Sulla natura delle parole, parte 1

Comincio il mio secondo anno di blog in Psychology Today con un saggio sulle parole perché gli psicologi che studiano la personalità umana, la psicologia sociale e la patologia si affidano pesantemente, a volte esclusivamente, alle relazioni verbali di una persona come unica fonte di prova. Questa pratica è discutibile perché ciò che le persone dicono sulle loro convinzioni, comportamenti, storia passata ed emozioni non sono sempre valide proxy degli eventi descritti. Parole in frasi, come lenti che variano in curvatura, hanno proprietà speciali che distorcono i fenomeni che intendono rappresentare.

È stato scritto così tanto sulle proprietà delle parole che ho deciso di dedicare tre blog per coprire le idee principali. Questo blog tratta della differenza tra schemi e forme semantiche e le molteplici definizioni di significato. Il corpus di conoscenze di una persona consiste di schemi per eventi nel mondo esterno, sensazioni corporee rilevate che danno luogo a sentimenti, azioni motorie e, infine, forme semantiche, che raramente contengono una qualsiasi delle caratteristiche fisiche degli eventi che chiamano. La conoscenza di ogni persona su un evento o concetto è contenuta in reti che possono combinare più di un tipo

Le circa 6000 lingue del mondo ordinano gli eventi in diverse categorie semantiche. L'inglese ha inventato parole diverse per distinguere i topi dai ratti. La lingua tailandese ha una parola per entrambe le specie animali, anche se i parlanti thailandesi possono percepire la differenza di dimensioni tra topi e ratti. Gli antichi greci inventarono parole separate per il dolore fisico e il disagio mentale; i Romani avevano solo una parola-dolorosa per entrambi i tipi di sofferenza.

Le reti variano nel numero e nella forza delle associazioni tra i suoi membri. Alan Rosenthal, un commentatore della cultura europea, nota che i nomi di alcune nazioni rappresentano reti distintive. La rete per la Francia posseduta dalla maggior parte degli europei contiene forti legami con schemi o parole per cultura, arte, romanticismo, vino e donne. La rete per la Germania, al contrario, è associata a guerre, nazisti e automobili, che hanno una connotazione più maschile.

L'abitudine automatica di collegare parole appartenenti alla stessa rete rende gli umani suscettibili di false memorie del passato. Un osservatore è stato chiesto un mese dopo aver visto una banda di ragazzi prendere in giro un bambino piccolo, ma non fisicamente ferirlo, se qualche ragazzo colpisse il bambino. Se l'osservatore ha registrato la scena semanticamente come "aggressione", è probabile che lui dirà "sì" a causa dell'associazione tra le parole aggressività e colpire. Questo errore è meno probabile se la persona ha registrato l'evento come uno schema senza un'etichetta semantica.

Molte reti semantiche, in particolare i nomi per gli oggetti, formano una gerarchia. Gli oratori di una comunità linguistica selezionano uno di questi livelli come categoria "di base" nella conversazione. Gli scienziati sociali, a differenza della maggior parte della loro comunità linguistica, preferiscono le parole che sono più alte nella gerarchia. Ad esempio, la maggior parte degli americani direbbe: "Quando Mary era una bambina, temeva le dure pene di suo padre". Gli psicologi rischiano di "sottolineare" il termine di livello base e scrivono: "Mary ha sperimentato lo stress da bambina". Questa affermazione ignora la causa dello stress di Maria e il tono emotivo che l'ha accompagnato. Gli psicologi dovrebbero essere più vicini alle preferenze del biologo per la particolarità ed evitare termini astratti che sfilano come nomi per processi unitari.

La definizione di "significato" rimane controversa. Ogni volta che un termine ha una definizione ambigua, è sempre saggio concentrarsi sui fenomeni piuttosto che difendere una definizione particolare. Qualsiasi evento che segnali in modo affidabile un secondo evento ha un significato. La vista di un pezzo di torta al cioccolato è significativa se è seguita dall'anticipazione di un sapore dolce. Almeno quattro diversi tipi di fenomeni soddisfano questo criterio.

Il primo si riferisce alle occasioni in cui uno schema evoca automaticamente un secondo schema semplicemente perché si verificano in genere contemporaneamente nello stesso momento o nella stessa posizione, come nel caso della torta al cioccolato e della dolcezza.

Un secondo significato gentile deve essere insegnato; ad esempio, le persone devono sapere che una freccia che punta a sinistra in un edificio o in un garage significa che si dovrebbe girare a sinistra o che un camion rosso in movimento che emette una sirena rumorosa significa che c'è un incendio da qualche parte. Il terzo e il quarto tipo di significato sono detti semantici perché le associazioni contengono una o più parole. Questi significati sono simbolici perché le parole non corrispondono alle caratteristiche fisiche dell'evento.

I due fatti importanti sono che le frasi, non le parole, sono i soliti portatori di significato semantico e il significato di una frase dipende da come i membri di una comunità linguistica lo interpretano. Un ascoltatore deve sapere se è la pioggia o una palla che sta cadendo; una nuvola o un topo che si muove, o una finestra o una bocca che si sta aprendo per estrarre il significato corretto dei verbi cadono, si muovono e si aprono. Sono rimasto sorpreso quando gli scienziati europei hanno infranto questa regola e usato il verbo "divorzio" per descrivere i comportamenti degli uccelli maschi e femmine.

Il fatto che una frase possa avere più di un significato per gli ascoltatori è visto nelle risposte alla domanda "Quali di questi colori preferisci?", Da parte di persone che parlano inglese e membri del popolo Himba della Namibia. Gli anglofoni hanno scelto il blu come colore preferito, in parte perché interpretavano la frase nel senso che dovevano selezionare il colore che evocava associazioni piacevoli e il blu ha il minor numero di associazioni con esperienze spiacevoli. Gli adulti Himba, tuttavia, hanno valutato il blu come il loro colore meno preferito perché hanno interpretato la frase richiesta nella loro lingua per indicare che dovrebbero scegliere il colore le cui caratteristiche fisiche erano gradevoli e trovano i colori pienamente saturi di rosso, arancione e verde più piacevoli . Il prossimo mese continuerò la discussione considerando una nuova serie di idee.

Solutions Collecting From Web of "Sulla natura delle parole, parte 1"