The Workaholic Breakdown – La perdita dell'umorismo e la capacità di giocare

Man mano che la loro salute psicologica e fisica si deteriorano, i maniaci del lavoro diventano ossessivamente determinati individui che alla fine perdono il loro senso dell'umorismo e la capacità di provare gioia spontanea, risate e ottimismo spensierato. Al contrario, usano l'umorismo nero come il sarcasmo, il ridicolo, o atteggiamenti caustici che servono a difendersi da un investimento emotivo intimo nelle loro relazioni. Invece, un tale ragionamento intellettuale o simili risposte impersonali di tipo Thinking di tipo problematico sono comuni. A volte i maniaci del lavoro rispondono con una risata diabolica, o con un ghigno agghiacciante che sottolinea la loro superiorità. I bambini piccoli, che non hanno ancora sviluppato il pensiero astratto, ascoltano solo l'osservazione dispregiativa concreta, non i sottili doppi sensi. Di conseguenza, il sarcasmo può essere facilmente interpretato erroneamente e col passare del tempo può persino danneggiare seriamente l'autostima di un bambino.

Nella mia tesi di dottorato, The Place of Humor in Adult Psychotherapy , ho concluso che la capacità di produrre e apprezzare l'umorismo è una componente essenziale della maturità che permette di ridere di se stessi e di poter vedere la propria situazione in modo divertente, più luce olistica oggettiva. L'umorismo mitiga sentimenti e frustrazioni intense e ci aiuta ad accettare le nostre debolezze e le nostre mancanze senza svolgere il ruolo di vittima-martire che si auto-sacrifica. Ci dà l'obiettività e la prospettiva necessarie per non prendere tutto personalmente, qualcosa che i maniaci del lavoro tendono a fare quando l'ansia acuta e la paranoia e gli altri lati oscuri della funzione Sentimento si traducono in brutti stati d'animo, depressione e una visione pessimistica piena di destino.

Mentre l'ossessione per il lavoro diventa più intensa e consumante, i meccanismi di difesa precedentemente forti del maniaco del lavoro iniziano a rompersi. La negazione, la razionalizzazione, la proiezione della colpa, la compartimentalizzazione, ecc. Non proteggono più il maniaco del lavoro dal disprezzo di sé precedentemente inconscio che sottostà alla loro arrogante arroganza. L'insicurezza e i pensieri paranoici di essere "scoperti" accompagnano una paura crescente che il loro personaggio "di successo" conquistato sarà offuscato. Alla fine, niente è divertente, e pensieri allarmanti possono creare un terrore senza fine.

L'umorismo non può più alleviare la realtà dolorosa del loro tradimento, delle azioni insensibili senza pensieri e del comportamento crudele nei confronti di coloro che hanno continuato ad essere leali e solidali nonostante la crescente assenza del maniaco del lavoro, l'allontanamento emotivo e il disinteresse per ciò che è meglio per gli altri membri la famiglia. A seconda del livello del narcisismo del maniaco del lavoro, "prima io", atteggiamento egoistico e egoistico, la coppia coniugale sperimenta una grande quantità di tensione. Un cliente nel descrivere la sua triste realtà, mi ha detto che una mattina mentre ascoltava la radio e sentiva due persone ridere insieme per una situazione imbarazzante, "Mi sono reso conto che non abbiamo riso insieme o siamo stati spensierati in un tempo molto lungo “.

Nelle fasi successive del workaholism, il gioco genuino, spensierato e privo di scopo che favorisce il rilassamento e la creatività diventa quasi inesistente. Come avverte Carl Jung, l'Ombra collettiva e la nostra ombra personale hanno un'influenza molto potente sulle nostre scelte. L'etica del lavoro, il materialismo, il sessismo, il razzismo, l'età e l'impatto negativo della globalizzazione e delle recessioni in tutto il mondo hanno influenzato la nostra cultura occidentale più di quanto consapevolmente riconosciamo.

Con il crollo delle spirali verso il basso e l'ansia aumenta, il gioco non riesce a fornire l'equilibrio salutare che aiuterebbe i maniaci del lavoro a contrastare lo stress eccessivo generato dal ritmo delle loro vite programmate e gli ambiziosi obiettivi che si sono prefissati. In precedenza, queste persone competitive hanno lavorato al loro gioco, analizzato ogni colpo e confrontato diligentemente i loro progressi in base ai punteggi dei loro avversari. Se insoddisfatti, si eserciterebbero fino a che non fossero soddisfatti della loro prestazione. Se una partita andava male, potevano usare un linguaggio volgare, lanciare i loro pipistrelli o racchette con disgusto – una dimostrazione di temperamento vista troppo spesso negli sport professionistici.

Alcuni maniaci del lavoro non giocano più a golf, dicono, perché ci vuole troppo tempo. È più probabile che non giochino a meno che non eccellano, e ci vorrebbe troppa energia e tempo prezioso per migliorare le loro abilità. Ho sfidato un cliente che ha giocato ancora per cercare di non tenere il punteggio un po 'di tempo. Mi guardò incredulo ed esclamò: "Bene, quale sarebbe il punto!"

A causa della loro autoaffidabilità, del senso di urgenza e della conseguente eccessiva programmazione, i maniaci del lavoro spesso si precipitano in campo per "giocare" a squash, che ovviamente è un gioco più corto. Il piacere e la compagnia fine a se stessi diventano una priorità bassa poiché l'ansia crescente fa sì che i maniaci del lavoro superino anche i più piccoli dettagli. Per molti, il lavoro diventa oneroso, scoraggiante e persino privo di significato. Alcuni maniaci del lavoro hard-core con alti livelli di tratti narcisistici che distorcono la realtà persistono nel competere ancora e dover vincere.

Poiché il denaro rappresenta potere e controllo, la sicurezza finanziaria diventa tutto importante. Il modo in cui i soldi vengono spesi può diventare un argomento controverso per le coppie quando si tratta di pianificare le attività del fine settimana, prendere una vacanza e decidere esperienze piacevoli reciprocamente accettabili. Poiché la segretezza è un modo per mantenere il potere, molti maniaci del lavoro si rifiutano di discutere i problemi relativi al denaro con il proprio partner. Raramente il coniuge sa cosa fa il maniaco del lavoro, spende o risparmia, o anche dove sono conservati i titoli e le polizze di assicurazione sulla vita. Se c'è una malattia o una morte improvvisa, lo sfortunato coniuge rimane nell'oscurità.

L'amore come potere in se stesso, una aperta generosità, e celebrare la gioia giocosa della vita e le risate non servono più a rafforzare il legame tra la coppia. Invece, le tensioni create dalla personalità in gran parte inconscia e dai cambiamenti di carattere e l'incertezza paurosa che prevale durante la sindrome di rottura diventano insopportabili. Non sorprende quindi che i tassi di divorzio siano alti, e che i bambini di queste famiglie soffrano molto per la lealtà divisa, e le tristi conseguenze che il workaholism gioca nel causare tale tumulto.

Copyright 2013 – Dr. Barbara Killinger

Solutions Collecting From Web of "The Workaholic Breakdown – La perdita dell'umorismo e la capacità di giocare"