The Chicago Cubs and the Curse of a Stereotype (Parte 1)

Ancora una volta, i Chicago Cubs non fanno parte delle World Series. L'anno scorso, tuttavia, sembravano destinati a vincere. Hanno vinto 97 partite, il massimo per ogni squadra di Cubs dal 1945 e il più nella National League. La loro squadra comprendeva sette all-stars, oltre al Manager of the Year e al Rookie of the Year. Poi, durante la National League Division Series (NLDS) del 2008, i Chicago Cubs hanno perso in modo drammatico i Dodgers di Los Angeles. Sono stati spazzati in tre partite, giocate l'1, 2 e 4 ottobre. Hanno perso le partite 1 e 3, giocando male. In quei giochi, hanno lasciato un totale di 8 corridori in posizione di punteggio. Durante la partita 2, tuttavia, tutti i loro controllori commettevano errori (ad esempio, quattro errori, durante il secondo, il quarto e il nono inning). La palla rimbalzò sulle loro braccia, dalle loro spalle, e li lasciò guardarsi attorno, confusi. I fan dei Cubs, alla ricerca di una spiegazione così drammatica come il fallimento dei Cubs, si sono basati su un preferito da lungo tempo, la "maledizione del caprone". Data la storia dei Cuccioli e l'amore delle persone per le spiegazioni soprannaturali, non è sorprendente. È molto probabile che le persone credano nelle superstizioni quando sentono di non avere il controllo su un evento. Le persone si aspettano anche che la causa di un evento drammatico sia altrettanto drammatica. Spesso, tuttavia, la causa non è drammatica, ma piuttosto un fattore situazionale sottile e apparentemente insignificante. Nel caso dei Cubs, questo fattore potrebbe essere stato lo stereotipo di essere "adorabili perdenti".

Nessuna spiegazione per la storia di fallimento dei Cubs è stata più allettante della maledizione. I fan hanno accusato le scarse prestazioni della squadra sul famigerato caprone dal 1945. In quell'anno, Billy Sianis apparentemente maledisse i Cuccioli perché gli fu chiesto di lasciare Wrigley Field con la sua capra, durante la partita 4 delle World Series. Da allora, i Cuccioli si sono guadagnati la reputazione di "amabili perdenti". L'ultima volta che hanno vinto le World Series è stato nel 1908, e per molti anni sono stati la peggior squadra della National League. È stato persino suggerito che i giocatori di Cubs prendano la maledizione con loro quando continuano a giocare per altre squadre (ad esempio, "il fattore ex-Cuccioli"). Secondo Ron Berler, qualsiasi squadra che ha tre o più ex Cub nel suo roster è destinata a perdere le World Series. Questo è vero in tutte le tre World Series dal 1946 (le eccezioni erano il 1960, il 2001 e il 2008). Nel tentativo di rimuovere la maledizione, le capre sono state autorizzate a Wrigley Field, sono state massacrate e appese sulla statua di Harry Carray davanti, la palla di Bartman è stata fatta esplodere (e i resti sono stati trasformati in salsa di spaghetti e mangiati), e la panchina è stata esorcizzata da un prete. Naturalmente, nessuna di queste cure soprannaturali li ha aiutati a vincere una World Series.

Giocatori di baseball e atleti in altri sport sono stati conosciuti per soffocare sotto pressione. Gli "yips" descrivono un'improvvisa incapacità di fare spettacoli di routine. Alcuni esempi degni di nota includono il secondo baseman degli Yankees Chuck Knoblauch (un ex vincitore del Gold Glove), il secondo baseman dei Dodgers Steve Sax, il lanciatore dei pirati Steve Blass e il lanciatore dei cardinali Rick Ankiel. Gli yips, tuttavia, influenzano le prestazioni di un individuo, non di un intero infield. Quello che è successo ai Cubs nel gioco 2 è stato più simile a un yip collettivo, causato dalla pressione di una situazione di "fare o morire". Infatti, quello che è successo durante la seconda partita è stato preceduto da qualcosa che Mark DeRosa, il secondo giocatore dei Cubs, ha detto in un'intervista dopo aver perso la partita 1, "Penso che sia carino o morire." E, anche se ha anche detto, " Non puoi uscire e fare pressioni indebite su di te ", è apparentemente più facile a dirsi che a farsi. Il primo errore nel gioco 2 è stato commesso da DeRosa (anche se, Ryan Theriot, l'interbase dei Cubs, ha mancato una presa in una mano in precedenza in cui Rick Telander ha definito un "mezzo errore"). Sebbene molti concetti psicologici aiutino a spiegare cosa è successo ai Cub, uno particolarmente importante è la "minaccia stereotipata".

Parte 2

Solutions Collecting From Web of "The Chicago Cubs and the Curse of a Stereotype (Parte 1)"