tuoi progetti attuali?

Abbiamo co-fondato The Coordinates Society (coordinatessociety.org), un'associazione senza scopo di lucro dedicata alla promozione della curiosità, della connessione e della compassione attraverso la geografia. La geografia offre un approccio al mondo che incoraggia l'esplorazione delle connessioni tra le persone e tra le persone e il mondo non umano che li circonda. Pubblichiamo una rivista online e stiamo lanciando nel 2017 la nostra iniziativa Mindful Geography, che combina le pratiche della consapevolezza secolare (autocoscienza, attenzione al momento e una visione non giudicante) con gli strumenti della geografia guidati dalla curiosità (mappatura, narrazione, creazione di luoghi e esplorazione) per fornire opportunità per una migliore comprensione di noi stessi e delle connessioni con il mondo che ci circonda.

C'è qualcos'altro che vorresti condividere con i lettori?

Diciamo semplicemente che quando si tratta di conoscere le relazioni uomo-animale in tutta la loro varietà, che include sia i lati positivi che i negativi, capiamo che spesso può essere abbastanza difficile gestire le emozioni che sorgono quando si confrontano con i negativi; tuttavia, invitiamo i lettori a non esimersi dall'esaminare attentamente queste relazioni, sia le loro che quelle degli altri. Noi crediamo che più noi esseri umani, nelle nostre rispettive società, possiamo esaminare i nostri atteggiamenti e le interazioni con i non umani e comunicare tra loro, quindi meglio saremo capaci di creare e partecipare in un mondo umano.

Inoltre, vorremmo ringraziarvi personalmente per il vostro contributo al nostro volume. Sei stato fonte d'ispirazione per entrambi ed è stato un piacere lavorare con te.

Studi su animali umani, animali che si prendono cura e educazione umana

Grazie, Julie e Connie. É stato un piacere lavorare con te. E, più precisamente, ero elettrizzato nel vedere il libro da vicino e personale. I programmi e le classi transdisciplinari nelle aree generali di studi uomo-animale e antropologia (lo studio delle relazioni uomo-animale) e la psicologia della conservazione sono in crescita in tutto il mondo, e ce ne sono molti di più dalla mia quattro volumi Enciclopedia delle relazioni uomo-animale: una esplorazione globale dei nostri collegamenti con gli animali è apparso un decennio fa. Inoltre, le conferenze di Minding Animals International si sono concentrate anche su queste aree e molte altre in tutte le loro conferenze internazionali e transdisciplinari. Il prossimo incontro con gli Animali Minding si terrà a Città del Messico nel gennaio 2018.

Tutto sommato, Umani e Animali: A Geography of Coexistence è un libro eccezionale che spero troverà una casa in tutte le biblioteche e scaffali di tutto il mondo. Posso solo echeggiare ciò che Drs. Urbanik e Johnston hanno scritto sopra, vale a dire: "Gli animali non sono solo esseri 'là fuori' – sono incorporati nella nostra esistenza in ogni scala e in ogni ambiente".

Sono d'accordo anche con loro quando scrivono: "Crediamo che più noi esseri umani, nelle nostre rispettive società, possiamo esaminare i nostri atteggiamenti e interazioni con i non umani e comunicare tra loro, quindi più saremo capaci di creare e partecipare in un mondo umano. "Questo è un messaggio di ispirazione, di speranza e di lungimiranza che merita maggiormente ai giovani che erediteranno il mondo che lasceremo per loro. Dobbiamo dare speranza alle generazioni attuali e future, perché senza la convinzione che le cose possano migliorare, probabilmente non lo faranno.

Gli ultimi libri di Marc Bekoff sono la storia di Jasper: Saving Moon Bears (con Jill Robinson), Ignorando la natura non di più: il caso di conservazione compassionevole, perché i cani e le api vengono depressi: l'affascinante scienza dell'intelligenza animale, le emozioni, l'amicizia e la conservazione, Rewilding Our Hearts: Costruire percorsi di compassione e convivenza, e The Jane Effect: Celebrando Jane Goodall (edita con Dale Peterson). L'agenda degli animali: libertà, compassione e convivenza nell'età umana (con Jessica Pierce) sarà pubblicata nell'aprile 2017 e Canine Confidential: Guida di un insider alle migliori vite per cani e noi sarà pubblicata all'inizio del 2018.

Solutions Collecting From Web of "Umani e animali: problemi globali e soluzioni umane"