Terapia artistica espressiva e autoregolamentazione

©2015 Daily Drawing by C. Malchiodi, PhD
Fonte: © 2015 Daily Drawing di C. Malchiodi, PhD

Le terapie di arti espressive (arte, musica, danza / movimento, dramma e scrittura creativa) possono migliorare l'autoregolazione in individui di tutte le età che stanno vivendo angoscia o reazioni da traumi psicologici. In particolare, le qualità cinestetico-sensoriali dell'arte, della musica e del movimento che includono ritmo, movimento, tatto e suono potenzialmente mediano funzioni cerebrali inferiori come la frequenza cardiaca e la respirazione attraverso approcci specifici. Qui ci sono solo alcuni modi in cui gli approcci artistici espressivi supportano l'autoregolamentazione:

Non solo sintonizzazione; È "Sintonizzazione basata sulla Sensory". In ogni relazione terapeutica, i professionisti incontrano le persone nella loro riparazione e guarigione, rispondendo sia con l'intuizione (sapendo che cosa si prova) sia con l'empatia (sapendo cosa provano gli altri). Daniel Siegel si riferisce a questo come "mindsight" mentre altri si riferiscono ad esso come sintonizzazione, la capacità di riconoscere comunicazioni non verbali, ritmi e risposte degli altri. Allo stesso modo, Bruce Perry nota che l'armonizzazione è la capacità di essere in grado di leggere la comunicazione e i ritmi non verbali degli altri.

L'unica natura sensoriale della "relazione terapeutica delle arti espressive", in primo luogo, è ciò che la differenzia dalle terapie verbali nel suo impatto e ruolo nell'intervento e nella guarigione. La sintonizzazione funziona dal basso verso l'alto, perché il modo in cui percepiamo i sentimenti negli altri sono parte delle parti più antiche del cervello: l'amigdala, l'ipocampo e le strutture sottostanti la corteccia. Le terapie artistiche espressive enfatizzano i sensi, i sentimenti e la comunicazione non verbale, stabilendo un diverso tipo di sintonizzazione tra il professionista e l'individuo o il gruppo meno dipendente dalle parole. Inoltre, specifiche dinamiche relazionali sono presenti in ogni forma d'arte espressiva e ciascuna è tipicamente un po 'diversa dalle altre rispetto alla sintonizzazione sensoriale. Nell'arte terapia, ad esempio, un terapeuta è un fornitore di materiali (nutrizionista), un assistente nel processo creativo e un partecipante attivo nel facilitare l'autoespressione visiva. Queste sono esperienze che enfatizzano l'interazione attraverso scambi esperienziali, tattili e visivi, non solo comunicazione verbale, tra cliente e terapeuta.

Messa a terra . La messa a terra è una strategia che viene spesso introdotta in anticipo per aiutare le persone a interrompere o almeno a rallentare le risposte allo stress e la disregolazione emotiva o fisiologica. Le tecniche di messa a terra si riferiscono generalmente a come le persone possono concentrarsi su alcuni aspetti della realtà esterna e spesso implicano l'uso dei sensi per rafforzare l'essere nel qui-e-ora. Il libro da colorare adulto onnipresente parla di ciò che molti individui sembrano raggiungere come un modo per rallentare e restringere l'attenzione. Tuttavia, il vantaggio di utilizzare le arti espressive come mezzo di messa a terra è che sono anche quelle creative adattate alle preferenze e alla rilevanza dello sviluppo, della cultura e personali. Una semplice tecnica di messa a terra basata sull'arte include ciò che viene comunemente chiamato disegno bilaterale (vedere il post precedente per una spiegazione più dettagliata di questo processo) e può fornire un focus; allo stesso modo, un ritmo specifico trovato in musica o movimento può supportare esperienze di messa a terra.

Ancoraggio L'ancoraggio è un altro termine che viene talvolta usato per descrivere il processo di utilizzo di specifici segnali o esperienze per attirare l'attenzione sul momento presente o spostare le sensazioni dall'ansia alla calma. È simile alla messa a terra, ma nell'utilizzare approcci artistici espressivi, un'ancora di solito comporta una sorta di spunto sensoriale (suono o musica) o un oggetto (espressione artistica specifica) che l'individuo può restituire tramite la memoria procedurale o il rituale dell'autoregolamentazione. Focus di Daniel Goleman descrive un potente esempio di ancoraggio usato come parte di "Breathing Buddies" nel sistema scolastico pubblico di New York City, una parte del programma Inner Resilience, un curriculum stabilito dopo gli attacchi del World Trade Center l'11 settembre 2001. In breve Il programma include un rituale di ancoraggio che coinvolge il suono (un rintocco di campana), tenendo gli animali imbalsamati e la respirazione profonda della pancia come metodo di ancoraggio con i bambini. Mentre è coinvolta una variazione della respirazione mentale, ai bambini vengono forniti diversi ancoraggi sensoriali, incluso il suono e un giocattolo speciale per rafforzare il rilassamento. L'obiettivo è l'autoregolamentazione che, una volta raggiunto, supporta il successo degli studenti nell'apprendimento in classe aumentando l'attenzione, la comprensione e la risoluzione dei problemi. Allo stesso modo, un'espressione artistica come un oggetto o un'immagine speciale può, insieme a uno specifico rituale calmante, diventare un'ancora per gli individui quando si verificano stress o iperattivazione.

Mirroring. Il mirroring è un altro approccio comunemente utilizzato per stabilire e migliorare la relazione tra l'individuo e il professionista che aiuta. All'interno delle terapie artistiche espressive, è generalmente descritto come l'incarnazione o la riflessione del movimento di un individuo o delle comunicazioni non verbali. L'obiettivo del mirroring non è solo l'imitazione di posture, espressioni facciali e gesti, ma include anche la sintonizzazione tra l'individuo e il professionista. Si ritiene che il sistema dei neuroni specchio del cervello sia almeno una parte di queste esperienze di sintonizzazione, empatia e rispecchiamento. Il mirroring è comune a quasi tutti gli approcci artistici espressivi, ma in particolare è rilevante per la danza / movimento terapia a causa del livello di espressione cinestetica e degli aspetti interpersonali coinvolti nel movimento. Ad esempio, le sessioni di gruppo di terapia artistica espressiva, comprese quelle per i sopravvissuti al trauma, spesso iniziano con una sequenza di movimento o tratti semplici, a cominciare dal fatto che tutti raggiungono il cielo e giù verso la terra in modo ritmico. Nell'arte terapia, il professionista può dimostrare specifici processi basati sull'arte per incoraggiare i partecipanti a riflettere le attività sensoriali o cinestetiche allo scopo di energia auto-calmante o stimolante, a seconda delle esigenze dell'individuo o del gruppo.

©2015 Daily Drawing by C. Malchiodi, PhD
Fonte: © 2015 Daily Drawing di C. Malchiodi, PhD

Intrattenimento. Il trascinamento è spesso usato per sostenere l'autoregolamentazione; anche questo è talvolta chiamato sincronizzazione ritmica . Il trascinamento avviene quando il ritmo di un'esperienza si sincronizza con il ritmo di un altro. Ad esempio, i bambini ascoltano il loro primo ritmo in utero ascoltando i battiti del cuore delle loro madri; il modo naturale per calmare i bambini è di oscillare, scuotere o picchiettare sul ritmo di una frequenza cardiaca a riposo. Negli approcci di terapia artistica espressiva, il battito cardiaco, l'attività motoria e l'attività cerebrale sono fonti di ritmo e possono essere influenzati per cadere in ritmi sincroni non solo attraverso la voce del terapeuta, ma introducendo esperienze sensoriali che rafforzano la frequenza cardiaca a riposo (da 60 a 80 battiti al minuto ) o rallentare o energizzare le persone. In breve, un modo per applicare l'uso della musica come trascinamento è attraverso il suo ruolo come spunto uditivo per migliorare entrambe le esperienze di calma o esperienze di energia. Poiché l'iperattivazione e la dissociazione influiscono sul modo in cui gli individui "mantengono il ritmo", il trascinamento attraverso una o più delle arti espressive può aiutare a reindirizzare l'energia e l'attenzione verso stati emotivi più positivi e auto-potenziati.

Questi sono solo alcuni "principi fondamentali" della terapia delle arti espressive che supportano l'autoregolamentazione. Al centro di tutti gli approcci descritti sopra, la sintonizzazione sensoriale alla relazione è il vero fondamento non solo dell'autoregolazione, ma anche della riparazione e della guarigione. In altre parole, non è solo l'espressione artistica che è l'agente riparatore nella terapia artistica espressiva; è il terapeuta che porta le abilità relazionali consapevoli e sensibili a supportare il cambiamento e il recupero effettivi.

Stare bene e altri estratti dalla prossima Trauma-Informed Expressive Arts Therapy arriveranno presto   (in preparazione con Guilford © 2016),

Cathy Malchiodi, PhD

© 2016 Cathy Malchiodi, PhD www.cathymalchiodi.com | www.trauma-informedpractice.com

Per citare questo articolo:

Malchiodi, C. (2016). Terapia espressiva delle arti e autoregolazione. Estratto da Psychology Today su https://www.psychologytoday.com/blog/arts-and-health/201603/expressive-a….

Visita il Trauma-Informed Practices e l'Expressive Arts Therapy Institute per ulteriori informazioni sulla terapia artistica espressiva con bambini, adulti e famiglie e offerte educative sulla terapia delle arti espressive informate sul trauma per i professionisti della salute mentale e gli studenti di tutto il mondo.

Per ulteriori informazioni sulle arti espressive e sui bambini traumatizzati, consultare gli Interventi creativi più interessanti con i bambini traumatizzati, trasmessi da Bruce Perry, MD, PhD (2015, Guilford Publications) e Arti creative e Play Therapy con problemi di attaccamento (2014, Guilford Publications).

Per le applicazioni professionali di arteterapia, consultare Handbook of Art Therapy (2a edizione, Guilford Publications.

Visita la mia pagina di Psychology Today per articoli scaricabili gratuitamente su arteterapia, terapie artistiche espressive e altro ancora.

Solutions Collecting From Web of "Terapia artistica espressiva e autoregolamentazione"