Titolo attuale del giornale: "Uomini sposati uomini migliori"

I lettori mi hanno inviato rapporti su uno studio pubblicato a dicembre. Alcuni articoli di giornale (ad esempio, questo e questo) sono apparsi sotto il titolo: "Uomini sposati uomini migliori". Seriamente. Se non vedi nulla di sbagliato in questo, considera questo: immagina di essere l'editore di un giornale importante. In quali condizioni permetteresti la pubblicazione di un titolo come "Gente popolare bianca"? Giusto – non lo faresti.

Supponiamo, tuttavia, che ci sia stato uno studio recentemente pubblicato che suggerisce che i bianchi sono migliori dei neri. Basterebbe questo per convincerti, come editore, ad andare con il titolo, "I bianchi sono persone migliori"? Sarebbe importante che cosa fossero meglio i bianchi, o permetterebbe un titolo, "I bianchi sono persone migliori", anche se lo studio riguardasse solo un aspetto delle persone? E per quanto riguarda la forza delle scoperte – vorresti che la differenza fosse davvero grande prima di stampare un titolo del genere? O ancora, non stamperesti mai un titolo del genere in nessuna circostanza?

Tornando allo studio reale degli uomini sposati e single, il titolo del comunicato stampa è stato un po 'meno radicale. Diceva: "Perché gli uomini sposati tendono a comportarsi meglio". Questa è ancora una generalizzazione ampia, ma almeno c'è un qualificatore ("tend to to"). Un'altra versione che ha ricevuto molta attenzione è stata una relazione Reuters. Il titolo di quello era: "Gli uomini sposati sono più carini, ed ecco perché".

Primo sguardo allo studio e ai risultati

Molte persone leggono nient'altro che un comunicato stampa o storie dei media basate su quel rapido sommario, quindi ecco alcune delle cose che impareresti se questo è tutto ciò che leggi:

  • Il comportamento antisociale è stato valutato in 289 coppie di gemelli maschi (188 erano gemelli identici) quando avevano 17, 20, 24 e 29 anni. (La maggior parte sono nati tra il 1973 e il 1978.)
  • Nessuno era sposato all'età di 17 anni; all'età di 29 anni, il 59% era sposato.
  • "Uomini con livelli più bassi di comportamento antisociale a 17 e 20 anni avevano più probabilità di sposarsi entro i 29 anni"
  • "Una volta che gli uomini si sono sposati, i tassi di comportamento antisociale sono diminuiti ancora di più"

  La metodologia sembrava promettente, e ho continuato a rimanere impressionato anche dopo aver letto il rapporto di ricerca originale. Gli autori hanno avuto accesso a centinaia di coppie di gemelli e hanno seguito gli stessi uomini nel tempo. Uno studio gemello, e uno longitudinale, è quanto di meglio si possa fare per capire le implicazioni dello stato civile.

Ma naturalmente, avevo ancora delle domande dopo aver letto il comunicato stampa, incluso uno che non ha ancora ricevuto risposta dopo aver letto lo studio:

  • Cosa contò esattamente come comportamento antisociale?
  • Quanto erano grandi le differenze tra il singolo e gli uomini sposati?
  • Quali sono stati i risultati per gli uomini divorziati?
  • Cosa succede dopo i 29 anni?

Alla fine, ovviamente, vorrei arrivare alla domanda su cosa significhi tutto (a parte ciò che potrebbe essere richiesto riguardo al significato).

Cosa intendono per "migliore" o "migliore comportamento"? Qui ci sono i criteri reali

Quindi cosa contava come comportamento antisociale? Nell'articolo del diario originale, sono stati menzionati solo alcuni dei comportamenti rilevanti. Volevo vedere l'intera lista e l'ho trovato in questo articolo di Robert Hare. (È disponibile anche in altri posti.) Ecco tutti i 10 criteri:

1. Non ha mai sostenuto una relazione monogama per più di un anno

2. Incapace di sostenere un comportamento di lavoro coerente

3. Non riesce a conformarsi alle norme sociali rispetto al comportamento legale

4. Irritabile e aggressivo

5. Non riesce a onorare gli obblighi finanziari

6. Non riesce a pianificare in anticipo, o è impulsivo

7. Non ha riguardo per la verità

8. Spericolato

9. Manca la capacità di funzionare come genitore

10. Manca il rimorso

Leggi correttamente # 1. Se sei un uomo che è single nel cuore, e non hai avuto un rapporto monogamico (si intende romantico) che è durato più di un anno (hey, sei single nel cuore – ti piace essere single – forse non lo fai t in genere perseguire relazioni romantiche), allora solo questo è considerato sintomatico del comportamento antisociale come privo di sentimenti di rimorso. O nessun riguardo per la verità. O infrangere la legge. O essere un fiocco sul posto di lavoro. O non avendo capacità di funzionare come genitore.

Posso vedere come alcune versioni di "non ha mai sostenuto una relazione monogama per più di un anno" potrebbero essere problematiche. Se, per esempio, prometti amore eterno e devozione a un'altra persona, solo per essere sparito in mesi, e lo fai ancora e ancora, allora ciò potrebbe plausibilmente essere coerente con, diciamo, l'incapacità di sostenere un comportamento di lavoro coerente. Infatti, quando l'esperto di psicopatia Robert Hare ha costruito la sua checklist di psicopatia rivista, ha incluso un criterio di "molte relazioni coniugali a breve termine".

Nello studio che stiamo considerando, però, il criterio è diverso – "non ha mai sostenuto una relazione monogama per più di un anno". Se sei stato contento single e non hai perseguito relazioni romantiche, quello è un colpo contro di te sull'antisociale scala del comportamento.

Tuttavia, questo è solo un articolo. Se la differenza tra uomini single e sposati è grande, potrebbe non avere importanza. O forse i ricercatori hanno messo da parte quell'elemento nelle loro analisi.

Quanto erano grandi le differenze tra gli uomini sposati e gli uomini single ?

Nella Tabella 1, gli autori hanno riportato il MEDIO NUMERO DI SINTOMI di comportamento antisociale a seconda che gli uomini fossero uomini single o sposati all'età di 29 anni. Le righe per le età precedenti (17, 20 e 24) mostrano il numero medio di sintomi per gli stessi uomini quando erano più giovani. (Ricorda che all'età di 17 anni, nessuno di loro era ancora sposato, ma il 59% sarebbe all'età di 29 anni).

Età 17: SINGOLA = 1,08, sposata = 0,75 (Differenza = .33)

Età 20: SINGLE = 1.48, sposati = 1.18 (Differenza = .30)

Età 24: SINGOLO = 1.42, coniugato = 1.04 (Differenza = 0.40)

Età 29: SINGLE = 1.29, sposata = 0.83 (Differenza = .46)

Questi sono alcuni dei dati che gli autori presentano per esprimere i loro due punti: (1) Quegli uomini che rimarrebbero single fino all'età di 29 anni mostravano già un comportamento antisociale a 17 anni rispetto a quelli che si sarebbero sposati, anche se all'età di 17 anni nessuno era sposato ancora. (2) Una volta sposati, la differenza nel comportamento antisociale tra single e coniugati è ancora maggiore.

Tutto ciò è vero. Ma guarda i numeri reali! Il maggior numero di sintomi per qualsiasi gruppo a qualsiasi età è 1.48. Ora la maggior parte di questi comportamenti antisociali sono comportamenti piuttosto cattivi, quindi avere uno o due di essi (a seconda di cosa sono) potrebbe non essere una cosa da poco. Ma ora guardate i numeri che sono ancora più importanti – le DIFFERENZE nel numero di comportamenti antisociali tra i coniugi ei singoli uomini. Ogni differenza è una media di meno di mezzo sintomo.

Quindi questi sono i risultati dietro i titoli, "Uomini sposati uomini migliori". A 29 anni, i singoli uomini riportano poco più di 1 comportamento antisociale, e gli uomini sposati riportano solo 1 comportamento antisociale. Per quanto posso dire, quel comportamento potrebbe includere "non ha mai sostenuto una relazione monogama per più di un anno". Se gli autori mettono da parte quell'articolo, non lo dicono.

Impegnarsi in un solo comportamento antisociale non significa avere un disturbo antisociale di personalità. Per questo, dovresti impegnarti in almeno 3 di loro (oltre a soddisfare altri criteri). Quindi, quanti degli uomini coinvolti nello studio si sono impegnati in 3 o più comportamenti antisociali? Gli autori ci hanno detto: 3,9%. Hanno inoltre stimato che il matrimonio ha comportato una riduzione del 30% dei comportamenti antisociali. Tutto questo è incerto e qualificato, ma andiamo con esso per ottenere un suggerimento sulle differenze effettive tra il singolo e gli uomini sposati. Risolvendo le equazioni, arrivo con 13 uomini single con disturbo del comportamento antisociale e 9 uomini sposati. Questa è una differenza di 4 uomini (su 289 single e 289 sposati). Anche questo ti dà un'idea di cosa c'è dietro i titoli affermando che gli uomini sposati sono uomini migliori.

Quali erano i risultati per gli uomini divorziati? Cosa è successo dopo l'età 29 ?

I risultati per gli uomini divorziati sono importanti perché negli studi su altre implicazioni dello stato civile, come la salute o la felicità, i divorziati a volte vanno peggio di quelli che sono sempre stati single. Quando ciò accade, il rischio non rimane single, si sposa e poi non è sposato. Non puoi dire che sposarsi renda la tua vita migliore se questo è vero solo per le persone che si sposano e rimangono sposate.

C'erano solo 18 divorziati tra le 289 coppie gemelle, e gli autori li codificarono come singoli, piuttosto che analizzarli separatamente. Hanno anche provato a lasciarli fuori completamente, e hanno detto che non faceva differenza. Gli uomini divorziati varrebbero la pena rivisitare negli anni futuri, quando è probabile che ce ne siano di più. La domanda rilevante è: il tasso di comportamento antisociale cambia quando gli uomini passano dall'essere sposati a essere divorziati, e come si confronta questo tasso con quello degli uomini che sono rimasti single?

Non sappiamo cosa succede dopo i 29 anni, perché la raccolta dei dati (come riportato in questo studio) si è conclusa a quell'età. Questo è importante, però. Come notano gli autori, "il comportamento antisociale è più comune nella prima età adulta". Quindi il tasso più alto che gli autori hanno trovato per uno dei gruppi in qualsiasi età era di 1,48 comportamenti. La più grande differenza tra uomini sposati e single era di 0,46 comportamenti. Guardando oltre i 29 anni, il tasso complessivo dovrebbe diminuire. Forse anche la differenza.

Nel mio prossimo post (eccolo), affronterò le domande su cosa significano veramente questi risultati di studio e chi è davvero più bello, uomini sposati o uomini single.

AGGIORNAMENTO : Ecco una colonna del New York Times, di Pamela Paul, che include parte del mio punto.

[Grazie a Natalya, Lauren e Deb per i commenti sui rapporti di questo studio.]

Solutions Collecting From Web of "Titolo attuale del giornale: "Uomini sposati uomini migliori""