Top 5 domande su psicologia e sport

C'è una quantità sorprendentemente ampia di ricerche sulla psicologia dello sport, probabilmente perché molti psicologi, proprio come gli altri, sono appassionati di sport. Ecco le 5 domande principali che vengono poste sulla psicologia dello sport.

Perché i fan vanno a bersaglio con le loro squadre sportive casalinghe?

Gli appassionati di sport possono diventare rabbiosi e fuori controllo. Prendi in considerazione le rivolte alle partite di calcio europee e gli scontri violenti tra i tifosi di casa e dei visitatori negli impianti sportivi statunitensi. Perché gli appassionati di sport sono così coinvolti e riscaldati?

Decenni di ricerche socio-psicologiche hanno chiaramente dimostrato ciò che viene definito il pregiudizio in-group, out-group. Ci identifichiamo con il "nostro team" e con i fan della nostra squadra (il gruppo in-terno) e veniamo a disprezzare l'altra squadra e i suoi fan (l'out-group). Questo è il cuore della rivalità sportiva. Ci "crogioliamo nella gloria riflessa" quando vince la nostra squadra, e la ricerca ha dimostrato che l'autostima dei tifosi aumenta con le vittorie e cade con la sconfitta.

C'è davvero una "mano calda" nello sport?

Questa credenza comune – che un giocatore può diventare "caldo" e fare canestri / colpi / passa, o "freddo" e perdere ripetutamente, è stato dimostrato essere un mito per mezzo della ricerca. La probabilità di effettuare un colpo particolare o di ottenere un colpo è indipendente da altri colpi / colpi. Inoltre, recenti ricerche suggeriscono che, poiché i giocatori credono nella mano calda, possono prendere colpi più rischiosi quando sentono di essere bollenti. Maggiori informazioni su questo qui.

Quando e perché gli atleti soffiano sotto pressione?

Il gioco è in linea e il giocatore deve fare un tiro libero, ma manca. C'è qualcosa che soffoca sotto pressione? La ricerca dello psicologo Roy Baumeister e altri suggerisce che gli atleti possono effettivamente "soffocare" perché diventano auto-focalizzati e "pensano troppo" a quello che altrimenti sarebbe un comportamento automatico (cioè, sparare un tiro libero).

Esiste una cosa del genere come vantaggio del campo di casa?

Ricerche recenti hanno gettato una luce su questa domanda. Sembra davvero che ci sia un piccolo vantaggio sul campo di casa. Quali sono le ragioni psicologiche? Bene, ce ne sono molti. Il primo è il ben noto costrutto psicologico della facilitazione sociale: il fatto che le persone sembrano comportarsi meglio quando c'è un pubblico solidale. Un altro motivo per il vantaggio sul campo di casa potrebbe essere la distorsione da arbitro, con gli arbitri che favoriscono la squadra di casa (e gli applausi della folla). Inoltre, la familiarità con il campo / stadio di casa e l'affaticamento da parte della squadra ospite, probabilmente giocano un ruolo.

Perché ci piace guardare lo sport di più nei gruppi che da soli?

Guardare gli sport in un gruppo accresce la solidarietà di noi sentimenti se siamo circondati dai tifosi della nostra squadra di casa. Ci fa sentire meglio, vincere o perdere. Inoltre, il contagio emotivo di una folla ruggente (o lamentosa), lo rende un'esperienza emotiva più intensa. Quindi, guardare in un gruppo porta a sentimenti emotivi più forti e memorabili (positivi quando la nostra squadra vince, negativa e abbattuta quando la nostra squadra perde, ma otteniamo la simpatia condivisa oi tifosi della squadra di casa).

Seguimi su Twitter:

http://twitter.com/#!/ronriggio

immagine: Wikimedia

Solutions Collecting From Web of "Top 5 domande su psicologia e sport"