È tempo di mettere i tuoi obiettivi a dieta

David Packard, una volta celebremente ha scherzato, "Più aziende muoiono per eccesso di fame rispetto alla fame." Come risulta, recenti studi sulla dieta mostrano che l'intelligente metafora di Packard può aiutarci a diventare strategicamente e decisivamente le persone che vogliamo essere quest'anno.

Ecco tre di queste lezioni. Provali tu stesso. Provali con la tua famiglia. Provali con la tua squadra al lavoro.

Limita le dimensioni del tuo piatto. Se hai mai detto "Mi piacerebbe farlo o farlo, ma ho solo troppo nel mio piatto", potresti prendere in considerazione l'utilizzo di un piatto più piccolo. Gli psicologi di Cornell guidati da Brian Wansink hanno scoperto che la dimensione della piastra è uno dei più grandi predittori di eccesso di cibo. Semplicemente usando piatti più piccoli fa miracoli per limitare l'apporto calorico, mentre non richiede quasi nessuna autodisciplina al momento dei pasti.

È possibile ridurre le dimensioni del piatto impostando i limiti sul numero di obiettivi che si stanno perseguendo quest'anno. Non esiste un numero magico, ma consiglio di scattare per quattro. Quindi ogni trimestre di quest'anno non può avere più di una priorità o "impulso decisionale". Potresti comunque finire a servire un pasto di cinque portate ogni mese, ma sarà sempre chiaro che un piatto è il piatto principale.

Lascia che mangi torta … domani. Quindi cosa fare con tutti gli altri obiettivi e grandi sogni ispiratori che non si adattavano al tuo piccolo piatto? Quelle aspiranti priorità vanno sul tuo piano di non-azione – la tua lista di iniziative a valore aggiunto che stai consapevolmente mettendo nel dimenticatoio fino al prossimo trimestre o il prossimo anno.

Ecco perché funziona: la psicologa Nicole Mead ha scoperto che le persone a dieta hanno avuto più successo quando non hanno giurato la torta al cioccolato per sempre, ma invece hanno detto loro: "Domani avrò una torta". L'auto-privazione è difficile. Promettendo di bandire un trattamento ambito dal menu per sempre e sempre è come una di quelle promesse che sappiamo che stiamo per rompere il secondo ce la facciamo. Sembra molto più fattibile e ragionevole dire "Mi permetterò di mangiare di nuovo i dolci, ma solo non stanotte." Allo stesso modo, puoi "mangiare" quegli altri obiettivi desiderabili sul tuo piano di non-azione ancora … non oggi.

Evita l'effetto "What-the-Hell". Hai mai provato a impegnarti a mangiare solo sedano o bere solo acqua all'happy hour, solo per essere convinto di avere solo un piccolo martini o salsa chip (cotta non fritta, ovviamente), che scatena una catena di eventi che termina con pinte di birra e ali di bufalo? Gli psicologi chiamano questo "What-The-Hell-Effect". Una volta che siamo un po 'fuori rotta, è troppo facile razionalizzare che la giornata sia persa comunque così "what the hell," potrebbe anche scavare e divertirsi.

Un piccolo piatto e un piano di non azione possono essere sopraffatti dal clamore del giorno medio. Invariabilmente, le urgenze insorgono, i bambini si ammalano, gli incendi devono essere estinti e colleghi o amici avranno bisogno del vostro consulente esperto. Alle 10 del mattino ogni giorno può trasformarsi in una giornata "che diavolo", in cui le tue priorità sono rimaste intatte accanto al sacchetto vuoto di doritos piccante e salsa al formaggio.

La soluzione è la pianificazione di "priori-time" ogni mattina. Ritaglia almeno 10-15 minuti sul tuo calendario la prima cosa che ogni mattina dedicherai alla tua massima priorità e solo alla tua priorità. Non controllare la posta elettronica. Non ascoltare la posta vocale. Non chattare con i tuoi colleghi. Anche se fissi in modo assente la tua priorità scritta per 15 minuti, rimarrai stupito dai tuoi progressi per la fine di una settimana, per non parlare di un quarto o di un anno.

Steve Jobs una volta disse che "facciamo progressi eliminando le cose". Se ciò è vero, allora applicare queste strategie "di dieta" alla tua vita potrebbe renderlo un anno davvero rivoluzionario. Per lo meno, ti risparmiano qualche indigestione.

Solutions Collecting From Web of "È tempo di mettere i tuoi obiettivi a dieta"