Sulle uccisioni di massa e sui motivi di Las Vegas

Il 1 ° ottobre 2017, Stephen Paddock (64 anni), un giocatore d'azzardo insignificante nella comunità del gioco d'azzardo di Las Vegas ha aperto il fuoco dal 32 ° piano del Mandalay Bay Resort and Casino di Las Vegas. Al momento della stesura di questo articolo, 58 persone che si erano radunate in un festival di musica country sono state uccise e circa 500 altre sono rimaste ferite, statistiche solitamente riservate alle zone di guerra. Ma c'erano anche altri danni. Paddock ha tentato di iniziare una conflagrazione sparando ai serbatoi di carburante nel vicino aeroporto. Se quei carri armati fossero esplosi, forse migliaia sarebbero stati feriti. Sappiamo che c'erano altri infortuni, ferite emotive. Questi sono i sopravvissuti alle ferite, la famiglia, i soccorritori, gli amici, i vicini, il personale medico resisterà per anni.

Mentre la polizia si stava avvicinando a Paddock, si sparò; forse per il meglio, considerando che avrebbe potuto fare ancora più danni. Ma ci lascia molte domande senza risposta. Perchè lo farebbe? Qual è stato il grilletto? Cosa lo preoccupava così tanto che doveva farlo? Qual era il suo motivo? Come possiamo evitare che una cosa del genere accada di nuovo? Chi potrebbe fare una cosa del genere?

Uno dei peggiori omicidi di massa nella storia degli Stati Uniti avrebbe potuto essere molto peggiore se non fosse stato per gli sforzi rapidi e veramente eroici del personale della sicurezza alberghiera e dei primi soccorritori, compreso il personale ospedaliero che era letteralmente in grado di riportare le persone alla morte. Non è stato perché Paddock ha avuto pietà delle sue vittime.

Le domande poste sul perché questa tragedia è avvenuta sono legittime. Di solito scopriamo perché. Cerchiamo similitudini, cerchiamo modelli, cerchiamo motivi, qualsiasi cosa su cui possiamo cogliere qualcosa che abbia senso, solo per sentirci più sicuri o per lenire la mente che non comprende l'incomprensibile.

Per uccidere un sacco di persone a distanza hai bisogno di molte armi, molti proiettili o esplosivi. Questo è un dato di fatto. I mass killer hanno questo in comune. Oltre a ciò, le cose si complicano. Cosa guida il comportamento? Questo varia da individuo a individuo.

Vogliamo collegare un killer di massa con un altro ea volte ciò è possibile, specialmente se hanno caratteristiche come narcisismo maligno, paranoia e "raccolta di ferite". Questo spiega l'Unabomber, Ted Kaczynski, Timothy McVeigh, lo sparatutto di Oslo, Anders Behring Breivik (ha ucciso 69 e altri.

O vogliamo dimostrare che esiste una sorta di anomalia organica del cervello, come un tumore al cervello, come nel caso dello sparatutto della University of Texas, Charles Whitman. Cose del genere ci aiutano a capire, ma in realtà, conoscere una causa in realtà non è appagante, non nasce per renderci integri, né mai può giustificare ciò che è accaduto. Nessun motivo soddisfa mai.

Potremmo non sapere mai tutti i motivi per cui una persona fa le cose che fa. Nel caso di Stephen Paddock, un uomo che sembra essere una "media" per alcuni e una cifra per gli altri, potremmo non capirne mai le ragioni. Ma importa? Lo fa e non lo fa. Lasciatemi spiegare.

Come ex criminale profiler dell'FBI, mi è stato insegnato che in assenza di fatti si va con le statistiche. In assenza di entrambi, devi guardare al crimine stesso. In questo caso le prove parlano a voce alta.

Stephen Paddock progettava di uccidere con precisione militare, anche se non era mai stato nell'esercito. Aveva una stanza strategicamente posizionata, un angolo, dove poteva sparare da due vettori vitali, dandogli un vantaggio tattico letale. Ha usato armi rapide o automatiche ad alta potenza, meticolosamente accumulate nel tempo in modo da passare inosservate. Ha sparato da una posizione vantaggiosa, al buio, su un gruppo preselezionato di persone sapendo che sarebbero 1) densamente concentrato e 2) corrallato da recinzioni in questo popolare concerto all'aperto. Non voleva che fuggissero e sapeva che la musica rumorosa avrebbe mascherato le sue armi, una posizione perfetta e un tempismo ben pensato.

L'astuzia di Paddock rivela che ha usato giri senza traccianti, in modo che la sua posizione esatta non potesse essere immediatamente individuata. Sembra che abbia avuto un piano di fuga, forse sperando follemente che l'hotel sarebbe stato lento a evacuare gli ospiti, dandogli il tempo di uccidere ancora di più. Ha indovinato, e le fotocamere ben piazzate che ha comprato per tenerlo d'occhio non erano abbastanza.

Ma siamo chiari su una cosa che abbiamo imparato da questo crimine e dalla scena del crimine. Il paddock ha ucciso gli umani con "indifferenza da rettile"; di quello non c'è dubbio. Non sembrava infastidito dalla pianificazione di questo evento e dall'eseguire gli umani mentre si godevano un concerto.

Quindi, chi fa qualcosa del genere? Chi è abbastanza furtivo da non farsi notare? Chi è criminalmente facile, capace di mentire, capace di contenere emozioni, si sente senza freni, non è infastidito da leggi o moralità o etica da uccidere in modo sfrenato. Chi rimane freddo sotto estrema pressione? Lo psicopatico, cioè chi. Persone senza coscienza, secondo il famoso esperto di psicopatici, Robert Hare. Qualcuno senza coscienza può fare queste cose terribili e altro ancora. Di questo non dovremmo avere dubbi.

Anche se Paddock fosse uno psicopatico, la domanda rimane, perché? Perché l'ha fatto, quale era il suo motivo? Preparati. Perché come mi ha raccontato uno psicopatico, un serial killer, anni fa, quando gli ho chiesto perché aveva commesso questi terribili crimini? " Perché posso. "Questo dovrebbe farti rabbrividire.

Perché Ted Bundy, un uomo di bell'aspetto, ha ucciso donne che avrebbero potuto facilmente frequentarlo? Perché poteva. Perché Luis Alfredo Garavito ha ucciso oltre 150 bambini in Colombia? Perché poteva. Vedi, lo psicopatico non ha bisogno di avere delle ragioni, almeno non come il resto di noi. Gli psicopatici possono esercitare poteri simili a quelli di Dio sugli umani e questo è abbastanza gratificante. Possono prendere una vita o no, dipende da loro. Ma perché? Avere Dio come poteri è essere una divinità – è essere onnipotenti. Questo è un potente elisir per lo psicopatico e talvolta è abbastanza soddisfacente. Forse Stephen Paddock aveva bisogno di esercitare quel potere. Non lo sappiamo ancora, ma non dovremmo ignorare questa possibilità. La realtà che ci sono predatori come lui tra noi, che la pensano così, non dovrebbe essere una sorpresa.

Tu e io potremmo non capire questo bisogno di essere tutti potenti, ma lo fanno gli psicopatici. Tutti gli psicopatici sono quindi degli assassini? No. Ma sono tutti indifferenti verso gli altri a modo loro e nel loro tempo libero. È possibile che Stephen Paddock sia quello che chiamiamo psicopatico ad alto funzionamento? Molto probabilmente Ma perché così tardi nella vita come non aveva precedenti penali? L'assenza di prove non è prova di assenza. Potrebbe aver commesso dei crimini, potrebbe essere stato offensivo con gli altri, semplicemente non ne siamo a conoscenza perché era intelligente. Essere intelligenti non assolve, spiega semplicemente.

È vero, nella maggior parte dei casi vediamo comportamenti antisociali presto, ma non sempre. Non esiste una cronologia esatta in cui la psicopatia, specialmente con psicopatici ad alto funzionamento, si rivelerà. Guardate i leader bosniaci condannati per crimini di guerra e crimini contro le scienze umane nei primi anni novanta. La maggior parte aveva sessant'anni prima che i loro tratti psicopatici venissero fuori. La maggior parte delle loro vite, lì non avevano alcuna attività criminale prima che nelle giuste condizioni la psicopatia si rivelasse in ostilità assassina verso i loro simili.

La realtà è che non ci vuole molto per essere un killer di massa. La maggior parte delle persone non la pensa così fortunatamente, anche se noi la rendiamo facile. Abbiamo persino "spettacoli" in cui tutte le armi acquistate da Paddock possono essere acquistate da chiunque, ancora una volta.

Ci sono alcune persone che si attardano davanti a una tragedia a causa di ciò che dicono o fanno che dà loro via. Poi ci saranno quelli che sono astuti, furbi e abili che faranno cose e non si faranno notare. La vigilanza è sempre il prezzo che paghiamo per proteggerci a vicenda ma può fallire. Las Vegas ha più camere d'albergo che altrove nell'universo conosciuto. A volte non è abbastanza. Forse è utile educare noi stessi, riconoscere che potremmo non conoscere mai un puro motivo, che a volte i predatori tra di noi agiranno se non altro perché possono farlo.

Solutions Collecting From Web of "Sulle uccisioni di massa e sui motivi di Las Vegas"