True Reflection

Un giorno di primavera, quando ho quasi sessant'anni, l'autocritica testarda che non ha ceduto a decenni di lavoro interiore svanisce nel sole di mezzogiorno, catalizzata da un'espressione sul volto innocente della mia nipotina di un anno.

Succede nel parco sulla base del municipio di Wellesley. La mia amica, Jeanne, che vive in quella città ed è stata particolarmente amata da Alexandra dal giorno in cui si sono incontrati, viene con noi a visitare le anatre. Alexandra fa felicemente su e giù per un ponticello sopra un ruscello, fissa gli altri bambini, si diletta nelle anatre e inizia a esplorare il resto della scena. Enormi alberi secolari, appena spuntati, offrono ombra, e alcuni tavoli da picnic in legno l'ospitalità di un posto dove sedersi per rinfrescarsi.

Tenendo d'occhio il suo incerto barcollante, noto che Alexandra inizia a ritrarsi. Seguendo il suo sguardo obliquo, vedo che è fissata su un tavolo da picnic sul quale, a figura intera, completamente vestita e supina, giace un uomo numeroso. L'immagine è strana e Alexandra è chiaramente spaventata. Velocemente dico: "Va tutto bene, tesoro. È solo un uomo che fa un pisolino al sole. Sembra divertente, non è lui, steso sul tavolo in quel modo? È tutto a posto. Sta solo facendo un pisolino al sole . " Ne ha avuto abbastanza del parco per questo giorno, e ci dirigiamo verso casa.

Un'epifania per me: lo sguardo negli occhi che ho visto sul viso di Alexandra è uno specchio del mio sé bambino. Per me, però, nessun singolo evento ha rappresentato un'esperienza sottostante e continua di perplessità e paura. La vigilanza e il timore non stavano passando le miserie; e, peggio per me, nessuno se ne è accorto.

Susan Rako
Fonte: Susan Rako

Ho iniziato a capire le radici di questi problemi all'inizio della mia formazione psichiatrica, alla fine degli anni '60, quando ho scoperto gli scritti di Winnicott che trattavano la questione cruciale di "sé e altro-da-sé" in modi allo stesso tempo pratici e poetici. I titoli di una coppia di libri di Winnicott – Il bambino, la famiglia e il mondo esterno e (il mio preferito) Gioco e realtà – danno un'idea del suo raggio d'azione.

Il dott. Donald W. Winnicott era uno psicoanalista brillantemente creativo e specialista nello sviluppo emotivo dell'infanzia. Sono stato attratto in particolare dalla sua concezione e dalla lucida descrizione del ruolo di fondamentale importanza del genitore o custode di un bambino nel riflettere accuratamente ciò che il bambino sta vivendo. Per la maggior parte ciò avviene naturalmente nel corso della vita, spesso non verbalmente e talvolta con le parole. La questione fondamentale è che l'esperienza del bambino sia vista chiaramente, in modo che il riflesso sia vero. Winnicott ha sottolineato il fatto che, in base alla sua capacità di essere visto, sia stata data una risposta chiara, aiuta entrambi un bambino a imparare a conoscersi e stabilisce una base per la fiducia nel mondo esterno.

La mia formazione in psichiatria infantile mi ha lasciato la sensazione che qualsiasi cosa io possa fare per aiutare i genitori a prendersi cura di un bambino è spesso più efficace di qualunque cosa io possa essere in grado di realizzare direttamente con un bambino piccolo nel mio ufficio. Dopo tutto, sono i genitori che creano e sostengono l'ambiente del bambino e che rispondono ai bisogni costanti del bambino. Occasionalmente trovo utile incontrarsi con una madre e il suo bambino o bambino per osservare l'interazione tra loro.

Un'esperienza particolare nella mia pratica privata di psichiatria dimostra come un semplice riconoscimento dell'esperienza di un bambino l'abbia aiutata a gestire sentimenti forti. In questo caso, sto lavorando con una giovane madre che mi ha consultato per un aiuto con alcune difficoltà della sua giornata. Un giorno mi dice che è alla fine del suo ingegno con le esplosioni rabbiose della figlia di tre anni, di cui gli scoppi d'ira si sono intensificati dalla nascita di un fratellino. Decido di incontrarmi, una volta, con la bambina.

Lilly, alle tre, è piuttosto acuta. Prendo un grande blocco di carta e alcuni pastelli per giocare a "il gioco di scarabocchi", un gioco ideato da Winnicott. Per prima cosa scrivo un grosso scarabocchio astratto sul foglio, poi invito Lilly a "trasformarlo in qualcosa". Poi tocca a Lilly scribacchiare uno scarabocchio, e il mio turno di "trasformarlo in qualcosa". Lilly non è particolarmente interessata a giocando il gioco di scarabocchi secondo le mie regole. Invece, prende il pastello nero e inizia a stampare, grande, dicendo:

"Posso fare un W; Posso fare un W. "

W W

Sotto le W, continua a disegnare: "Posso fare un M; Posso fare un M. "

W W

M M

Guardo ciò che ha disegnato, prendo un altro pastello e faccio un paio di cerchi:

O O

W W

M M

Dico: "Wow, guarda cosa hai fatto – una faccia con i grandi denti!"

Lilly si alza e inizia a correre e ballare per la stanza, e presto la sessione è finita.

La settimana seguente, sua madre inizia chiedendo che cosa avrei potuto fare nel mondo che ha risolto Lilly. Apparentemente la bambina è stata rilassata e molto contenta dal nostro incontro. Ho tirato fuori il disegno con le M e le W, ed entrambi siamo rimasti colpiti dal sollievo che Lilly ha sperimentato semplicemente vedendo i suoi sentimenti di rabbia e rabbia, accettato e riflettuto su di lei con precisione.

Quell'incredibile giornata nel parco con Alexandra e l'uomo sul tavolo da picnic mi hanno portato faccia a faccia con la consapevolezza che, da bambina, ero stata innocente e brava come lei. La testimonianza della mia amica Jeanne a questo evento nel contesto di tutto ciò che sa di me ha contribuito a portare a casa la realizzazione della mia infanzia innocenza e dignità.

Pochi mesi dopo, un'altra giornata di sole in un altro parco con Alexandra è motivo di gioia per un equivalente potere di guarigione. Alexandra ha sedici mesi quel pomeriggio d'agosto al lungomare di Boston vicino all'acquario. Piccioni. Popcorn. Alexandra che fa un passo indietro. Può quasi riuscire a tenere un sacchetto di popcorn in una mano mentre lancia i chicchi ai piccioni con l'altra. Diletto.

Troppo presto, Alexandra raggiunge la borsa e scopre che non c'è … più … popcorn. All'inizio è sorpresa, quindi chiaramente angosciata. Un attimo dopo, si china sul marciapiede, raccoglie un singolo kernel e lo mette con cura nella borsa vuota. Guarda nella borsa e dice " Ciao ciao", poi distoglie lo sguardo. Guarda di nuovo nella borsa il singolo popcorn, dice "Ciao ciao" ed è consolato. Impreparata per la fine della sua avventura tra piccioni e popcorn, Alexandra ha escogitato un modo per liberarsi dei popcorn secondo le sue stesse parole. A sedici mesi sta già imparando a prendersi cura di se stessa. Sono stupito e molto felice.

Una nota amorosa scritta pochi mesi dopo dalla mia cara amica Elissa, in occasione della festa per il mio sessantesimo compleanno, si conclude con questa benedizione: "Possa tu avere sempre la capacità di sostituire l'ultimo nucleo nel fondo del tuo sacchetto di carta!"

Copyright Susan Rako MD 2015 www.susanrako.com

______________________________________________________________________

Susan Rako MD è una psichiatra di Boston che pratica la psicoterapia a Newton, MA. Le sue aree di particolare interesse includono (ma non sono limitate a) le coppie che vogliono stare insieme ma hanno difficoltà; studenti delle scuole superiori e del college; e donne e uomini che affrontano le sfide dell'invecchiamento. Autore di "L'ormone del desiderio: la verità su sessualità, menopausa e testosterone" (Random House), il dott. Rako è un esperto unico nel valutare gli effetti dell'umore dovuti a carenza di ormone nelle donne e negli uomini, distinto dalla depressione dovuta ad altre cause.

  • Come misurare la propensione all'aggressione con un righello da 6 pollici
  • Non preoccuparti. Fai una mossa espansiva e sii felice.
  • L'equità di genere ha fatto un passo indietro?
  • La forma della testa di un cane è correlata alla sua intelligenza?
  • Ti senti timido e impotente? Forse è come stai seduto.
  • Lo stress e il corpo
  • Le donne si comportano male ?: I politici uomini sono unici?
  • Come "Con" gli altri ... paga!
  • Le nonne che svaniscono e il declino dell'empatia
  • Il nuovo BMI migliorato
  • Rock, Paper, Scissors, Lizard, Sex
  • The Four Hour Body - Come non diventare superumani
  • Come i nostri corpi invecchiano, parte 5
  • Sesso, ormoni e identità
  • Gli uomini superano davvero le rotture più velocemente delle donne?
  • La fine del "Pink Viagra": cosa abbiamo imparato?
  • Adattamenti evolutivi e mortalità maschile
  • Sexy, sensuale o intimo: qual è il tuo stile sessuale?
  • Movie Review: "Ti vedrò nei miei sogni"
  • Perché le donne vivono più a lungo degli uomini
  • Mind, Body and Election 2016
  • Una buona postura può aiutare la salute mentale?
  • Testosterone Interruptus - The Cause of Entrepreneur Irritability
  • 6 motivi per cui un uomo non può desiderare il sesso
  • Come gli ormoni possono aiutare le donne prima e dopo la menopausa
  • "Pink Viagra" -Non è così
  • Hai rapporti sessuali con gli occhi chiusi?
  • Caratteristiche facciali predicono il successo in campo militare.
  • Lei, Lui, X, Loro
  • Uomini narcisisti e loro madri
  • Il miglior motivo per dormire bene
  • La psicologia evolutiva produce risultati affascinanti e inaspettati.
  • L'elefante nel mezzo di Brexit
  • Dissonanza cognitiva, bisogno di appartenere e omicidio di massa
  • Spiegazione della Neuroeconomia, seconda parte
  • Parenting degli uomini