Trattamento dell'insonnia: la cannabis è stata riconsiderata

//creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons
Fonte: By Cannabis Training University (Opera propria) [CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons

Molto è cambiato dal mio ultimo post sull'uso potenziale della cannabis per l'insonnia. A quel tempo, poco prima delle elezioni del 2012, ho concluso che non c'erano sufficienti ricerche per dire in via definitiva se la cannabis potesse essere utile nel trattamento dell'insonnia. Da allora c'è stato un cambiamento epocale nell'accettazione pubblica e politica dell'uso di questa pianta come droga. Sono state condotte ulteriori ricerche e la marijuana medica è diventata molto più disponibile in tutto il paese. La marijuana ricreativa legale è diventata anche una realtà in numerosi stati.

Il lavoro sugli usi terapeutici della cannabis è un aspetto del "rinascimento psichedelico" (Sessa, 2012) che si sta svolgendo a livello globale da molti anni ma soprattutto dal 2010. Anni di sviluppo, questo movimento sta dando una seconda occhiata alle sostanze con sostanze psichedeliche effetti che furono messi fuori legge durante i primi giorni della guerra alla droga. Viviamo in una società, e in un momento in cui molte persone stanno soffrendo gli effetti del trauma e lo stress di vasti cambiamenti economici, scientifici, ecologici e tecnologici. Cattivo sonno è un effetto comune di stress e traumi. I trattamenti psichiatrici e psicologici convenzionali spesso non sembrano adeguati alle sfide che stiamo affrontando. Tendono a gestire, piuttosto che curare i disturbi, e riducono piuttosto che eliminare la sofferenza. Trattamenti psicologici standard, come la terapia cognitiva comportamentale della depressione, possono essere meno efficaci rispetto al passato e i nuovi farmaci psichiatrici non sono in linea così rapidamente come lo erano stati nei decenni passati. Per questi motivi, ricercatori coraggiosi (Sewell, et al., 2006). in tutto il mondo hanno iniziato a studiare di nuovo l'uso di questa classe stigmatizzata di droghe come possibili trattamenti o anche cure per la sofferenza psicologica così tante esperienze nel presente.

La cannabis è la sostanza illecita più usata al mondo. Il primo passo verso l'approvazione del suo uso medico avvenne nel 1991 quando la Proposition P fu passata dagli elettori a San Francisco. La Proposition P ha esortato lo stato della California a rendere disponibile la cannabis per uso medico. Va ricordato che in quel periodo stavamo cercando di far fronte alla terrificante epidemia di AIDS e che l'aiuto per i pazienti era urgentemente necessario. La cannabis fu prima approvata per uso medico legale a livello statale in California nel 1996 e molti altri stati seguirono l'esempio. Nel 2001 il Portogallo ha depenalizzato l'uso di tutte le droghe psicoattive e ha avuto risultati generalmente positivi a seguito di questo cambio di approccio.

Il titolo di questo post è stato ispirato da due importanti libri scritti da Grinspoon negli anni '70 (Grinspoon, 1971, 1977; Grinspoon, & Bakalar, 1979). Questi libri furono scritti subito dopo l'inizio della Guerra della Droga nel 1971, quando il presidente Nixon dichiarò "guerra alla droga" e aumentò in maniera massiccia gli sforzi federali per controllare l'uso attraverso una maggiore applicazione federale. La maggior parte delle droghe considerate in questi libri, inclusa la marijuana, sono state inserite nell'Allegato 1 delle sostanze controllate, il che significa che avevano un potenziale significativo di abuso e nessun uso medico accettato. Ciò che si intendeva per abuso è stato lasciato ambiguo dalla legge sulle sostanze controllate del 1970 ed era sostanzialmente ciò che l'Agenzia per l'Ente per la Droga ha dichiarato di essere. Nel quadro del sistema di programmazione, il congresso ha abbandonato l'attività di mettere al bando i farmaci psicoattivi e ha affidato tale responsabilità a un'agenzia di regolamentazione. Nonostante questo, negli anni '70, 11 Stati hanno depenalizzato la marijuana. Questo movimento verso la depenalizzazione si è concluso con l'elezione di Ronald Reagan. Insieme a una rinnovata guerra fredda, c'è stata una rinnovata guerra alla droga. L'approccio ufficiale al controllo dell'uso di sostanze si è gradualmente spostato da quando la California ha legalizzato la cannabis medica e il Portogallo ha depenalizzato tutte le droghe.

La questione dell'uso terapeutico della cannabis ha acquisito ulteriore importanza negli ultimi anni e soprattutto dopo le elezioni del 2016. Le elezioni sono state, come molti hanno notato, inusuali e inaspettate. I candidati democratici non hanno fatto bene. Nonostante questo, le cause liberali sono andate abbastanza bene nelle urne e la cannabis ha avuto una notte particolarmente buona.

Gli elettori hanno approvato le leggi sulla cannabis proposte in nove stati. Di questi, quattro erano per la cannabis medica e cinque erano per uso ricreativo. Sorprendentemente, tutte le leggi mediche e le quattro delle cinque leggi ricreative passarono. Di conseguenza, oltre la metà degli Stati ha ora leggi sulla cannabis medica e circa un quinto degli adulti americani può utilizzarlo legalmente per scopi ricreativi. Il Connecticut, dove mi trovo, ha avuto un programma di cannabis medica per un certo numero di anni e il vicino Massachusetts ha aggiunto l'uso ricreativo nel 2016. Il Connecticut sta considerando la legalizzazione per uso ricreativo. La Drug Enforcement Agency ha recentemente allentato anche alcune restrizioni alla ricerca sugli usi terapeutici della cannabis. Nonostante i risultati delle elezioni del 2016 e l'allentamento delle restrizioni sulla ricerca, rimangono delle domande sul futuro della cannabis secondo la legge federale.

I pazienti mi chiedono del programma di marijuana medica del Connecticut più volte alla settimana. Il programma è piuttosto restrittivo rispetto ad altri programmi in tutto il paese, ma c'era una ragione molto importante per questo. Quando il disegno di legge è stato elaborato, si è deciso di concentrarsi sulla fornitura di marijuana medica solo per condizioni che avevano un forte supporto empirico per l'uso come terapia. Le condizioni che sono approvate sono: cancro, glaucoma, HIV, AIDS, morbo di Parkinson, sclerosi multipla, danno al tessuto nervoso del midollo spinale con indicazione neurologica oggettiva di spasticità intrattabile, epilessia, cachessia, sindrome da deperimento, morbo di Crohn e post -disturbo da stress traumatico Il sito web della marijuana medica del Connecticut è abbastanza buono e fornisce anche collegamenti ai programmi in altri stati.

Nota che l'insonnia non è in questa lista. Anche se non ho alcun rapporto ufficiale o dati pubblicati a cui posso riferirmi, mi è stato detto che, almeno per alcuni dispensari nel Connecticut, la diagnosi primaria che risulta in riferimento al programma era PTSD, mentre il problema che i pazienti riportavano più spesso come ragione per usare la marijuana medica era l'insonnia.

Ora si scopre che la cannabis è una sostanza vegetale incredibilmente complessa e le sue componenti psicoattive sono ugualmente complesse. Voglio discutere di questa complessità nell'interesse di aiutare le persone a comprendere meglio i potenziali benefici e rischi dell'uso della cannabis per i problemi del sonno. Pertanto, nei prossimi numerosi post, approfondirò questa affascinante pianta e il suo possibile ruolo nel trattamento dei disturbi del sonno. Tratterò argomenti che includono la psicofarmacologia della cannabis, gli effetti psicologici e fisici del suo uso come droga e che cosa tutto ciò può significare andare avanti per usare la cannabis medica come trattamento per i disturbi del sonno.

Grinspoon, L. (1971, 1977). Marihuana riconsiderata . Cambridge, MA: Harvard University Press.

Grinspoon, L. & Bakalar, JB (1979). Farmaci psichedelici riconsiderati . New York: Basic Books, Inc.

Sewell, RA et al. (2006). Quindi vuoi essere un ricercatore psichedelico? The Entheogen Review , 15 (2), p 42 – 48.

Sessa, B. (2012). Il Rinascimento psichedelico: rivalutare il ruolo delle droghe psichedeliche nella psichiatria e nella società del 21 ° secolo . Londra: Muswell Hill Press.

"Yin and Yang" by Klem - This vector image was created with Inkscape by Klem, and then manually edited by Mnmazur.. Licensed under Public Domain via Wikimedia Commons -
Fonte: "Yin and Yang" di Klem – Questa immagine vettoriale è stata creata con Inkscape da Klem, e poi modificata manualmente da Mnmazur. Concesso in licenza con Dominio Pubblico tramite Wikimedia Commons –

Solutions Collecting From Web of "Trattamento dell'insonnia: la cannabis è stata riconsiderata"