Tutto ciò che distrae non è l'ADHD

La maggior parte degli esperti di salute mentale riconoscerà che diagnosticare i disturbi può essere arte quanto scienza. In questo mese annuale di sensibilizzazione sull'ADHD e, naturalmente, durante il resto dell'anno, vale la pena ricordare che, nonostante ciò che alcuni stimolanti imprenditori potrebbero promettere, non vi sono ancora analisi del sangue o scansioni cerebrali o altre misurazioni concrete che possano stabilire se qualcuno ha disordine da deficit di attenzione / iperattività.

Naturalmente, questo si applica anche ad altri gravi disturbi mentali, che è solo una cosa che rende l'ADHD così inquietante.

I classici sintomi dell'ADHD, come irrequietezza, distrazione e impulsività, possono essere causati da un'ampia varietà di fattori, dai geni, alle lesioni cerebrali, ai problemi del sonno, al disturbo bipolare. Una diagnosi errata è sempre un rischio, ma confondere l'ADHD con disturbo bipolare (precedentemente noto come depressione maniacale) è particolarmente facile e pericoloso.

Diversi sintomi della mania sono simili a quelli dell'ADHD, in particolare l'insieme di sintomi iperattivi e impulsivi. Le persone con disturbo sia bipolare che ADHD, ad esempio, tendono a saltare senza guardare, a interrompere gli altri nella conversazione e hanno difficoltà a dormire. Entrambi i disordini funzionano anche in famiglie, anche se questo è molto più comune con l'ADHD.

Per un aiuto nella comprensione di questo argomento controverso, mi sono rivolto allo psicologo Stephen Hinshaw, autore di best-seller, ricercatore di lunga data e principale esperto in entrambe queste condizioni. Come ha spiegato, il problema principale arriva quando i medici vedono l'ADHD quando è davvero un disturbo bipolare e prescrivono stimolanti. Gli stimolanti possono essere efficaci per l'ADHD, ma in alcuni casi portare a psicosi in persone con disturbo bipolare. Un ulteriore problema è l'alto rischio di tentativi di suicidio in persone con disturbo bipolare non trattato – fino al 50% lo tenteranno a un certo punto della loro vita.

D'altro canto, in particolare negli ultimi 15 anni, i medici hanno commesso l'errore inverso, diagnosticare il disturbo bipolare in casi di ADHD grave, privando così le persone che potrebbero essere aiutate da stimolanti, imponendo anche inutili effetti collaterali dell'antipsicotico farmaci.

A complicare le cose, dice Hinshaw, è che per gran parte della storia clinica, i medici credevano che il disturbo bipolare non esistesse prima della pubertà, iniziando solo nella tarda adolescenza o nella prima età adulta. All'inizio degli anni '90, tuttavia, alcuni investigatori sostenevano che potesse e si manifestasse nei bambini, dove viene spesso scambiato per l'ADHD. Una complicazione è che in entrambi i disturbi i farmaci sono spesso sovra-prescritti, mentre allo stesso tempo molte persone che hanno bisogno di cure non ricevono mai aiuto.

Il punto di partenza per questa era di diagnosi dell'ADHD è che medici, pazienti e genitori devono tenere a mente che le diagnosi non possono essere fatte in modo casuale – vale a dire nel tempo limitato attualmente fornito dalla maggior parte dei piani assicurativi. I medici hanno bisogno di tempo per compilare una storia di vita, non solo dal paziente ma anche da genitori o altri, il cui giudizio presumibilmente non sarebbe compromesso da quei sintomi. Comprendere il corso della vita di qualcuno è particolarmente importante in questo caso, poiché la differenza chiave tra questi due disturbi è che l'ADHD è cronico e sempre presente, mentre il disturbo bipolare è episodico, caratterizzato da alti e bassi estremi.

Questo processo richiede tempo e attenzione, entrambi gli elementi in un'offerta sempre più breve nei nostri tempi di punta. Speriamo che le riforme sanitarie di Obamacare consentano una più attenta differenziazione.

Solutions Collecting From Web of "Tutto ciò che distrae non è l'ADHD"