Trovare significato attraverso un impulso di creatività dopo il 50

Non è mai troppo tardi per iniziare a vivere con significato.

CC0/Pixabay

Fonte: CC0 / Pixabay

Nel mio articolo, “Cercando il significato oltre la ‘crisi della mezza età’, ho suggerito di andare oltre l’etichettatura di chiunque dall’età di 50 a 100 come” senior “e, invece, considerare questo intervallo potenzialmente da 30 a 50+ anni come un continuum lungo il quale possiamo incontrare molte esperienze diverse. Ho anche suggerito di usare l’età di 95 come bersaglio, un punto di laurea che potreste dire, che può agire da calamita per attirarci nel futuro.

Eppure l’età è solo un fattore da considerare. Una persona potrebbe chiedere: ” Perché vivere una lunga vita se non trovo significato in questa lunga vita?” Come ho condiviso nel mio ultimo libro, Prisoners of Our Thoughts, lo psichiatra di fama mondiale e il filosofo esistenziale Viktor Frankl così saggiamente concluso , “Ancora più persone oggi hanno i mezzi per vivere ma nessun significato per cui vivere.” 1

Molte persone tendono a seguire la roadmap convenzionale – lavorano fino a 55 o 65 anni, annunciano il loro pensionamento, promettono di trascorrere più tempo con i nipoti, periodicamente cercano il calore dei climi più assolati, si concentrano sulle sfide per la salute e ricalcolano metodicamente se sopravviveranno al loro gruzzolo o se il loro gruzzolo sopravviverà a loro.

Mentre alcune persone apprezzano e trovano soddisfazione con questo tipo di stile di vita alquanto prevedibile, altre no. Molte persone non sono né soddisfatte né soddisfatte, alcune pensano che ci sia qualcosa di grande che devono ancora fare con i loro talenti, alcuni sono turbati dal fatto che il loro mondo si sta riducendo senza l’interazione sociale che hanno trovato nel loro precedente posto di lavoro, alcuni semplicemente semplicemente frustrati con la consapevolezza che la loro principale sfida del giorno è sostituire una lampadina o decidere cosa fare per cena.

Chiaramente, una taglia non va bene per tutti. Ma per coloro che sono frustrati, è necessario un cambio di paradigma (un cambiamento fondamentale nei concetti e nelle pratiche di base) per affrontare questa mancanza di significato negli anni successivi. Invece di accettare semplicemente la road map convenzionale, suggerisco di incoraggiare un approccio più innovativo alla vita durante questi ultimi anni.

Questo approccio innovativo inizia incoraggiando un aumento della creatività. Per fare ciò, dobbiamo sfidare le nostre attuali convinzioni sulla creatività:

I giovani sono creativi, i vecchi non lo sono.

I “giovani” sono naturalmente più creativi dei “vecchi”? O è che i giovani si sentano liberi di esprimere la loro creatività mentre i vecchi si allontanano da tale espressione? O è che i vecchi rimangono bloccati nella “maniera giusta” di fare le cose o nel “modo accettato” di fare le cose quando i giovani devono ancora imparare questi vincoli? O è che i vecchi sono dissuasi dall’esprimere la loro creatività, con l’eccezione forse delle “arti vere?”. La convinzione che la creatività diminuisca con l’età deve essere sfidata.

Non sono mai stato il tipo creativo.

Alcuni individui sembrano avere una maggiore capacità di scoprire nuove idee e, soprattutto, condividerle con gli altri. Comici come Jerry Seinfeld sono in grado di creare collegamenti tra le cose che fanno ridere e pensare le persone, perché non ci ho pensato?

Alcune persone pensano che la creatività sia un’abilità intoccabile con cui solo pochi sono benedetti. Mentre sono d’accordo sul fatto che le abilità creative possano essere affinate , non sono d’accordo sul fatto che la creatività pura, la capacità di creare nuove connessioni sia solo limitata ai pochi. Credo che la creatività sia in attesa di fluire attraverso tutti noi , proprio come l’elettricità è in attesa di fluire attraverso i fili di casa nostra. Tutto ciò che dobbiamo fare è accenderlo e, cosa importante, non interrompere il flusso con il nostro insicurezza.

La domanda più grande non è se sei creativo o no, è, “Come sei creativo?” Ognuno è creativo a modo suo. Ad esempio, Bill Gates potrebbe essere un pensatore creativo nel campo dei computer, ma potrebbe non essere incline alla creatività con il giardinaggio. Wayne Gretzky potrebbe essere un pensatore creativo quando si tratta di hockey e di leggere le relazioni tra i giocatori sul ghiaccio, ma potrebbe non essere così creativo quando si tratta di comporre racconti. Un’altra persona potrebbe essere creativa nel ridisporre le sedie in una sala da pranzo, mentre un’altra persona potrebbe essere creativa nello sviluppo di un nuovo sostituto bitcoin.

Siamo tutti individui unici e ciascuno di noi ha un modo diverso di esprimere i nostri talenti, conoscenze, valori e interessi. Dobbiamo sfidare la convinzione che la creatività sia limitata ai pochi eletti.

Ero creativo ma lo chiudo e ora è troppo tardi

Ti sei mai vista una persona creativa, ma poi, attraverso il condizionamento degli altri, hai iniziato a sopprimere la tua creatività per conformarti o per sfuggire al ridicolo? Hai perso la fiducia nella tua capacità creativa perché qualcuno ha seminato il seme del dubbio su di esso o ha suggerito che esprimere la tua creatività non era importante quanto altre abilità.

Molte delle barriere alla creatività sono autoimposte. Attraverso il condizionamento degli altri e il conseguente auto-giudizio, molte persone smettono di esprimere la propria creatività. Iniziano a limitare le loro esperienze con scuse come: “Ho provato a sciare anni fa ma sono caduto”, “ho tenuto un discorso una volta al liceo e a nessuno piaceva”, “non ho mai provato così ora è troppo tardi “,” Vorrei ma non conosco nessuno per chiedere aiuto “,” Penseranno che sono un fiocco per provarlo “, ecc. La paura di commettere un errore, la paura di entrare nell’ignoto, o la paura di ciò che gli altri potrebbero pensare può bloccare una persona nella propria prigione creativa. Dobbiamo sfidare la convinzione che sia troppo tardi per iniziare qualcosa di nuovo nei nostri ultimi anni. (Suggerimento: non è mai troppo tardi per ricominciare!)

Quando abbiamo gioia nei nostri cuori e passione nelle nostre anime, siamo vivi con energia creativa. Vivere pienamente significa che stiamo sempre trovando nuovi modi per esprimere la nostra creatività e, di conseguenza, nuove fonti di significato.

NON MUORE CON LA TUA CREATIVITÀ ANCORA NEL CLOSET!

Nei prossimi articoli, esplorerò come la “mentalità dell’innovazione” (che incorpora il pensiero creativo, strategico e trasformativo) può aiutarci a trovare un significato più profondo nelle nostre vite. La vita è un processo continuo di miscelazione, corrispondenza e costruzione su ciò che abbiamo vissuto e, di conseguenza, “sapere”. Come tale, ho intenzione di mescolare, abbinare e sviluppare i principi chiave dei miei libri sull’innovazione ( The Semi di innovazione ) e significato ( Prigionieri dei nostri pensieri e The OPA! Way ), così come le mie ricerche ed esperienze correlate, per dimostrare come è possibile innovare la propria vita con significato.

Riferimenti

1. Frankl, Viktor E. (1978). The Unheard Cry for Meaning . New York: Washington Square, p. 21. Vedi anche: Pattakos, Alex e Dundon, Elaine (2017). Prigionieri dei nostri pensieri: Principi di Viktor Frankl per la scoperta del significato nella vita e nel lavoro . Oakland, CA: Berrett-Koehler Publishers, Capitolo 4.

Solutions Collecting From Web of "Trovare significato attraverso un impulso di creatività dopo il 50"