Tutte le cose veramente malvagie

Il team forense approfondisce l’analisi psicologica dei peggiori trasgressori del mondo.

Prometheus

Fonte: Prometeo

La scorsa settimana, Brenton Tarrant ha invaso due moschee a Christchurch, in Nuova Zelanda, per massacrare la gente in preghiera. Aveva specificamente preso di mira la Nuova Zelanda, ha detto in un rabbioso testamento, per dimostrare che nessun luogo è sicuro. Un simpatizzante della supremazia bianca e ammiratore di altri assassini di massa, sperava di ispirare una reazione a catena di disordini e violenze. Sì, è un uomo disturbato, pieno di rabbia violenta. Molte persone in tutto il mondo lo hanno anche definito malvagio.

Tarrant è il tipo di persona che lo psichiatra forense Michael Stone avrebbe incluso nel suo ampio lavoro sugli atti malvagi , The Anatomy of Evil . Stone ha ora collaborato con lo psicologo clinico Gary Brucato per aggiungere ulteriori casi e analisi culturali più approfondite. Combinando la loro vasta ricerca ed esperienza, hanno prodotto The New Evil .

Il libro inizia proprio con un caso da incubo: James Patterson Smith ha riportato la morte accidentale della sua fidanzata di diciassette anni. Ma non è stato un incidente. Infatti, l’aveva tenuta in cattività, infliggendo più di 150 ferite al suo corpo prima che lei finalmente spirasse dal tormento. Era stata ridotta a 44 chili e gli era stata negata l’acqua per giorni. Smith le aveva schiacciato le ossa, le aveva strappato gli occhi, l’aveva squarciata e mutilata in molti modi diversi. Alla fine, l’aveva picchiata e l’aveva affogata. Durante il suo processo, ha affermato che la ragazza aveva inflitto queste ferite a se stessa. Il suo schema di violenza con altre donne andava contro di lui – per non parlare di quanto fosse assurdo credere che quella ragazza avrebbe potuto compiere un così grande autolesionismo.

Il comportamento di Smith sembra certamente malvagio, ma Brucato discute quanto sia difficile articolare il concetto. Stone e Brucato hanno entrambi passato decenni a valutare i violentatori, gli stupratori e gli assassini, nonché a ricercare gli atti più vili che gli esseri umani possono immaginare. Alcuni dei loro soggetti sono malati o danneggiati, alcuni hanno gravi disturbi della personalità e alcuni sono semplicemente predatori. Contrariamente a un altro autore il cui libro ho recensito qui , che crede che la nozione di male sia relativa, questa squadra prende la posizione che, indipendentemente dalla persuasione o cultura religiosa, alcuni atti sono universalmente così aberranti e depravati che nessuno potrebbe sfidarli chiamandoli malvagi.

Oltre all’universalità, dicono gli autori, gli altri tre elementi fondamentali che condividono tali atti sono la premeditazione della malizia , l’ inflizione di gradi eccessivamente selvaggi di sofferenza e l’ incomprensibilità per la persona media . Molte persone che infliggono tali danni sono in grado di vivere una vita normale. Quindi, il descrittore attribuisce più al comportamento che alle persone, a meno che un individuo non si conceda in atrocità nocive con tale frequenza che lo guadagnerà.

Una volta ho intervistato il dott. Stone, professore di psichiatria clinica presso la Columbia University College of Physicians and Surgeons di Manhattan. Aveva ospitato una serie di Discovery Channel Most Evil , in cui ha intervistato i trasgressori estremi. La serie, come The Anatomy of Evil , era basata su una misura di malvagità che aveva sviluppato, la scala Gradation of evil. Usandolo, ha posto i trasgressori su uno dei 22 diversi livelli di un continuum. Basato approssimativamente sul concetto di Dante’s Inferno , il dispositivo di valutazione di Stone ci porta in profondità nel cuore dell’oscurità.

“Ho usato le mie risposte a diversi omicidi e altri crimini violenti che ho letto come il mio metro di giudizio”, mi ha detto. “Ho cercato di classificare i vari crimini e criminali in base a quanto orribili e scioccanti fossero, e in base al livello di sofferenza che i loro atti hanno imposto alle vittime. Dopo aver letto circa cento biografie di criminali, ho finito con ventidue categorie. Ho ancorato la scala a un punto ‘zero’, dove non c’era affatto il male: era per ‘omicidio giustificato’, categoria numero uno. Poi vennero i crimini di passione, il primo livello del male, la categoria numero 2. All’opposto, il livello numero 22, fu assassinato dopo torture prolungate del tipo più atroce – o persino torture di quel genere senza omicidio. ”

Stone riconosce che non esiste una “via comune”, in base alla quale le persone diventano più propense a commettere atti malvagi. Ogni soggetto ha la propria traiettoria evolutiva, e la stessa costellazione di fattori che la precipitano in una persona potrebbe non in un’altra. “Se volessimo restringere la nostra attenzione per individuare la configurazione della personalità che è connessa con una particolare vicinanza al nostro concetto di male”, scrive, “sarebbe nel luogo in cui la psicopatia, la personalità sadica e i disturbi schizoidi / dello spettro autistico tutti si incontrano. ”

In questo libro, troverai esempi per tutte e 22 le categorie, insieme ad un algoritmo per aiutare a usare la scala per casi futuri (come Tarrant). La seconda parte affronta l’era del “nuovo male”, che include cambiamenti culturali nel corso degli ultimi cinquant’anni che hanno influenzato i modelli di violenza, tra cui sparatorie a scuola, violenze nelle bande, pedofilia e parafilie coercitive. Puoi anche ottenere un elenco alfabetico di trasgressori e come sarebbero valutati.

Notata infermiera forense psichiatrica, Ann Burgess, fornisce un Postfazione. Offre una storia interessante sulle origini della scala del Dr. Stone e si riferisce a come il “grossolano della nostra cultura” implorasse una discussione così prolungata sulle atrocità che vediamo ora quasi quotidianamente.

Non leggere questo libro prima di andare a letto! Sei sicuro di ricevere gli incubi (specialmente da alcune delle foto). Sebbene i primi capitoli contengano un’aggressione alquanto ordinaria, il libro diventa sempre più oscuro. Nel complesso, si tratta di una rassegna completa di atti violenti e inesorabili di violenza umana. Questo impressionante gruppo di esperti clinici, che hanno entrambi visto la malvagità da vicino, analizzano senza intoppi atti di aggressione depravata in modo da poter meglio comprendere, prevedere e trattare questi individui.

Riferimenti

Stone, MH, & Brucato, G. (2019). Il nuovo male: comprendere l’emergere del crimine violento moderno . Amherst, NY: Prometeo.