Sull'irrazionalità delle donne (e degli uomini)

Tra gli esempi più eclatanti del sessismo moderno c'è l'idea che le donne siano irrazionali. Apparentemente questa nozione è ancora abbastanza comune da essere dichiarata e discussa su Internet. Io sostengo che le accuse di irrazionalità sono problematiche in due modi: (1) si basano su un fraintendimento del ruolo delle emozioni nella vita effettiva e (2) costituiscono un rifiuto a comprendere le realtà soggettive altrui, una comprensione che è cruciale per efficace costruzione di relazioni e risoluzione dei conflitti. Discuterò ciascuno di questi problemi di seguito.

Un fraintendimento di emozioni
L'idea che le donne siano irrazionali è spesso associata all'idea che il pensiero razionale sia superiore all'emozione, che la ragione conduca a sane decisioni e le emozioni conducano a quelle povere. Questo non potrebbe essere più lontano dalla verità; la ricerca ha dimostrato che non solo le persone non prendono decisioni migliori quando non sono coinvolte emotivamente; senza emozioni, le persone non possono prendere decisioni. Quindi, le emozioni sono fondamentali per un'azione efficace.

La filosofa Martha Nussbaum ha scritto sulle emozioni come forme di pensiero intelligente, valutazioni dello stato della propria vita attuale alla luce dei propri obiettivi. In questa prospettiva, le emozioni positive ci mostrano che le cose funzionano bene per noi e le emozioni negative ci mostrano che qualcosa non va nella nostra vita. Questo tipo di informazioni è una guida fondamentale per una vita effettiva.

Ciò è in contrasto con una visione popolare delle emozioni come disordinata, difficile e dirompente; in quanto tali, dovrebbero essere tenuti sotto controllo. Con questa mentalità, molte persone non hanno la volontà di esplorare i propri sentimenti o quelli degli altri, e quindi hanno poca comprensione dei propri processi emotivi propri o altrui. La nostra società in particolare priva gli uomini di opportunità per l'espressività emotiva e la comprensione.

L'etichetta "irrazionale" come rifiuto di comprendere la realtà di un altro
In genere, ciò che la gente intende per comportamento "irrazionale" è una dimostrazione di forte emozione in una situazione in cui l'osservatore non capisce perché una tale forte emozione sia giustificata. Tuttavia, solo perché l'osservatore non capisce l'emozione non significa che non ha una spiegazione perfettamente ragionevole. L'etichetta "irrazionale" troppo spesso giustifica e mantiene l'ignoranza, poiché implica che il comportamento è un prodotto di una persona fondamentalmente rotta o imperfetta che sfida – e non riesce nemmeno a meritare – la comprensione di chiunque sia ragionevole.

Le relazioni romantiche sono un'arena in cui le emozioni si scatenano, come pure incomprensioni di emozioni e accuse di irrazionalità. Le relazioni romantiche attirano forti emozioni perché sono relazioni di attaccamento. Come i bambini, gli adulti si affidano alle relazioni di attaccamento per il comfort, la sicurezza e l'amore. La consapevolezza e la reattività momentanee ai bisogni degli altri sono elementi di connessioni sicure tra i partner. Quando un partner sente che la sicurezza della relazione è minacciata (ad esempio, da un comportamento che è sprezzante o trasmette indifferenza), lui o lei può rispondere con forti emozioni – solitudine, rabbia, dolore e delusione. Queste risposte prevedibili, se sentite e espresse con veemenza, sembrano davvero irrazionali.

Gli sconvolgimenti emotivi sono segnali intelligenti sul corso della propria vita e sullo stato delle relazioni più importanti. Annullare l'esperienza emotiva di un altro accusandolo di essere "irrazionale" equivale a negare il diritto all'autodeterminazione di quella persona. Acquistare in un concetto di noi stessi come "irrazionali" significa invalidare la nostra esperienza emotiva e perdere i benefici che le nostre emozioni offrono come guida per creare una buona vita.

Solutions Collecting From Web of "Sull'irrazionalità delle donne (e degli uomini)"