Trova il tuo equilibrio

Raw Pixel/Pexels
Fonte: Raw Pixel / Pexels

Siamo al parco con mia figlia di otto anni e la sua bicicletta. È una giornata luminosa e soleggiata e io e mio marito abbiamo deciso che è il momento perfetto per insegnarle ad andare in bicicletta. Dopo tre anni di utilizzo delle ruote di addestramento (che non sono così utili con l'allenamento!) E di andare in tandem con mio marito, pensiamo che sia ora o mai più.

Non aiuta che abbia zero motivazioni per imparare. "Perché non posso semplicemente sedere in tandem?" Chiede. "Perché dolcezza, stai diventando più grande ed è molto più divertente cavalcare da solo", rispondo. (Non perché stai diventando più pesante e non stai facendo molto lavoro sul tandem). "Andiamo!" Dico. "Sarà divertente." E dopo tanto scherzo e un po 'di bustarelle, sta cercando di farlo funzionare, con due piccole gambe sul pedale, decollando molto.

"Trova il tuo equilibrio!" Urlo dietro di lei.

Tre semplici parole eppure così profonde. Nel contesto della vita, cosa significa equilibrio? Come si trova? O come è realizzato? È quello che ho cercato di capire e realizzare nella mia vita adulta, e ho usato i concetti e le lezioni che ho imparato nella mia pratica clinica con i pazienti per oltre un decennio.

Non è raro sentire i clienti dire: "Ho lavorato per tutta la vita e ora sono licenziato! Perché è successo a me? "Gli altri sono confusi e non sanno cosa fare della loro situazione, o di se stessi. Eric, 32 anni, ha lamentato, "tutto questo mentre non mi rendevo conto di aver usato il lavoro come una distrazione per impedirmi di pensare ad altre cose che preferirei non affrontare … l'abbandono emotivo che ho vissuto come un bambino, le relazioni che non si attaccano mai, la famiglia che continua a deludere. Mi sento come se avessi perso tutto e avessi toccato il fondo. "

La storia di Eric è rappresentativa di una tendenza crescente tra i lavoratori e le donne. Troppo spesso si concentrano eccessivamente su una parte della loro vita come modo per (inconsciamente) sfuggire a qualcos'altro. Il lavoro è una facile distrazione per il semplice motivo che non solo è socialmente accettabile, ma le persone in realtà ti guardano quando si dà la priorità al proprio lavoro. Lavorare di più può facilmente essere interpretato erroneamente come avere un atteggiamento duro, un contegno laborioso, dimostrativo di vera "grinta" e, ovviamente, il guadagno che il capo è sempre felice. Non importa che la tua salute sia dolorosa, il tuo coniuge o il tuo partner sono oberati dalla casa e dai bambini, o ti vedono a malapena. O che le tue relazioni stanno cadendo a pezzi.

Fare gli straordinari è un male sia per la mente che per il cuore (letteralmente). La dottoressa Marianna Virtanen, epidemiologa all'University College di Londra e l'Istituto finlandese per la salute sul lavoro, ha studiato a lungo gli effetti degli straordinari. Ha scoperto che le persone che lavorano più a lungo di una normale giornata di sette ore hanno un rischio del 60% più elevato di problemi cardiaci, tra cui la morte a causa di malattie cardiache, attacchi cardiaci non fatali e angina. Un altro studio su di lei, ha anche scoperto che lavorare per lunghe ore sembra aumentare sostanzialmente il rischio di una persona di diventare depressa, indipendentemente da quanto stressante sia il lavoro reale. Sappiamo anche che lavorare di più è correlato a bere di più.

Quando si tratta di lavorare per lunghe ore, è importante ricordare che l'attenzione non è rivolta al Joe a basso reddito che deve occupare tre posti di lavoro per far quadrare i conti. L'attenzione è rivolta a coloro che scelgono di lavorare più del necessario. Perché ora "lavoro" non si estende solo a ciò che avviene in ufficio, ma anche alle e-mail che stai controllando a casa, mentre in una data e tra pause del bagno al cinema. Diamine, ci colleghiamo anche mentre siamo in vacanza, rispondiamo ai testi di lavoro mentre ci sediamo sulla spiaggia e sorseggiamo la nostra piña colada, controllando mentalmente la scatola eternamente occupata e sempre funzionante che sembra adattarsi così bene alla nostra immagine di sé. Il lavoro di giorno non è più il lavoro di giorno, ma anche una panacea per tutto ciò che è sbagliato nelle nostre vite.

Non è mai troppo tardi per trovare l'equilibrio, che tu abbia otto o 65 anni. Potrebbe non essere semplice come le istruzioni per andare in bicicletta, ma significa guardare da vicino come e dove scegli di trascorrere il tuo tempo e se hai davvero bisogno di . Significa fare scelte diverse da quelle che hai fatto. Non sono sicuro? Chiediti se il tuo lavoro ti definisce?

Se la risposta è sì, potresti riflettere su ciò che stai evitando concentrandoti troppo sul tuo lavoro. Per alcuni, questo potrebbe voler dire affrontare i nostri problemi con il potere, o il desiderio di essere importante, l'ambizione o l'orgoglio, o la colpa, l'avidità e un senso distorto di responsabilità sul lavoro, o in alternativa il desiderio di evitare di affrontare aspetti della nostra vita personale. Potremmo scoprire che, come i nuovi vestiti dell'imperatore, la sudorazione eccessiva rivela in realtà la nostra nudità.

Ammettiamolo, non siamo sempre pronti a lavorare sui nostri problemi, ma siamo più disposti ad affrontare i nostri problemi relativi al lavoro.

Solutions Collecting From Web of "Trova il tuo equilibrio"