Ti piace la tua sorella?

Signet edition of LITTLE WOMEN
Fonte: edizione Signet di LITTLE WOMEN

Eccolo in una vetrina di un negozio di regali: un cuscino sfrangiato elegantemente ricamato con la frase "Dio ci ha fatto sorelle; Xanax ci ha fatto amici. "

Ho riso. Come qualcuno che ha sempre invidiato quelli con le sorelle, ho pensato che dovevo comprarne parecchi per le mie amiche per dare ai loro fratelli. Ma prima che potessi suonare il campanello che mi permette di entrare in questa boutique di lusso (le osservazioni sarcastiche su famiglia e farmaci non sono economiche) una voce interiore mi ha avvertito "I tuoi amici potrebbero non trovarlo così divertente. Allontanati dalla porta. "

Qual è la fantasia della sorellanza per quelli di noi che non ne hanno?

Le nostre sorelle immaginarie sono perfette: sono di supporto, affascinanti, incoraggianti e solo leggermente meno attraenti di noi. Passiamo molto tempo a spazzolarci i capelli l'un l'altro, finendo a vicenda le frasi e dicendo: "No! Sei la sorella intelligente! "Le sorelle immaginarie ci deliziano cucinando brownies, pulendo le nostre stanze e scoprendo orecchini retrò assolutamente favolosi, ma insistendo sul fatto che li prendiamo:" Inizialmente li avevo comprati per me ma sembravano molto più carino con te! "

Insieme guarderemmo "Via col vento", vorrei Rhett e lei vorrebbe Ashley. Guardavamo le repliche di "Lost"; vorrei Sawyer e le piacerebbe Jack. (Ma entrambi odiavamo quella terribile stagione scorsa). Rideremmo insieme, piangere insieme, sospirare insieme e non essere mai d'accordo.

Apparentemente, però, non tutti i fratelli della vita reale vivono il sogno. Gli amici offrono risposte complesse e sorprendenti quando chiedo cosa vuol dire avere una sorella.

"È come essere in una gara di sacco di patate con un nano", spiega l'amica A. "Sono nella stessa borsa con lei, nessuno di noi l'ha scelto, e non è esattamente come se stessimo facendo del bene a ciascuno. Ma dal momento che siamo entrambi per la vita, facciamo solo tre passi alla volta. "

L'amico B dice: "Ogni grande vacanza finisce in crisi. Cerchiamo di mettere insieme una semplice cena di famiglia e finisce come il piano Marshall. Penseresti che cinque donne adulte potrebbero capire quanto prosciutto, tacchino e variazioni sul pane all'aglio di cui tutti hanno bisogno. Ma dimentichi l'unica sorella che vuole preparare stuzzichini tailandesi esotici o quella che pensa di poter essere senza glutine, ma non è sicura. Poi c'è quello che è un vegano … tranne che per i peperoni. "

Quando la sfido su quest'ultima affermazione, mi guarda negli occhi e dice: "Pensi che potrei inventarmi questo?"

L'amico C, il più giovane, esita. "Amo mia sorella ma non mi piace", dice. "Questo mi rende un fratello cattivo? È perché sappiamo che siamo in una relazione che dura da una vita e che ci lamentiamo di nostra sorella più di quanto ci lamentiamo di un amico? Perché mi sento sempre come se dovessi giudicare e essere giudicato da mia sorella? "

Sta facendo delle belle domande. Ho imparato attraverso la famiglia di mia madre che i legami tra le sorelle non finiscono semplicemente perché uno di loro muore. Solo 47 anni quando morì, mia madre fu la prima della sua famiglia ad andare.

C'era sempre stato conflitto tra l'intera tribù di suore nella famiglia di mia madre: la competizione per i cui figli erano i più brillanti, i più carini o i più talentuosi; i cui mariti erano più attenti, attraenti e compiuti; le cui vite erano più appaganti, invidiabili e prospere.

Mia madre non ha mai vinto quelle gare. Eppure sono sicuro che dopo averla persa, le sorelle di mia madre avrebbero dato qualsiasi cosa per riaverla. Il loro dolore era profondo e duraturo perché ciò che li aveva allontanati era banale e sciocco.

Eppure, se sono onesto, non sono del tutto sicuro che mia madre avrebbe accettato le scuse. Ogni sorella ha lottato con la convinzione di essere irrevocabilmente parte di un coro quando avrebbe dovuto essere un solista. C'era amore tra di loro, ma c'era anche conflitto.

Il conflitto spesso eclissava l'amore, alterava l'affetto e erodeva l'intimità.

Dopo tutto, quando diciamo che una persona è "proprio come una famiglia", non è sempre un complimento.

La simpatia, la compassione, la comprensione, il rispetto, la generosità e la volontà di perdonare sono caratteristiche essenziali di ogni relazione importante, comprese quelle tra membri di una famiglia immediata.

Le nostre sorelle immaginarie lo saprebbero sempre. Le vere sorelle, persone vere, a volte hanno difficoltà a ricordarlo.

Diamo quindi Jo, da LITTLE WOMEN di Alcott, un libro popolato da perhap le sorelle immaginarie più famose del mondo, l'ultima parola; Jo crede che mantenere il senso dell'umorismo e il senso della prospettiva sia ciò che può aiutare le sorelle ad essere amici: "Grazie al cielo, riesco sempre a trovare qualcosa di divertente da tenermi sveglio … [A casa, felice, c'è un caro." Jo ha dato a sua sorella e incoraggiante pacca sulla spalla mentre si separavano per la giornata, ognuno andando in un modo diverso … e ognuno cercando di essere allegro. "

Solutions Collecting From Web of "Ti piace la tua sorella?"