Tutto finisce come pornografia

Huffington Post UK
Fonte: Huffington Post UK

Indovina il ragazzo prudente, parlando di come il sesso, la droga e il rock and roll hanno rovinato il mondo. Quasi. Sono diventato più di uno stile di vita libertario. Io mi occupo di meno di intrusioni da parte del governo (a meno che non esistano per impedire alle persone di vittimizzare gli altri o di ferire o sfruttare i bambini) e di più sul vivere e lasciar vivere (a patto che tu stia dalla tua parte). Fai la tua cosa, ma non ferire gli altri mentre lo fai. Non tormentarmi né mettere me stesso o la mia famiglia a rischio con i tuoi comportamenti. Vuoi bere birra a quasi-incoscienza? Vai avanti; solo non provare a guidare una macchina. Ti piace tessere la tua moto tra le auto sull'autostrada a 95 miglia all'ora? Grande. Basta non colpire nessuno o causare un incidente prima di giudicare male la curva e navigare tra i cespugli fino a una fermata scomoda. Vuoi rovesciare il governo? Buon per te! Per favore, resta chiuso nel seminterrato dei tuoi genitori fino a quando il sentimento passa e non far saltare in aria la loro casa con le bombe fatte in casa. Vuoi pubblicare foto o video sessualmente provocanti di bambini? Goditi la prigione. È rumoroso lì dentro e potresti sentirti piuttosto a disagio, dovendo dormire con un occhio aperto, come molti maschi grandi e arrabbiati si fermano nella tua cella per discutere gli errori della tua parafilia.

E parlando di pornografia, possiamo discutere l'idea che ogni rappresentazione della forma umana da allora fino ad oggi si sia de-evoluta da "I am here", a "art", alla pornografia?

È conveniente dare la colpa a Internet per la quantità di traffico x-rated. Le stime suggeriscono che il 30% di tutti i dati sul web sono legati alla pornografia. Le immagini pornografiche occupano sei volte più banda rispetto ai film di Hulu; avere più traffico più di Netflix; più traffico di Twitter; e circa la metà del traffico di YouTube. Ma il WWW non è l'unica fonte da cui incolpare la continua, inarrestabile espansione del corpo umano catturato in vari atti di sesso.

Segui questa evoluzione: i primi disegni umani sono stati trovati circa 40.000 anni fa, nelle grotte di Sulawesi, in Indonesia, a El Castillo, nel nord della Spagna, ea Chauvet in Francia. Rappresentavano animali e stencil di mani umane. Non molto tempo dopo questa espressione dell'arte, di "Io esisto", mostrata su altre pareti della caverna, sono diventate immagini di persone nude o di persone che fanno sesso.

Dai disegni delle caverne, siamo passati alla forma umana come arte nella scultura, nel papiro e sulla tela. Da lì a persone nude in scultura, su tela e su carta, e poi a persone che fanno sesso, in libri d'arte. I libri di schizzo divennero capovolgibili di cartoni animati. I cartoni animati a fogli mobili diventano libri a sfavviso di persone che fanno sesso. I flip book sporchi erano i primi "film" sporchi.

Le prime fotografie di persone, seguendo la direzione artistica di Henri Cartier-Bresson in Francia e Matthew Brady durante la Guerra Civile, presto degenerarono in persone che facevano sesso in colpi di scena. Le immagini in movimento si sono spostate dal film "Nascita di una nazione" del 1915 di Klan a peepshow per due penny, di persone che fanno sesso. I film silenziosi sono diventati muti porno. Le immagini parlanti parlavano di film porno.

Il business del film porno ha avuto un enorme seguito con l'introduzione della videocamere Betamax e delle cassette nastro di accompagnamento nel 1975, consentendo alle persone di spostarsi dal guardare film di sesso in tenebrosi teatri pieni di personaggi raccapriccianti, nel comfort delle loro case. Betamax è morto quando la videocassetta VHS lo ha superato. I video hanno invaso la casa, proprio nel periodo in cui il porno è diventato un punto di riferimento per il pay-per-view in quasi tutte le stanze d'albergo del pianeta. La cassetta del porno è morta quando è arrivata la tecnologia DVD. I DVD hanno iniziato a scorrere quando i "siti di tubi" di Internet porn (enormi raccolte di filmati gratuiti) hanno iniziato a prosperare. Pagare il porno è diventato porno gratuitamente su Internet, il che ha portato a siti interattivi, dove le persone che guardano possono ora richiedere agli artisti adulti di fare varie cose premendo i pulsanti dei menu sui loro schermi PC, tablet o smartphone. Camicie per bambine e videocamere economiche trasformate in webcam per il porno e il profitto, che è diventato ancora più facile da riprendere e riprodurre con telecamere per smartphone ancora migliori con funzionalità video.

Qual'è il prossimo? Quegli stessi robot che costruiscono le nostre macchine su linee di assemblaggio vengono riattrezzati per offrire agli utenti una "esperienza fidanzata" quasi umana con abbastanza denaro. La tecnologia si evolve, il porno si evolve e il ciclo del boom and bust continua, mentre un popolare mezzo pornografico si alza e si schianta, solo per rinascere in un altro modo. La realtà virtuale del porno, che utilizza fotocamere over-your-whole-head, è in fase di sviluppo, consentendo un'esperienza quasi 3D. Come diceva saggiamente il comico Dennis Miller molti anni fa, "Se un tizio seduto a casa può fare l'amore con una supermodella per $ 19,95, farà diventare la cocaina come un decaffeinato".

"A chi importa?", Dicono alcune persone. "È proprio come stanno le cose, Steve. La tecnologia evolve e la tecnologia pornografica si evolve. Siamo tutti d'accordo sul fatto che lo sfruttamento sessuale a livello mondiale dei bambini sia orribile, illegale e che dovremmo affrontare diligentemente. Ma non puoi fermare tutto il porno, quindi eccoti; È quello che è. È in giro da così tanto tempo perché alla gente piace. È troppo tardi per rimettere il genio nudo nella sua bottiglia ".

Non compro la risposta del "gettare l'asciugamano" al costante assalto del porno sui nostri vari schermi. Non si tratta solo delle immagini rappresentate; riguarda l'impatto sulla nostra cultura e la nostra percezione l'uno dell'altro come oggetti sessuali, opposti agli esseri emotivi. Come consulente cerco sempre di affrontare "l'impatto sul business". Qual è l'impatto "emotivo" di tutto il porno, sempre, sulla nostra generazione più giovane, Gen Y, ovvero i Millennial?

La mia conversazione con una collega di sesso femminile che è un professore universitario racconta una triste storia. Ha un rapporto eccezionale con le sue studentesse e la incontrano regolarmente, da sole e in piccoli gruppi, per parlare delle loro vite dentro e fuori dal campus. Le dicono che gli uomini che incontrano sembrano avere le stesse aspettative: che "si esibiscono" per loro come le donne che vedono così spesso sul proprio computer o sugli schermi del telefono. Pochi di questi ragazzi sembrano avere molta maturità sessuale; sono stati istruiti su cosa fare, come farlo e su come obiettare le donne, in gran parte basate sulla loro costante esposizione al porno. Nessuno si aspetta che la cavalleria ritorni, ma per quanto riguarda l'inevitabile conclusione che il porno ha trasformato molti giovani in scimmie insensibili, con poca o nessuna capacità di empatia, aspettative non realistiche fisiche ed emotivamente offensive ("Fai questo per me o io ho vinto" t data "), o una vera conoscenza del concetto di consenso?

Il mio professore universitario sa quello che sa sull'impatto del porno sulle sue studentesse mentre cercano di navigare in sicurezza attraverso il mondo degli appuntamenti per adulti. Se il porno è inevitabile, il nostro messaggio non dovrebbe essere proprio come "Word of Warcraft" e "Hunger Games" non sono reali, ciò che la gente fa nei film porno non deve essere "reale" per le donne che non vogliono replicare anche quelle esperienze, solo per essere in una relazione di appuntamenti?

Il Dr. Steve Albrecht è noto a livello internazionale per la sua scrittura, conversazione e formazione sulla violenza sul posto di lavoro e sulla prevenzione della violenza nelle scuole. Gestisce un'azienda con sede a San Diego specializzata in risorse umane, sicurezza e cultura del lavoro ad alto rischio. Ha conseguito un dottorato in Business Administration, un Master in Security Management, una laurea in psicologia e una laurea in inglese. Ha scritto 17 libri, tra cui Ticking Bombs: Defusing Violence in the Workplace, uno dei primi libri sul tema della violenza sul posto di lavoro. Ha lavorato per il dipartimento di polizia di San Diego per 15 anni, di cui sei anni nell'unità di violenza domestica. Puoi scaricare il suo programma radiofonico settimanale "Crime Time with Steve Albrecht" su CrimeTimeRadio.com. Può essere contattato su drsteve@drstevealbrecht.com e su Twitter @DrSteveAlbrecht

Solutions Collecting From Web of "Tutto finisce come pornografia"