Tutto ciò che è vecchio è di nuovo nuovo

Hai mai speso tempo e denaro per partecipare ad un piacevole allenamento professionale, realizzando allo stesso tempo che probabilmente non avevi bisogno di esserci perché gran parte di ciò che stavi imparando ti aveva già incorporato nel tuo lavoro con i clienti? Forse è perché ho fatto questo lavoro per più di 30 anni, ma ho capito, sempre di più, che nessuno sta davvero reinventando la ruota quando si tratta del processo di terapia. Quindi, di nuovo, potrebbe essere OK! Anche se ci concentriamo sull'unicità di ogni cliente, riconosciamo anche le cose in comune dei suoi problemi e le manifestazioni delle sue lotte. Forse è per questo che ha senso che ci sia un'universalità anche nei nostri approcci terapeutici.

Una volta lasciata andare la nostra frustrazione iniziale ("Perché non sto imparando qualcosa di BRAND NEW?"), Possiamo abbracciare l'idea che "tutto ciò che è vecchio è nuovo di nuovo".

Non importa come giriamo quello che facciamo, è giusto dire che tutti i modelli ci incoraggiano a concentrarci su molti degli stessi problemi clinici e delle dinamiche relazionali nel nostro lavoro con i clienti. Dopo tutto, alla fine della giornata, non stiamo tutti cercando di aiutare i clienti a reclamare la propria vita e guarire? Sia che tu stia partecipando a una conferenza sulla spiaggia alle Hawaii o seduto in una sala di addestramento soffocante in un motel locale, probabilmente stai imparando come aiutare i clienti a notare i loro pensieri, sentimenti e comportamenti. Non fraintendermi, è molto più divertente rafforzare le tue capacità nelle Hawaii! Ma credo davvero che, indipendentemente da quanto affermino i paradigmi "unici", tutti riconoscono che il fondamento del trattamento si basa su un'alleanza terapeutica sicura, fiduciosa e non giudicante. Ci sono molti modi per aiutare i clienti a sfruttare la loro saggezza interiore, la creatività, l'auto-compassione e la resilienza e per aiutarli a definire obiettivi personali che incoraggiano la crescita e il cambiamento positivo. E a prescindere dalle nostre strategie di trattamento, scommetto che tutti noi abbiamo momenti di incredibile frustrazione e ansia, convinti che non sappiamo quello che stiamo facendo e probabilmente non abbiamo alcun problema a chiamarci ad aiutare i professionisti.

Quello che sono arrivato ad accettare è che una volta che hai strappato il "packaging" unico e nuovo, quello che c'è dentro la scatola è straordinariamente familiare. Quando frequentiamo un nuovo corso, probabilmente impariamo a imparare concetti che già conosciamo! Una volta lasciata andare la nostra frustrazione iniziale ("Perché non sto imparando qualcosa di BRAND NEW?") Possiamo abbracciare l'idea che "tutto vecchio è nuovo di nuovo". Permette la tessitura compatibile di modelli "diversi", corroborato che siamo tutti sulla strada giusta come clinici, e rafforza i molti modi in cui tutti noi viviamo le stesse lotte degli esseri umani. E la nozione che siamo tutti in questo insieme è ironicamente uno dei concetti chiave della maggior parte delle modalità di trattamento.

Quali sono state le tue esperienze quando sei andato a un seminario per imparare un paradigma di trattamento "nuovo"?

Solutions Collecting From Web of "Tutto ciò che è vecchio è di nuovo nuovo"