The Longest Ride Home

Hai aspettato per mesi il trasloco del college per mesi, e ora è ufficialmente qui. Sei pieno di orgoglio e di eccitazione per il tuo bambino e speranzoso per tutte le opportunità e i successi che potrebbero venire a modo tuo ma sei sopraffatto da ansia, paura, preoccupazione e tristezza lo stesso.

Anonymous/Pixabay
Fonte: Anonimo / Pixabay

Hai passato l'anno scorso a braccare tuo figlio per finire le domande del college, hai preso il tempo per fare le visite universitarie, hai esultato mentre il tuo bambino ha raccolto lettere di accettazione e lo ha consolato quando ha ricevuto alcuni rifiuti e liste di attesa temute. Hai celebrato la decisione finale quando ha scelto il college che sembra essere la soluzione perfetta. Hai ospitato una festa di laurea. E hai passato l'ultimo mese a collezionare freneticamente ogni ultimo oggetto immaginabile per moveapalooza. Hai persino impilato al soffitto nel mudroom tutte le scatole, i contenitori, le casse e le borse della spesa. L'essenza della loro nuova casa immersa nella tua casa.

È tutto pronto per essere confezionato meticolosamente in macchina. E ora la tua preoccupazione si è trasformata dopo il rilascio. Come sarà quella lunga corsa verso casa?

Tuo figlio è nato e ha iniziato a impilare blocchi di costruzione, a creare disegni intricati e ipnotizzato dai grattacieli, e hai notato come il suo sogno di essere un architetto si affermasse gradualmente.

È nata tua figlia e sei tornato a casa dall'ospedale a una velocità vertiginosa – 10 miglia all'ora – così attento con il tuo nuovo fascio di gioia, e ora le dici di rallentare quando guida troppo velocemente. E vai avanti veloce pensando al giorno in cui probabilmente andrà in un ospedale perché il suo sogno è diventare un'ostetrica.

Ti ricordi di aver portato tuo figlio in spiaggia la prima volta quando aveva cinque anni e il fascino di conchiglie, sabbia e granchi blu. Ha senso per te ora perché è diretto a studiare biologia marina.

Ti ricordi tutte le recite scolastiche e gli spettacoli di talento a cui hai partecipato, quanto favolosamente tua figlia ha cintato i testi di "Tomorrow" nella produzione della sua scuola di Annie e speri che otterrà le parti che desidera negli spettacoli del suo college.

Ti ricordi le feste di compleanno di tutta la scuola elementare, i cupcake che hai fatto con le bandierine con i nomi di tutti i compagni di classe di tuo figlio, le feste a casa nel cortile e le uscite all'acquario, allo zoo e al golf in miniatura. Ti rendi conto che quest'anno cercherai di trovare il miglior panificio nella città universitaria di tuo figlio, per ordinare una torta che sarà condivisa con i coinquilini e le persone in fondo al corridoio.

Ti ricordi di portare tuo figlio all'ora della storia in biblioteca e di leggere a tuo figlio tutte le sere prima di andare a letto. E poi ti ricordi la tua gioia, sorpresa e stupore nel momento in cui hai sentito tuo figlio leggere a voce alta nella sua stanza per la prima volta. Com'è possibile che quella stessa bambina, a sette stati di distanza, studi in biblioteca fino a mezzanotte e torni sola nella sua stanza?

Hai raggiunto praticamente ogni singolo evento sportivo in cui tuo figlio abbia mai giocato. Ti sentivi male quando hai perso un torneo a causa di un importante viaggio di lavoro. E ora non riesci a capire di non essere affatto nei giochi, di tifare da bordo campo e di prendere in mano pizza e gelato.

Stai pensando a tutto il primo giorno di foto scolastiche. Il fresco torna a vestiti scolastici. I segni che hanno tenuto. I nuovi zaini si riempirono di provviste. Tutti i segnali di prontezza.

Readiness.

Come puoi attingere a quella prontezza ora? Sia per il tuo bambino che per te?

Qui ci sono alcune cose da fare e da non fare mentre ti imbarchi in quella macchina temuta per tornare a casa:

1) Fai un percorso panoramico e osserva la bellezza naturale. Anche se non pensi di avere un sacco di tempo in più, puoi risparmiare un quarto d'ora in più per vedere qualcosa, qualcosa di attraente e divertente.

2) Fai esplodere la musica che ami-sai, la musica che non ti è stato permesso di suonare in macchina con i tuoi bambini perché hanno sempre alzato gli occhi al cielo. È permesso cantare fuori chiave!

3) Fermati e goditi un pasto in un ristorante preferito. Goditi il ​​fatto che questa volta devi scegliere.

4) Resisti all'impulso di chiamare o mandare messaggi al tuo bambino per vedere come stanno andando le cose. E, nemmeno strisciante sui social media.

5) Chiama un caro, vecchio amico, forse qualcuno che ha appena passato tutto questo anno scorso, chi potrebbe darti una spinta. È probabile che lei o lui ti rassicurino che, dato tutto ciò che hai fatto fino ad oggi, in effetti, i bambini stanno bene.

6) Chiama e pianifica un massaggio. Te lo meriti dopo trascinarti dietro tutta quella roba.

7) Fai una lista-niente, niente per o su tuo figlio-questo è il tutto sulla tua lista. Quello con cinque speranze e sogni per quello che vuoi fare, creare e assaporare nel prossimo anno. Quali condizioni puoi creare per renderlo possibile? Ora, la lista delle passioni non è molto migliore della lista di acquisto e restituzione di Bed, Bath & Beyond?

8) Stabilisci una data. Con il tuo coniuge. Con qualcuno che stai frequentando. Con un amico. O, soprattutto, con te stesso. Pianifica un giorno intero o una sera quando puoi semplicemente assaporare in tempo per essere, per fermare tutto il correre per tutti gli altri e goderti la vita come è adesso.

9) Resisti all'impulso di ricordare. Non scorrere le foto dei bambini e le immagini dell'infanzia. Non tirare fuori album fotografici e vecchi progetti artistici. Forse, puoi avere una giornata con il tuo bambino durante la pausa invernale per avere nostalgia di quella roba. Ricorda l'ora. Sia per il tuo bambino che per te e il tuo coniuge se ne hai uno.

10) Non ossessionare il primo pacchetto di assistenza che dovresti inviare a tuo figlio. Invece, considera questo: crea un pacchetto di assistenza e invialo a te stesso. Se sei socio, fallo l'uno per l'altro.

11) Fai il punto su tutto ciò che tu e il tuo bambino siete riusciti a raggiungere fino a questo punto.

12) E, quando rientri nella tua casa, non entrare nella stanza del tuo bambino subito o soffermarti sulla soglia fissando lo spazio, rivedendo i ricordi di Barney e Thomas The Tank Engine. Prendi lezioni da Curious George e Dora the Explorer e pensa alle avventure e alle esplorazioni curiose che attendono i tuoi bambini e te, se li lasci fare.

Solutions Collecting From Web of "The Longest Ride Home"