Trattare con persone difficili o tossiche

Ognuno ha avuto almeno una persona difficile o tossica nella sua vita. La maggior parte di noi usa le modalità classiche per affrontarle: volo, lotta o blocco. Quando Gary, per esempio, fa un altro jab al senso di sé di Alice, dicendole che è stupida e inetta, Alice semplicemente non sa cosa fare, quindi si blocca: non fa niente. Questo, naturalmente, consente a Gary di farlo di nuovo la settimana prossima o la settimana dopo. O forse ne ha avuto abbastanza, quindi questa volta, questa volta, finalmente si ritrova, chiamandogli dei nomi deliziosi. Questo non funziona neanche perché è più abile in questo tipo di battaglie rispetto a lei, quindi dice qualcosa di ancora più dannoso per il suo senso di sé. O forse lascia la stanza quando fa questo. Non solo è probabile che la segua e continui a parlare, ma è anche probabile che troverà un modo per impedirle di lasciare la stanza la prossima volta.

Le persone difficili, le persone tossiche intendono ferire. Hanno intenzione di controllare. Hanno intenzione di diminuire quelli che li circondano. Certamente, lo fanno perché usano queste metodologie come un modo per affrontare la propria vergogna profonda o problemi di potere. Ma loro non lo sanno e nemmeno le loro vittime. Piuttosto sono così impegnati con queste strategie di coping che non hanno il tempo di riflettere sul perché lo stanno facendo. E poiché le loro strategie sembrano funzionare per loro, non vedono la necessità di cambiare.

La prima cosa che dobbiamo fare per affrontare le persone difficili o tossiche nelle nostre vite è smettere di aspettare che scoprano che siamo persone a posto. In altre parole, dobbiamo iniziare a cercare all'interno del nostro senso di sé, piuttosto che cercare di ottenere conferma o affermazione dal mondo esterno. Quando aspettiamo di ottenere il nostro senso di benessere dal mondo esterno, stiamo letteralmente mettendo la nostra vulnerabilità là fuori, dove può essere ferita ancora una volta. La nostra vulnerabilità deve essere prima protetta dagli Stati Uniti. E uno dei modi principali per noi di iniziare a proteggerlo è iniziare a cercare modi in cui possiamo essere così presenti con noi stessi che non abbiamo più bisogno di affermazione esterna per essere ok.

John Nicolas Stoodley/The New I Ching
Fonte: John Nicolas Stoodley / The New I Ching

Sicuramente l'affermazione esterna è carina. Se ci conosciamo, afferma ciò che già sappiamo e sentiamo che il mondo ci vede per quello che siamo. Ma se non sappiamo chi siamo, se stiamo aspettando che il mondo ci definisca, se speriamo che la realizzazione, o il successo, o l'applauso ci facciano stare bene, ci rendano reali, ci rendano buoni, forti, nobili persone intelligenti o ok, siamo troppo vulnerabili a ciò che il mondo ha da dirci di noi.

Pertanto, uno dei primi e più importanti metodi per proteggerci dalle persone tossiche nelle nostre vite è essere così chiari su chi siamo, che non possono farci dubitare. È un lavoro interiore, il lavoro per conoscere chi siamo alla base della nostra autenticità. E c'è molto da dire a riguardo. In effetti, ho già scritto un paio di libri diversi su di esso. Ma è solo dopo che ci sentiamo a nostro agio nel sapere chi siamo, che possiamo davvero sopportare e mantenere i limiti appropriati.

Confini appropriati includono, solo per citarne alcuni, essere molto diretti su ciò che realmente deve essere detto; rifiutandosi di parlare di un problema finché entrambe le parti non possono ascoltare e sviluppare alcune soluzioni ai problemi; anche rompere relazioni abusive o tossiche. Ma se non sappiamo veramente chi siamo, se non ci impegniamo veramente nell'autostima e negli atti di amor proprio, non crediamo ai nostri limiti e la persona tossica li sfiderà di nuovo Domani.

Solutions Collecting From Web of "Trattare con persone difficili o tossiche"