The Lunch Box Note: Non dirlo a My Kid di mangiare

Smetti di forzare mio figlio a mangiare! The Clean Plate Club è un'arma di distruzione di massa corporea

Costringere i bambini a mangiare causa l'obesità

Quando la scuola finisce e ci prepariamo per i primi giorni dell'estate – e il campo estivo – mi viene in mente che è ora di scrivere The Lunch Box Note .

L'ho scritto all'inizio del campo estivo e dell'anno scolastico di mia figlia per sempre. Tra un paio di settimane lo scriverò di nuovo, lo metto dentro il suo lunchbox da usare nel caso in cui lei debba difendersi dalla tirannia del Clean Plate Club.

Continua a stupirmi che non importa quanti anni ha, non importa quante prove siano disponibili, c'è sempre qualcuno che la spinge a mangiare oltre quello che il suo corpo le sta dicendo che vuole.

Mia figlia è una mangiatrice incredibilmente sana, avventurosa e varia. Lei sa come mangiare sano; lei sa cosa mangiare e cosa non mangiare. Le piace mangiare cibi sani ed è assolutamente competente per prendere quelle decisioni da sola. Le pacco un pranzo sano e lei decide quanto di mangiare. Questo è il nostro accordo e ha funzionato bene.

Se solo tutti gli altri si preoccupassero della propria cera d'api.

Ma loro non lo fanno. Quindi devo scrivere The Lunch Box Note.

Ogni volta che inizia la scuola, il campo o qualsiasi altro posto dove i responsabili si sentono obbligati a costringerla a finire tutto il suo cibo, scrivo questa nota come un attacco preventivo contro coloro che cercano di costringerla a mangiare.

"Caro (insegnante, consigliere di campo diurno, qualcuno con una formazione sufficiente per conoscere meglio):

Grazie per esserti preso così tanta cura di mia figlia. Questo è il suo pranzo / spuntino. La regola nella nostra famiglia è che decide il cibo che vuole mangiare. Ha menzionato oggi che a pranzo / a merenda era necessario che lei "dovesse mangiare tutto" nel suo lunchbox / borsa.

Non è una regola con cui ci sentiamo a nostro agio. Nel seguire tutte le ricerche più attente e attuali sulle abitudini alimentari sane dei bambini, sul rapporto con il cibo e sulle cause dell'obesità, vogliamo essere sicuri che nostra figlia ascolti il ​​suo corpo per decidere quanto cibo mangia e quando è piena. Spingerla a mangiare oltre la sua naturale fame non va bene con noi. Se torna a casa con il cibo nel suo lunchbox / borsa, siamo d'accordo. Grazie mille per averci aiutato a tenerla sana e felice! "

Quindi includo questo articolo da ScienceDaily:

Il 'Clean Plate Club' può trasformare i bambini in overeaters

ScienceDaily – "Finisci i tuoi broccoli!" Anche se i genitori potrebbero avere buone intenzioni nel forzare i loro figli a mangiare verdure fredde e pastose, questo approccio potrebbe ritorcersi contro il giorno successivo, secondo una nuova ricerca della Cornell University.

"Abbiamo scoperto che più il controllo dei genitori stava dicendo al figlio di pulire il piatto, più è probabile che i bambini, specialmente i ragazzi, richiedessero porzioni più grandi di cereali zuccherati all'asilo nido", afferma l'autore principale Brian Wansink al discorso di apertura del Carolinas HealthCare System Obesity 2009 Conference a Charlotte, NC il Venerdì. "

E questo articolo: forzare i bambini a mangiare può provocare adulti grassi

Come aiutare i bambini a mangiare cibi sani ea fare scelte salutari

Mia figlia è una ragazzina forte, sana, attiva, atletica, vivace, incredibilmente alta e ben proporzionata. I suoi insegnanti e consulenti non la costringono a entrare nel "club dei piatti puliti" perché pensano che abbia bisogno della nutrizione. È una costellazione di credenze. La cosa strana è la vasta gamma di persone che cercano di farla mangiare. Sfida l'età, la classe, la razza, la cultura, la geografia. Ho dovuto dire alla gente di smettere di forzare mia figlia a finire il suo pasto o lo spuntino a Boston, Chicago, Portland, Oregon e Los Angeles; Ho avuto questa esatta conversazione con un insegnante di scuola materna di mezza età da Haiti a un consulente di campo adolescente.

Come mangiare sano: mangiare bene pensando giusto

Questo è quello che so: ho fatto la mia giusta parte di pessime decisioni genitoriali, senza dubbio. Ma una di quelle decisioni che ho preso all'inizio è una delle più grandi fonti di orgoglio per me – ei frutti di questa decisione continuano ad essere una grande fonte di salute e benessere per mia figlia:

Non mi capita tra mia figlia e il suo rapporto con il cibo. Sinceramente, ho ROCKED questo particolare campo da gioco genitoriale (così spesso Mothering). Non per dirla in modo esagerato, ma se ci fosse un grant di MacArthur Genius per stare fuori dalla portata di tua figlia in modo da poter avere una relazione sana e sintonizzata con il cibo e il suo corpo, beh, lo metterei giù a mani basse.

Prova?

Siamo in un ristorante con un'altra famiglia. I bambini sono irrequieti e si dileguano. I genitori dell'altro bambino minacciano mia figlia e il loro bambino: "Se non smetti di giocare e inizia a usare il comportamento del ristorante, non prenderai il dessert".

Stordito, mia figlia risponde:

"Nella nostra famiglia, il cibo non è una ricompensa o una punizione. È carburante per il tuo corpo. "

Altre prove?

Mangia fino a quando non è sazio, una sensazione che capisce e riconosce. Non brama dolci, domanda o feticizza cibi. Proverà tutto, e se non le piace, lei dice "No grazie, mamma, non è nel mio stile".

Qual è il segreto per i bambini e il cibo?

Pensa che "dieta" significa "ciò che mangi". Non associa gli alimenti a nessun giudizio morale o autostima o auto-disgusto o alla sua identità, alla sua autostima, alla sua autostima, al suo diritto di occupare spazio questo pianeta e quanto. Il cibo non è "buono" né "cattivo" ma "sano" o "non così sano". Di fame, di cibo restrittivo o di dieta, non significa essere "buono" per lei; mangiare malsano o mangiare troppo o mangiare affatto non significa "essere cattivo".

Nessun cibo è off limits, ma lei è un partecipante attivo nel fare buone scelte. Abbiamo una regola che mi preoccupa di creare: fast food una volta al mese. Lo ricorda negli aeroporti e lo incassa, ma spesso trascorre mesi dimenticandosi del tutto o semplicemente non essendo interessato.

L'ho sicuramente fatto saltare con la soda. Restrizione totale L'ha avuto nelle case degli amici, nelle feste di compleanno, ma raramente con me. Quindi so che sono affondato lì. Ma lei non lo associa al peso, solo che è pieno di "zucchero che fa marcire i miei denti e sostanze chimiche che marciscono il mio cervello".

All'asilo, quando ha dovuto scrivere una lista delle sue cose preferite, sulla linea per i cibi preferiti, ha detto alla sua insegnante di scrivere: "polipo, sardine, avocado, formaggio gouda affumicato". Non scherzo. Vivevamo accanto a Harvard a Cambridge, Massachusetts. Cosa ti aspetti?

Quando tornammo in Oregon, aggiustò la sua lista di cibi preferiti: "Salmone affumicato, mirtilli e more che ho scelto," formaggio cheddar fatto in Oregon, la pizza di Izzy All-U-Can-Eat. "

Cibo e fame

È stato anche all'asilo che ha avuto due insegnanti meravigliosi, entrambi di Haiti, che hanno chiesto di mangiare tutto nel suo cestino. Non volevo dare i suoi avidi pranzi, ma non volevo neanche nutrirla forzatamente. Quando ho parlato con l'insegnante, è stato chiaro. È cresciuta vedendo la gente morire di fame, e nessuno avrebbe sprecato cibo in sua presenza. È stato uno splendido momento interculturale di conversazione. L'insegnante e io abbiamo avuto un ottimo rapporto e abbiamo riso, pianto, parlato e parlato nel conflitto e nella risoluzione.

Ho condiviso la mia esperienza di avere il cibo come arma e una forza per il controllo e la negatività. Ho spiegato come volevo davvero che mia figlia fosse in grado di leggere i segnali del suo corpo e smettere di mangiare quando è piena. Ne abbiamo parlato con mia figlia e preso alcune buone decisioni che includevano più consapevolezza dei rifiuti.

A casa di un amico, i genitori erano platani puliti e fanatici. Mia figlia mi ha detto che quando ha cenato lì ha dovuto mangiare finché non si è sentita male. Quando mia figlia mi ha detto questo, le ho suggerito di prendere solo un po 'di cibo all'inizio e poi andare per secondi se non fosse abbastanza. I genitori mettono il cibo nel piatto, si lamenta. Abbiamo strategizzato circa – e anche interpretato il ruolo – la conversazione che potrebbe avere con i genitori, dicendo che voleva solo un po 'di cibo in un primo momento per essere sicuro che avrebbe potuto finire.

Ho chiesto se voleva che parlassi con i genitori.

Era enfatica che non mi lasciassi coinvolgere. "È una mia decisione. È il mio corpo ", ha detto.

Certamente è.

Solutions Collecting From Web of "The Lunch Box Note: Non dirlo a My Kid di mangiare"