Superare la mageirocofobia: la paura della cottura

Mi piace cucinare, ma non mi è sempre piaciuto. Come molte persone, ho sofferto di una versione lieve della mageirocofobia: la paura di cucinare. Nel mio caso, ero riluttante a provare nuove ricette e mi sentivo sopraffatto dalla cottura quando si sgranocchiava per il tempo. Pasti familiari come pasta e hamburger non erano un problema. Vorrei pagina con nostalgia attraverso libri di cucina e guardare gli episodi della rete alimentare. Sembrava esserci un enorme divario tra il voler cucinare e farlo accadere.

Perchè importa? Cucinare può renderti un mangiatore più consapevole. I ristoranti non stanno facendo alcun favore ai nostri girovita. Ci danno enormi porzioni e ingannevoli creazioni dall'aspetto innocente che sono semplicemente malsane. Cucinare un piatto te stesso ti aiuta a sapere esattamente cosa c'è dentro, il che ti dà una misura molto più accurata di quanto sia sano. Inoltre, è difficile consumare irrimediabilmente un piatto nel quale hai messo tempo ed energia. Quando cucini consapevolmente, impari a degustare per ottenere le spezie e il sapore giusto. Questo ti aiuta ad assaporare, ad essere più in sintonia con il sapore ed emotivamente investito nel gustare il pasto.

Ho sentito dire che se puoi leggere una ricetta, puoi cucinare. Quindi, perché così tanti uomini e donne molto intelligenti vengono sopraffatti, si alzano le mani in aria e si ritengono incapaci in cucina? Ci sono molte cose che si frappongono. In parte, potrebbe essere perfezionismo. Cosa succede se questo piatto non viene fuori giusto? È molto difficile per molti di noi non essere bravi in ​​qualcosa al primo tentativo. Per non parlare del fatto che tutti i cambiamenti sono difficili. Provare qualcosa di nuovo, in generale, può causare ansia.

Se ti senti come se non avessi tempo, non sei solo. Questa è una giustificazione comune (e una ragione legittima) per evitare di cucinare. Provare una nuova ricetta richiede maggiore concentrazione, tempo e fatica per farcela. Pensa a quanto facilmente (quasi senza pensare) puoi mettere insieme una ricetta che hai realizzato per anni. Considera che molti pasti semplici possono essere messi insieme in 10 minuti o giù di lì, meno tempo di quello che serve per andare in un ristorante. Rachael Ray può preparare un pasto dall'inizio alla fine in 30 minuti in piano.

Se vuoi diventare un mangiatore più consapevole, prova a cucinare.

1) Purtroppo, c'è la percezione che cucinare sia un peso e un compito. Fino a quando non cambiamo idea nelle nostre menti, saremo sempre tentati di andare fuori a cena o di ordinare. Riconoscere che cucinare può aiutarti a essere un mangiatore più consapevole. È uno strumento essenziale per gestire il tuo peso.

2) Trova la ricetta giusta. Scegli una nuova ricetta che sia semplice. Recentemente ho letto Light & Delish, una "bookazine" che contiene 400 calorie o meno ricette. Queste ricette non richiedono ingredienti selvatici. La maggior parte di questi può essere trovata nel tuo armadietto. Non solo le ricette sono deliziose, come suggerisce il nome, ma gestibili e attente al contenuto calorico e agli ingredienti sani. Le ricette mostrano che quando il cibo è sano, puoi mangiare porzioni più grandi e non devi essere affamato. Questa settimana ho fatto, Meatloaf Healthy Makeover http://www.delish.com/recipefinder/healthy-makeover-meatloaf-ghk1107

3) Sii aperto. Metti in pausa il tuo sé perfezionista. Se non funziona, va bene. Avere senso dell'umorismo e un piano di riserva se tutto il resto fallisce.

4) Pre-cottura. Leggi tutta la ricetta dall'inizio alla fine diverse volte prima di prendere in considerazione la cottura. Renditi molto familiare con le istruzioni. Troppo spesso, riceviamo metà della ricetta solo per scoprire che l'abbiamo fatto nell'ordine sbagliato perché non ci siamo presi il tempo di leggerlo completamente. Acquista tutti gli ingredienti diversi giorni prima di iniziare. Andare al negozio può essere estenuante e sabotare la tua voglia di cucinare. Non c'è niente di più frustrante che rendersi conto che ti manca un oggetto o due. Per fortuna, cucinare può anche farti risparmiare soldi. In alcuni casi, può essere meno costoso del fast food.

5) Cook Together. Ho intitolato una delle mie nuove ricette preferite, "La casseruola di Sara". La mia amica Sara me l'ha fatta un giorno quando ero molto sotto il tempo. Mi sono complimentato molte volte e ho chiesto la ricetta più di una volta. Si rese conto, a un certo livello, che avevo la mageirocofobia e mi offrì di venire e di farcela con me. Ha completamente eliminato il fattore intimidatorio della nuova ricetta, che si è rivelata incredibilmente facile. Gustoso non è sempre uguale. Ora è una delle mie ricette base. Quindi, creare una nuova ricetta con un amico può aiutarti ad avvicinarti piuttosto che a evitare di cucinare.

6) Prepara il tuo piatto per un pubblico solidale. Se il tuo coniuge è un tipo schizzinoso o ha difficoltà a cambiare, potrebbe non essere il miglior test per la tua nuova ricetta.

7) Regalati una sfida di 30 giorni. Prova almeno una nuova ricetta ogni settimana durante quel periodo. Vedi se semplicemente scambiando alcuni pasti al ristorante per pasti fatti in casa ti aiuta a essere un mangiatore più consapevole.

Sono felice di dire che ho completamente superato la mia ansia verso la cucina. Non mi sento più sopraffatto dalla cucina. In effetti, sto iniziando a creare le mie ricette. La cucina consapevole è uno degli strumenti che uso per rendermi più consapevole. Quindi, se vedi una ricetta con più di tre ingredienti e dici "dimenticala", non preoccuparti, c'è speranza.

Susan Albers, Psy.D., è una psicologa clinica con licenza, specializzata in problemi alimentari, perdita di peso, preoccupazioni per l'immagine corporea e consapevolezza. È autrice di 50 modi per calmarsi senza cibo , mangiare consapevolmente, mangiare, bere e essere consapevole, e Mindful Eating 101 e un blogger di Huffington Post. I suoi libri sono stati citati sul Wall Street Journal, O, Oprah Magazine, Natural Health e Self Magazine e sul Dr. Oz TV Show. Visita Albers online su www.eatingmindfully.com

Solutions Collecting From Web of "Superare la mageirocofobia: la paura della cottura"