The Anatomy of a Game Changer

Laura Weis, used with permission
Fonte: Laura Weis, usata con il permesso

La ricerca è attiva: per una crescita e un successo sostenibili reali abbiamo bisogno di persone le cui intuizioni, visioni e azioni cambino davvero le cose. Sono più che semplici volantini dal gruppo di talenti. Non sono solo distruttivi. Sembrano essere diversi. Si chiamano Game Changer.

Tutte le organizzazioni cercano persone di grande talento che garantiscano il successo (a lungo termine) dell'azienda. La domanda è come definire quel gruppo relativamente piccolo di persone identificabili la cui motivazione e talento le porta a diventare e rimanere "cambiavalute".

I Game Changer tendono ad essere sia imprenditori che intrapreneurs. Tuttavia, hanno spesso una reputazione per essere difficili mentre continuano a sfidare come le cose sono fatte. Alcuni lasciano le organizzazioni per pura frustrazione alla resistenza alle loro idee.

La loro biografia offre spesso alcuni indizi su cosa li guida. Quello che succede spesso è la loro storia di "diversità" o "discontinuità". Spesso non si adattano molto bene, ma quando la cultura aziendale è giusta prosperano: e fanno la compagnia.

Quindi, come individuare un Game Changer? Sembrano avere molte caratteristiche: creative e stravaganti; ambizioso e un go-getter; focalizzato e anche resiliente; luminoso e ha una visione.

Un gruppo con base a Londra guidato dal Dr. John Mervyn-Smith, un vecchio amico e consulente di tutto rispetto, ha condotto questa ricerca. Hanno trovato due fattori o dimensioni che hanno caratterizzato queste persone. Ciò che è interessante dal punto di vista psicologico è che spesso non sembrano "andare insieme".

Le dimensioni sono:

Immaginazione : questo è associato al pensiero creativo ma in contesti molto applicati. È associato al desiderio di "fare le cose in modo diverso", inventare prodotti e sistemi che sono più efficienti; e un interesse su come la tecnologia può essere utilizzata per risolvere i problemi attuali. È al centro dell'innovazione e del pensiero divergente. Ma questa è creatività "scientifica", non "artistica", che è spesso orientata ai problemi.

Obesità produttiva : a questa è associata una capacità di diventare altamente focalizzata su questioni legate al lavoro. Non è associato alla compulsività e ai disturbi correlati (OCD) ma è molto chiaro e dedicato alla risoluzione dei problemi, una caratteristica spesso osservata negli inventori. Si tratta di ottenere "nel flusso" e di avere una passione sana e coinvolgente. Ma si tratta di "farlo bene", rendendolo più efficiente, più economico e facile da usare.

L'immaginazione e la creatività sono spesso associate all'essere difficili e inaffidabili. Allo stesso modo, l'obesità è spesso associata a comportamenti compulsivi autodistruttivi. Essere sia originale che dedicato a un risultato pratico negli affari è davvero raro.

Il team ha elaborato un test insolito e unico che identifica le preferenze su queste dimensioni. Le persone che l'hanno fatto sono seriamente impressionate. È per molti un'esperienza "aha" che li aiuta a capire se stessi e gli altri. Descrive e spiega il comportamento degli altri al lavoro

A prima vista i comportamenti chiave di un Game Changer possono sembrare abbastanza comuni, ma è la combinazione di queste caratteristiche e della loro "Immaginazione ossessiva" che li rende così difficili da individuare e liberare all'interno del mondo aziendale.

Solutions Collecting From Web of "The Anatomy of a Game Changer"