The Rise of Authoritarianism

La recente attività politica negli Stati Uniti e in altri paesi occidentali è stata contrassegnata da un tono di intolleranza aggressiva e retorica estremamente critica al vetriolo. L'estremismo riflette la tendenza molto più profonda dell'autoritarismo che sembra diffondersi tra una parte significativa di una popolazione spaventata e arrabbiata.

I sondaggi hanno indicato che i leader autoritari hanno sostenitori in un ampio spettro di istruzione, geografia, reddito, età, genere, ideologia e religiosità. Un fattore in comune tra questi sostenitori, secondo i sondaggi, è la paura, la paura del terrore e la paura di perdere ciò che è esistito in passato.

Questo fenomeno in crescita può essere collegato sia ai cambiamenti generazionali che ai valori. Secondo il World Values ​​Survey, le società occidentali sono diventate sempre più liberali e diverse sulle questioni sociali, come evidenziato da atteggiamenti più egualitari nei confronti dei generi, dalla tolleranza delle minoranze e dalle preferenze di stile di vita e dal desiderio di forme più dirette di partecipazione democratica. Questi cambiamenti generazionali e di valori hanno minacciato i valori di molti tradizionalisti. Le persone sempre più anziane, bianche e meno istruite (soprattutto maschi) stanno diventando emarginate, spaventate e arrabbiate.

Alcuni ricercatori hanno mostrato un chiaro legame tra "populismo arrabbiato" e autoritarismo, rilevando negli Stati Uniti ma anche nelle democrazie europee come Germania, Danimarca e Norvegia, esistono fenomeni simili. I politici conservatori e i loro sostenitori dimostrano in gran parte un chiaro anti-intellettualismo, spesso disprezzando la scienza, le prove, i fatti e la ragione, e sostituendolo con il linguaggio delle banalità e dell'assolutismo morale.

Molti critici liberali come Noam Chomsky, Chris Hedges, Robert Scheer, Angela Davis e David Theo Goldberg hanno sostenuto che gli Stati Uniti sono stati gradualmente trasformati da una democrazia debole a uno stato autoritario, caratterizzato da un'economia di guerra permanente, dall'erosione delle libertà civili, il controllo da potenti corporazioni, il controllo corporativo dei media e la militarizzazione della vita civile.

Henry Giroux, scrivendo sull'autoritarismo americano, descrive il dominio autoritario nazista e lo stato fascista di Mussolini con la loro "idealizzazione della guerra, nazionalismo," soldati caduti, "pulizia razziale e obbedienza dogmatica alla patria fusa con il linguaggio di Dio, famiglia e paese erano integrale per promuovere servilismo e conformità tra la popolazione ".

Giroux sostiene che vediamo la retorica di Donald Trump e di altri candidati politici conservatori come un "mix di valori bellici, espressioni di razzismo, odio per i diritti delle donne, sostegno spudorato per l'élite finanziaria, un fondamentalismo religioso e una celebrazione della guerra e una profonda ostilità per tutto ciò che è pubblico ".

Sheldon Wolin nel suo libro, Democracy Incorporated , sostiene che gli Stati Uniti hanno prodotto la propria forma unica di autoritarismo, che lui chiama "totalitarismo invertito", in cui il governo è ora governato da "mani anonime e in gran parte remote del potere corporativo", in cui tenere un ufficio politico dipende dai lobbisti che rappresentano i grandi affari.

Matthew MacWilliams ha studiato e ha scritto un dottorato di ricerca. tesi sull'autoritarismo in America. In questo studio, MacWilliams stabilisce un chiaro legame tra autoritarismo e sostegno a Donald Trump. "Se sei un non-autoritario, c'è una probabilità del 20% di supportare Trump", dice MacWilliams, che sta concentrando le sue ricerche presso l'Università del Massachusetts, Amherst, sull'impatto dell'autoritarismo e della minaccia nella politica statunitense. "E se scoraggi autoritario, nelle tue risposte alle domande di educazione dei figli, c'è una probabilità del 50% di supportare Trump. Statisticamente, questa differenza è enorme. "

L'autoritarismo non è semplicisticamente un disordine di personalità personificato in personalità estreme, ma riguarda anche il modo in cui le persone sono governate in una democrazia. Politici e leader autoritari non vivono più nell'ombra come una volta. Ora i leader autoritari sono abbracciati entusiasticamente da una parte significativa della popolazione. Non si limita agli estremisti del Partito Repubblicano. Ad esempio, l'ex generale degli Stati Uniti Wesley Clark ha chiesto la reintroduzione dei campi di internamento in stile della seconda guerra mondiale per quello che ha definito "sleali americani" in un programma della CNN.

Jonathon Weiler nel suo libro, Authoritarianism and Polarization in American Politics , sostiene che una parte sostanziale del pubblico americano votante è autoritaria: vogliono essere, e vogliono che gli altri siano controllati. La scrittrice Amanda Taub ha scritto un grande pezzo in Vox , citando i suoi sondaggi e dati di ricerca, concludendo che Donald Trump è semplicemente un sintomo dell'autoritarismo, non la causa di esso.

Le ricerche di Marc Hetherington hanno dimostrato che, in base a 14 anni di sondaggi, gli autoritari si sono spostati costantemente dal partito democratico al partito repubblicano.

La popolarità dei film di Hollywood come Top Gun, Zero Dark Thirty, Lone Survivor e Sniper trascura la vera storia, il rapporto di cooperazione tra Hollywood e il Pentagono. Un lontano grido dai tempi di Apocalypse Now. Sempre più spesso, l'intrattenimento è diventato parzialmente un veicolo ideologico per la propaganda a favore della guerra e pro-militarista, spesso esaltando le virtù dell'autoritarismo.

Molti critici liberali sostengono che l'autoritarismo è diventato un movimento nell'ideologia, nella governance e nella politica americane nel suo attacco al benessere dei poveri e degli svantaggiati, alle libertà civili, all'accettazione dell'uccisione di civili da parte di droni attraverso guerre non autorizzate, e alla legittimazione e persino promozione dell'uso della tortura e uso della violenza domestica contro le minoranze di colore, classe e religione.

Ciò che disturba è che i media mainstream trattano questi estremisti conservatori che promuovono una cultura di paura, razzismo e odio, come semplicemente eccentrici, strani, colorati, umoristici o semplicemente irritanti, rifiutandosi di riconoscere o addirittura di discutere il lato oscuro dell'autoritarismo.

Naomi Wolf, scrivendo in The Guardian, ha identificato 10 passi che riflettono un movimento verso uno stato autoritario. Chiediti: quanti di questi esistono realmente adesso?

  1. Invoca sia un nemico interno che esterno. Il nemico interno può essere un gruppo razziale o etnico. L'esterno può essere un paese ma anche più nebuloso – "terrorismo" o "droga", "Islam".
  2. Creare una prigione o un centro di detenzione al di fuori dello Stato di diritto (ad esempio: Guantanamo Bay).
  3. Sviluppa una "casta delinquente". Non hanno bisogno di essere in uniforme come le camicie marroni in Germania. Che ne dici dei miliziani armati che pattugliano il confine e le strade urbane, o terreni agricoli federali?
  4. Espandere un sistema di sorveglianza interna che spia i cittadini del paese.
  5. Molestare i cittadini o gruppi di cittadini dissenzienti.
  6. Impegnarsi in arresti arbitrari, detenzione e rilascio di sospetti ribelli (leggi "terroristi") inclusa la creazione di "liste di controllo".
  7. Target persone chiave che si oppongono alle politiche autoritarie con molestie e minacce.
  8. Controlla la stampa e i media attraverso politiche, minacce legali e fornendo informazioni false.
  9. Diffondere la convinzione che il dissenso equivale al tradimento.
  10. Sospendere lo stato di diritto attraverso il rafforzamento dei poteri esecutivi e giudiziari e della legislazione.

Troppi media e commentatori di notizie vedono i leader autoritari come un'anomalia, non rappresentativa del populista generale. Questa ingenuità nega che questi leader siano un prodotto dei tempi.

La cattiva notizia è che il sostegno a un approccio autoritario al governo potrebbe avere effetti disastrosi sul paese e sul mondo in generale. La buona notizia è che le tendenze compensative per sostenere una vera democrazia e essere più inclusivi e riflessivi di una popolazione diversificata hanno l'opportunità di fornire guarigione e unità. Quale strada sarà presa? La risposta a questa domanda potrebbe avere un impatto enorme sul mondo.

Solutions Collecting From Web of "The Rise of Authoritarianism"