Ti senti come un fallimento? Forse è solo che sei "fuori tempo"

I laureati si trasferiscono a casa, il posto che meno vorrebbe essere. Il motivo: è l'economia, stupido! Dylan Suher, un neolaureato, definisce il suo trasloco come un fallimento. "La sensazione che l'ordine naturale della vita – che diventi adulto e poi te ne vai – è stato interrotto" ( New York Times , 17 luglio 2011, SR, 7). Ma gli studenti universitari non sono soli. Viviamo con gli orologi interni di ciò che è appropriato fare ad ogni età. Il defunto psicologo Bernice Neugarten ha definito questo tuo "orologio sociale". Tutti noi abbiamo sentito dire: "Sono troppo vecchio per vivere ancora a casa; Sono troppo vecchio per tornare a scuola; Sono troppo vecchio per divorziare; il mio orologio biologico ticchetta ".

Ogni cultura ha diverse serie di orari per gli eventi. Precedentemente, avevamo previsto quando si sarebbero verificate alcune transizioni: quando andiamo a casa, ci sposiamo, facciamo figli, andiamo in pensione, ecc. La vita non segue più questo piano lineare. Viviamo con realtà contrastanti. È meraviglioso che le nostre vite non seguano un piano rigido; tuttavia, è confuso che le nostre vite e il nostro futuro non siano prevedibili. Ad esempio, le nostre aspettative sul momento appropriato per avviare una famiglia sono chiaramente cambiate. Il rapporto PEW ha affermato: "La demografia della maternità negli Stati Uniti si è spostata in modo sorprendente negli ultimi due decenni. Rispetto alle madri di neonati nel 1990, le madri dei neonati di oggi sono più grandi e più istruite ".

Quando i nostri orari previsti non si verificano, ci sentiamo "fuori tempo". Ciò può risultare in disagio, a volte depressi e spesso come il fallimento di Dylan e di altri laureati. Quando siamo "puntuali", cioè quando sentiamo che la nostra vita sta seguendo la sceneggiatura, siamo ok. Ci sentiamo "fuori tempo" quando siamo molto presto – una gravidanza adolescenziale – o molto tardi – per avere il nostro primo appartamento a 40 anni. Si sente "fuori tempo" che si traduce in sentirsi inquieti, spesso infelici.

Quindi, cosa può fare Dylan e altri "off-time"?

Primo, renditi conto che non sei solo. In secondo luogo, renditi conto che i sentimenti di fallimento possono derivare dall'essere "fuori tempo". Non sei un fallimento, sei semplicemente "fuori tempo." In terzo luogo, comprendi che non c'è più un "momento giusto" per fare le cose. I nostri "orologi sociali" possono essere cambiati. Il ritorno a scuola all'età di 60 anni può essere il momento giusto per qualcuno; il divorzio a 70 anni può essere il momento giusto per alcuni; tornare a casa dopo il college può essere il giusto per aspettare la crisi economica. Non ci sono diritti e torti. Secondo Neugarten, "la psicologia del ciclo di vita non è una psicologia del comportamento o dell'età della crisi tanto quanto una psicologia del tempo".

Nancy K. Schlossberg
Author, Revitalizing Retirement: ridefinire la tua identità, le relazioni, lo scopo
Copyright 2011

Solutions Collecting From Web of "Ti senti come un fallimento? Forse è solo che sei "fuori tempo""