The Culture Wars e Guilt Parentale

Donated to the Library of Congress. Per the deed of gift, there are no known restrictions on the usage of this photograph. Via Wikimedia Commons
Fonte: donato alla Library of Congress. Per l'atto di donazione, non ci sono restrizioni note sull'uso di questa fotografia. Via Wikimedia Commons

Nel mio ultimo post, ho affrontato un problema genitoriale che si è recentemente diffuso: i genitori che cercano di proteggere i propri figli da ogni possibile rischio e fallimento, e in tal modo compromettono la capacità dei loro figli di imparare a difendersi da soli.

L'editorialista di consulenza genitoriale popolare John Rosemond scrive di un problema apparentemente opposto: i genitori che sembrano lasciare che i loro figli facciano qualsiasi cosa dannatamente bene, per favore. Questo problema ha portato a un'epidemia di bambini fuori controllo. Ad esempio, osserva che comportamenti come i bambini che mordono i loro genitori sono diventati sempre più comuni.

Prossimamente discuterò di come questi due modelli siano collegati e legati tra loro dal fenomeno della diffusa colpevolezza dei genitori causata da alcuni massicci cambiamenti culturali in un periodo relativamente breve di recente. Ma prima, torniamo ai bambini fuori controllo.

In una rubrica del giornale di Memphis (31/08/14), Rosemond ha osservato che nei casi di genitori i cui figli sono irrispettosi e si rifiutano di fare ciò che gli viene detto, i genitori spesso non stanno dicendo al loro bambino cosa fare. Invece, stanno "… implorando e corrompendo e contrattando e persuadendo e incoraggiando e poi, quando tutto ciò fallisce, esigendo e minacciando e urlando".

Sottolinea che c'è un'enorme differenza tra dire "Potresti davvero aiutare la mamma a raccogliere questi giocattoli" contro "Voglio che prendi questi giocattoli in questo momento." Se il bambino chiede "Perché?", Raccomanda il vecchio in standby, "Perché l'ho detto!". Giustamente sottolinea che i bambini di solito, anche se ovviamente non sempre, fanno ciò che sono fermamente e senza ambiguità gli dicono di fare.

Sembra che ogni volta che qualcuno osa sottolineare che questo forse il problema nei casi di fuori controllo, i bambini che lanciano il malumore non è il bambino, ma i genitori, sono spesso accolti con rabbia e accuse di "violenza da parte dei genitori". Questo è accompagnato dalle proteste che il loro bambino è in qualche modo un bambino problematico che era, immagino, appena nato in quel modo.

Questi genitori reagiranno in questo modo anche quando i loro figli si scatenano in un ristorante o in un negozio o addirittura in chiesa, ed è palesemente ovvio per chiunque abbia gli occhi e in realtà sembra che non stiano facendo assolutamente nulla per controllare il comportamento dei bambini .

Un buon esempio di una risposta così arrabbiata è stato visto in una recente rubrica dal columnist di consulenza Amy Dickinson. In una precedente rubrica (30/06/14), la signora Dickinson aveva risposto a qualcuno che chiedeva il modo migliore per consigliare a un genitore un bambino fuori controllo con quanto segue:

" Parlane con loro ed essere solidale e non critico. Questo non è un concetto mutuamente esclusivo. Di 'loro: "Puoi cambiarlo. Vuoi sentire alcune delle cose che hanno funzionato per noi? "A rischio di fornire un'altra risorsa che tua cognata ignorerà, consiglio vivamente il lavoro di Jo Frost, il" Supernanny ". Entra in casa come tua cognata, diagnostica la dinamica della famiglia e offre soluzioni valide e pratiche. "

Dopo aver pubblicato quella lettera, un altro scrittore di lettere ha risposto (7/15/14):

Cara Amy: "Perplessa" sembrava un genitore ipocrita con due bambini "perfetti", lamentandosi di un membro della famiglia con un tipico bambino di 3 anni. Non posso credere che tu non l'abbia chiamato per questo. – Genitore non perplesso

Anche se tutti i bambini piccoli a volte fanno i capricci, i genitori di solito li lasciano liberi e non fanno assolutamente niente riguardo a questo, è qualcosa di completamente diverso. La signora Dickinson ha risposto saggiamente che "… si è dispiaciuta per il ragazzino che fa scattare i capricci i cui genitori gli hanno permesso di governare la famiglia e quindi di preoccuparsi del suo comportamento. Una genitorialità serena e fiduciosa gioverebbe a questo bambino, e spero che i genitori capiscano qualcosa. "

Quando i bambini fuori controllo aumentano il loro comportamento, in alcuni casi le cose possono diventare davvero fuori controllo a causa di una varietà di fattori che differiscono in qualche modo con ciascuna particolare famiglia. I genitori possono iniziare a diventare frustrati verbalmente e / o fisicamente, oppure possono semplicemente abdicare il loro ruolo di genitori completamente – qualcosa di noto in letteratura come fallimento biparentale . Oppure fai tutto quanto sopra in tempi diversi. Questo modello può essere l'inizio di un processo attraverso il quale un bambino inizia a sviluppare un disturbo borderline di personalità.

Mentre apparentemente è il contrario, sia l'iperprotezione che la mancanza di disciplina genitoriale sono in realtà due facce della stessa medaglia. In effetti, alcuni genitori vanno avanti e indietro in modo imprevedibile tra il limitare severamente le attività dei loro figli, e poi lasciare che facciano qualsiasi cosa per loro. Queste due pratiche rappresentano due estremi dello stesso continuum. Ironia della sorte, entrambi hanno spesso lo stesso risultato problematico: i bambini che crescono non sanno come essere adulti responsabili.

Questo fenomeno è qualcosa a cui mi riferisco come il principio dei comportamenti opposti nei problemi della personalità e della famiglia. In questo caso, gli stili genitoriali apparentemente opposti producono quasi gli stessi risultati in termini di bambini che sviluppano importanti problemi di personalità, problemi di autostima e comportamenti autodistruttivi o autolesionisti da adulti.

Quindi perché questi due stili genitoriali problematici diventano sempre più comuni? Cosa c'è dietro questo? La spiegazione per entrambi gli estremi che propongo è che ci sia stata una svolta relativamente improvvisa – sull'adattamento ai cambiamenti culturali – e un cambiamento culturale onnicomprensivo che ha portato ad un drammatico aumento del livello di colpa tra i genitori. La colpa ha a sua volta portato un numero crescente di genitori che diventano eccessivamente solleciti e hanno paura di disciplinare i loro figli, e / o che adottano stili di genitorialità in elicottero. I bambini recitano in risposta, il che fa sì che i genitori si arrabbino con loro.

Cos'è questo cambiamento culturale? Bene, sono tutti gli elementi degli sconvolgimenti culturali accaduti durante i famigerati anni '60. In particolare, è stata l'emancipazione delle donne unita ai cambiamenti economici che hanno reso la sopravvivenza di un solo reddito sempre più difficile per le famiglie.

Ora per favore non fraintendermi. L'emancipazione delle donne è ovviamente una delle più grandi cose che siano mai accadute, così come lo sono la maggior parte degli altri cambiamenti avvenuti negli anni sessanta: i diritti civili per le minoranze, la rivolta contro la conformità senza senso e la rivoluzione sessuale.

Quindi non sono le nuove libertà stesse a essere il problema, ma le reazioni delle persone ai cambiamenti e le difficoltà che alcune famiglie hanno nell'adattarsi alle nuove contingenze culturali. Come molti esperti hanno sottolineato, stiamo ancora combattendo ancora negli anni Sessanta. Quasi costantemente. Si chiama "Culture Wars". Fa parte del motivo per cui abbiamo stati "rossi" e stati "blu" sulle mappe elettorali degli Stati Uniti.

Come buon esempio, considera il fatto che molte persone non hanno ancora ricevuto il messaggio che la rivoluzione sessuale è stata vinta dai rivoluzionari. I sondaggi mostrano che circa il 90% degli uomini e delle donne di oggi non sono vergini quando si sposano. E questa è solo la gente che lo ammetterà. Tuttavia, non lo sapresti mai ascoltando i predicatori dell'astinenza che sono ancora onnipresenti in mezzo a noi.

E naturalmente abbiamo anche quelle persone che danno il labbro per incoraggiare l'astinenza mentre in qualche modo raccomandano ancora che dovremmo essere più "realistici" riguardo al fatto che gli adolescenti faranno sesso. Semplicemente non riescono a dire che fare sesso in modo responsabile è davvero una cosa OK da fare.

Molte persone continuano a sentire il bisogno di mentire sul sesso. Qualcuno pensa davvero che il gruppo pop dei Jonas Brothers mantenga quelle promesse con gli "anelli di promessa" che indossavano, quando erano costantemente assediati da legioni di groupie? E alcuni promettenti portatori di anello ammettono che non considerano il sesso orale come un "sesso". Quanto è bizzarro?

In realtà, ci sono ancora molte vittime generate dalla rivoluzione sessuale degli anni sessanta, anche se sono passati più di cinquant'anni. Ci si chiede se tutte le persone che hanno rapporti sessuali non protetti lo facciano per punirsi per aver fatto sesso perché si sentono in colpa per questo.

A loro piace scusarsi per essere negligenti, come dire che i preservativi interferiscono con la loro "spontaneità". Beh, forse, ma anche una gravidanza non pianificata o una MST. Il vero problema è che queste persone non riescono ancora a dire a se stesse e agli altri che credono nel profondo che non stanno facendo nulla di male.

Ricordo un divorziato di mezza età che vidi per terapia, figlio di un ministro di una chiesa molto conservatrice, che si ripeteva nel tentativo di giustificare il fatto che stava avendo rapporti sessuali con una donna con cui usciva. Gli ho chiesto: "Quindi stai dicendo che in realtà non sei d'accordo con gli insegnamenti della tua chiesa su questo tema?" Rispose che gli insegnamenti erano assolutamente corretti, ma poi aggiunse: "È solo che ho questi bisogni …" ( I terapeuti non dovrebbero assolutamente affrontare il palmo durante le sedute, ma non l'ho fatto, ma sicuramente mi sono sentito così bene.

Ho menzionato la scala temporale in base alla quale individui e famiglie si adattano ai cambiamenti culturali. Il processo si muove molto più lentamente di quanto la maggior parte delle persone capisca ( ritardo culturale ). Dopo tutto, le persone sono cresciute da genitori cresciuti in un momento leggermente diverso. I genitori, a loro volta, sono stati cresciuti dai nonni che sono cresciuti in un altro tempo diverso. E così via e così via. Le vecchie regole vengono tramandate da una generazione all'altra, anche quando sono diventate obsolete e controproducenti a causa di cambiamenti culturali.

I rapidi cambiamenti culturali nei ruoli di genere negli ultimi decenni sono ciò che ritengo essere alla base di tutta la colpa dei genitori che stiamo vedendo oggi, e che hanno portato a modelli di parenting problematici che sembrano aumentare in prevalenza.

È difficile credere che solo quattro o cinque generazioni fa, anche in paesi industriali avanzati come gli Stati Uniti e l'Inghilterra, le donne siano state trattate in modi che non sono poi tanto diversi da come sono trattati oggi nelle tradizionali società musulmane. Recentemente sul programma televisivo plug -est di Ancestry.com, Who Do You Think You Are (su TLC, precedentemente su NBC), l'attrice Cynthia Nixon ha scoperto che la sua nonna 3X, Martha Curnutt, ha ucciso il suo marito violento, Noah Casto, con un'ascia in 1840 del Missouri.

Il narratore dello show ha spiegato che non aveva davvero molta scelta. A quanto pare il marito le ha detto senza mezzi termini che avrebbe intenzione di ucciderla, e la legge non l'avrebbe protetta. Non era solo che le donne non ottenevano il diritto di voto per altri 80 anni (nel 1920 negli Stati Uniti – meno di tre generazioni fa). Erano completamente alla mercé dei loro mariti. Il narratore spiegò che negli Stati Uniti fino alla fine del 1800 le mogli erano governate da una dottrina legale chiamata coverture .

La coverture ha spogliato le donne di quasi tutti i diritti civili dopo il matrimonio, ed erano considerate legalmente indistinte dai loro mariti. Le donne non potevano conservare i soldi che guadagnavano, possedere proprietà, firmare documenti legali, prestare servizio in giurie, ottenere un'istruzione senza il consenso del marito o mantenere l'affidamento dei figli in caso di divorzio. Agli uomini era legalmente permesso di punire fisicamente (anche se non uccidere) le loro mogli, e le mogli non avevano alcun diritto legale di rifiutare le relazioni sessuali.

Alcuni aspetti della coverture sono durati fino agli anni '60 in alcuni stati. In effetti, non è stato fino al 1973 che le donne potevano servire in giurie in tutti i 50 Stati.

Flash in avanti verso gli anni '50 – nel corso della mia vita. Quando ero un bambino pochissime donne della classe media sposate avevano una carriera. I bambini giocavano all'aperto liberamente mentre le loro madri erano quasi tutte a casa, e tutti guardavano tutti i ragazzi dietro le quinte. Queste madri erano le nipotine delle donne che erano governate da coverture!

Nonostante le madri fossero quasi tutte a casa, raramente i bambini passavano davvero molto tempo con i loro genitori. Continuarono a giocare tra loro. Da quando sono cresciuto nella soleggiata California del Sud, è stato quasi sempre abbastanza bello giocare fuori, ed è qui che siamo stati tutti inviati. "E 'una bella giornata, esci e gioca!" Era un ritornello materno di frequente ascolto. E in gran parte era il gioco libero, non le attività organizzate, anche se c'era Little League se ti piaceva quel genere di cose.

Queste madri, che raggiunsero la maggiore età tra gli anni Trenta e Quaranta, non avevano idea di cosa stesse per colpirle quando le loro figlie diventarono universitarie e si unirono in massa al movimento della "liberazione delle donne".

Nel mio post sui genitori del disturbo borderline della personalità dal 28/05/12, ho discusso la situazione peculiare di queste donne, che come Rosie i tipi Riveter hanno avuto un assaggio di come sarebbe stata la carriera, ma solo di essere rispedito al cucina con il consiglio del governo di tornare a piedi nudi e rimanere incinta alla fine della seconda guerra mondiale.

Come accennato, le loro figlie raggiunsero la maggiore età durante il movimento delle donne libere, che istituì un vero "gap generazionale". Discussi di come quegli sviluppi portarono a tensioni che si riversarono nelle future pratiche genitoriali dei più giovani delle due generazioni. Vorrei riferire il lettore a quel post, come preludio alla parte 2 di questo, che discuterà i dettagli delle dinamiche individuali e familiari che hanno creato i genitori colpevoli di oggi e gli stili di parenting disfunzionali.

Solutions Collecting From Web of "The Culture Wars e Guilt Parentale"